Intelligence nel Mediterraneo: Hub della Nato a Napoli

“L’Hub della NATO per il Sud inaugurato a Napoli, presso il Joint Force Command, segna un cambio di passo nell’attenzione dell’Alleanza rispetto alle nuove sfide di sicurezza, non convenzionali e asimmetriche, legate al versante meridionale”. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri e della Cooperazione internazionale Angelino Alfano in occasione della cerimonia del lancio del nuovo centro.

Entrato in funzione già dal 1 settembre scorso, l’Hub entrerà a pieno regime a dicembre e potrà contare su un organico di 90 esperti, civili e militari, in sviluppo regionale e gestione delle crisi, oltre ad accademici, organismi non governativi e Organizzazioni Internazionali.

“L’Hub, fortemente voluto dall’Italia e incardinato nel cuore del Mediterraneo, opererà su più dimensioni e sarà il punto di riferimento da cui l’Alleanza potrà proiettare stabilità verso il versante meridionale, in particolare attraverso iniziative di defence capacity building a favore dei Paesi Partners” ha aggiunto il ministro. 

Scopo dell’Hub è focalizzarsi sulle regioni meridionali, dal Medio Oriente al Nord Africa e ancora il Sahel e l’Africa Subsahariana per comprendere rischi e complessità di questi territori.

“Un importante passo in avanti verso una NATO dinamica, moderna, capace di adattarsi alle nuove sfide e garantire sicurezza a 360 gradi, in complementarietà e reciproco rafforzamento con il rilancio della difesa europea” ha concluso il ministro.

Receive more stories like this in your inbox