Carmelina custode della Transumanza, difende le radici del Molise

Carmelina Colantuono difende le radici del Molise. Ha un legame speciale con la sua terra. Un legame che le deriva dalla propria famiglia, custode di una tradizione antica: ” La transumanza”.

I Colantuono sono gli ultimi ormai a praticarla come un tempo lungo i tratturi. Le mandrie, migrano insieme ai pastori dai pascoli di montagna verso quelli delle pianure e viceversa, percorrendo gli antichissimi sentieri. Questi permettono di scendere d’inverno nelle zone dove è più facile trovare pascoli per gli animali, mentre a primavera inoltrata si torna sui monti dove l’erba è verde.

La mandria della Colantuono viaggia da Frosolone (Isernia) verso il Gargano in Puglia. Il viaggio si ripete in senso contrario con l’arrivo della primavera. L’antico rito della transumanza e la tradizione pastorale continua.

Receive more stories like this in your inbox