Biennale College Cinema, laboratorio di alta formazione per cineasti emergenti non solo italiani

La Biennale di Venezia, presieduta da Paolo Baratta, annuncia l’ottava edizione (2019-2020) di Biennale College – Cinema, il laboratorio di alta formazione rivolto a cineasti emergenti per lo sviluppo e la realizzazione di lungometraggi a microbudget. Il bando Biennale College Cinema – International apparirà successivamente al bando italiano a partire dal 7 maggio 2019 (fino al 1° luglio 2019).

Al bando italiano, che è aperto da oggi fino al 15 aprile 2019, possono partecipare team composti da registi alla loro opera prima o seconda, associati a produttori che abbiano realizzato almeno tre audiovisivi, o un lungometraggio di finzione, o un documentario, distribuiti e/o presentati ai Festival. Al termine di questo workshop, a seguito della valutazione di materiali aggiornati prodotti dai team e consegnati ai referenti di Biennale College – Cinema entro la metà di agosto, sarà effettuata un’ulteriore selezione fino a 3 progetti. Questi saranno invitati a prendere parte, assieme ai team di nove progetti scelti attraverso la Call internazionale di Biennale College – Cinema, lanciata il 7 maggio, a un workshop di dieci giorni, a Venezia nel mese di ottobre.

L’annuncio dei progetti selezionati per l’attività formativa di ottobre si terrà durante la 76. Mostra di Venezia 2019 diretta da Alberto Barbera. Da quel momento i due percorsi previsti per questa ottava edizione del programma College Cinema, ossia BCC-Italia e BCC-International, proseguiranno sullo stesso binario, per la scelta e la presentazione di tre lungometraggi a micro budget alla 77. Mostra di Venezia 2020.

Biennale College – Cinema  è l’iniziativa lanciata nel 2012 dalla Biennale di Venezia che promuove nuovi talenti per il cinema, offrendo loro di operare a contatto di maestri, per la realizzazione di lungometraggi da realizzarsi con 150.000 euro, che possano essere sviluppati e prodotti nel corso di un anno per essere presentati alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Receive more stories like this in your inbox