Albanese, Battiston e Rovazzi al Festival del Cinema Contemporaneo Italiano di Toronto

È stato come un grande e caloroso abbraccio quello che il pubblico di Toronto e Vaughan ha tributato ad Antonio Albanese, giunto in Canada per partecipare alla settima edizione dell’ICFF, il Festival del Cinema Contemporaneo Italiano.

Nell’affollata conferenza stampa svoltasi presso l’Istituto di Cultura di Toronto, Albanese si è detto “emozionato per tanto affetto e calore umano espresso dai nostri connazionali che mi hanno accolto in un Paese così grande e bello come il Canada”.

“L’emigrazione italiana di allora vede accadere un qualcosa di simile in Italia, oggi, dove accogliamo migliaia di migranti in cerca di un futuro migliore” ha sottolineato Albanese. “Dobbiamo avere la mente ed il cuore aperto nei confronti dell’emigrazione e dare spazio sempre maggiore al multiculturalismo, come accade già da tempo qui in Canada”.

Il film che lo vede attore protagonista, assieme a Paola Cortellesi – “Come un gatto in tangenziale” – ha aperto ufficialmente il Festival, a Toronto, entusiasmando la platea di spettatori accorsi per assistere alla prima in anteprima assoluta per il Canada. Ha riscosso il pieno favore del pubblico canadese anche l’altro film che ha visto recitare Albanese – al suo esordio alla regia – ossia la commedia, “Contromano”.

In Canada, ospite del Festival, anche l’attore di origini friulane, Giuseppe Battiston, giunto per presentare due film, che lo vedono protagonista “Hotel Gagarin” e “Finché c’è prosecco c’è speranza”. Battiston, rispondendo alle domande di giornalisti e pubblico presenti a Toronto ed a Vaughan, si è detto “colpito dall’armonia ed al tempo stesso dalla grande organizzazione presenti in città come Toronto, costruite sul sacrificio di tanti nostri connazionali, anche di origine friulana”, come ha sottolineato l’attore originario di Udine.

Tanta curiosità ed entusiasmo – specie tra il pubblico più giovane – ha raccolto il cantante, attore e fenomeno dei social, Fabio Rovazzi, al suo esordio sul grande schermo col film “Il vegetale”, diretto da Gennaro Nunziante.

Giunto alla settima edizione, l’ICFF offre al pubblico canadese – sino al prossimo 22 Giugno – 180 proiezioni tra film, documentari e corti, incluse una quarantina di anteprime assolute per il Nord America. “In questa edizione, abbiamo voluto offrire al pubblico canadese la più vasta selezione possibile di film, documentari e cortometraggi prodotti dalla cinematografia italiana contemporanea” ha detto il direttore artistico del festival, Cristiano de Florentiis.

Altri grandi protagonisti di questa settima edizione del Festival sono le attrici Marta Gastini, interprete principale del film drammatico a sfondo erotico “Compulsion”, e Rossella Brescia, che ha recitato nel film “Road to the Lemon Grove”, una commedia ambientata tra Canada e Sicilia, e presentata al Festival in anteprima mondiale assoluta.

Receive more stories like this in your inbox