In Puglia il prossimo film della mitica Sophia Loren Trani e Bari protagoniste di ‘La vita davanti a sè’

Bari, dopo Trani, ha ospitato le riprese del film diretto da Edoardo Ponti, che vede il ritorno sul set di Sophia Loren. Un mese di ciak blindatissimi e tante limitazioni al traffico per una ripresa diffusa delle vie e dei luoghi che compongono la città pugliese. Costantemente sullo sfondo il mare di Bari che sarà così fra gli attori protagonisti del lungometraggio.

Il film firmato dal regista figlio dell’attrice, è ispirato al romanzo ‘La vita davanti a sé’ del francese Romain Gary e già al centro di una pellicola da Oscar del 1977. Ad interpretarlo la madre, nei panni di Madame Rosa, un’anziana ebrea scampata ad Auschwitz, cui è affidato il piccolo Momo, figlio abbandonato di una prostituta. Poco alla volta si lega al giovane senegalese, di cui si prenderà cura, divenendo per lui una figura materna.
“È un onore poter accogliere una regina del cinema, e non solo, come Sofia Loren – commenta Antonio Parente, direttore dell’Apulia film commission – che rappresenta per tutti quanti noi un pezzo della storia del nostro Paese. Allo stesso tempo siamo fieri di essere stati scelti dalla produzione e da Edoardo Ponti, che oggettivamente aveva diverse alternative a portata di mano”.

A rendere possibile l’approdo di questo set pugliese è stato il sostegno dell’Apulia film commissione l’interazione con il Comune di Bari. “Per quanto di nostra competenza – ha detto Parente – abbiamo facilitato l’organizzazione dei servizi, il reclutamento delle maestranze e la scelta delle location”.

La prima produzione cinematografica di La vita davanti a sé scritto nel 1975 dal prolifico autore lituano naturalizzato francese il cui vero nome era Romain Kacew, fu firmata alla regia da Moshé Mizrahi, che ne fece una pellicola insignita dell’Oscar come miglior film straniero, ed ebbe tra gli interpreti Simone Signoret nel ruolo di Madame Rosa (premiata col César come miglior attrice).
Il film rappresenta il ritorno al cinema dell’attrice 85enne, icona del cinema italiano, dopo il cortometraggio Voce umana, del 2014, sempre diretto dal figlio 46enne.

Receive more stories like this in your inbox