La Giornata della Memoria: gli Eroi di via del Pellegrino 133 a Roma

Era il  1963 quando una speciale commissione israeliana decise di assegnare il primo   riconoscimento di “Giusto tra le Nazioni”. Le intenzioni della Commissione  era quella di onorare persone che, rischiando la propria vita, salvarono gli ebrei dalle mani dei nazifascisti. Ad oggi questo riconoscimento è andato a  17.433 persone e tra essi figurano 297 italiani.   I loro nomi compaiono sul Muro dell’Onore, nel Giardino dei Giusti della fondazione Yad Vashem, a Gerusalemme. E solo di pochi di loro si conosce la storia.

Otello Guidi è tra queste persone. Nato a Roma, nel quartiere Trastevere, il 27 Gennaio 1907, Otello era nato in una famiglia romana da molte generazioni ed era un devoto cattolico. Nel 1940 conobbe Samuela Tedesca (detta Lella) nata sempre a Roma, Trastevere, il 7 marzo 1916 e anche lei romana da molte generazioni. La sua unica colpa era quella di essere di religione ebraica. E negli anni in cui vigevano le leggi razziali, era difficile far combaciare amore e religione. Le famiglie di  Otello e Samuela  non erano d’accordo su questo sentimento che andava al di là dei propri dogmi religiosi e i due giovani, dopo solo 40 giorni dal loro primo incontro decisero di fuggire. Si sposarono appena caduto il regime fascista ma non sapevano che l’Armistizio avrebbe sconvolto terribilmente la vita degli italiani, e ancor di più, degli italiani di fede ebraica.

Dopo il 18 settembre del 1943, nella Roma occupata dalle truppe naziste, iniziò la caccia agli ebrei. Otello e Samuela diedero rifugio , nella loro  casa di via del Pellegrino 133, ai parenti ebrei della moglie. I parenti della cognata di Lella, Fortunata, la moglie del fratello Cesare, che non sapevano dove andare,  trovarono rifugio in un appartamento che dopo poco tempo arrivò ad accogliere, oltre Otello,  Lella e la loro figlioletta Alda (nata nel 1941),  13 persone. In quel palazzo di Via del Pellegrino tutti sapevano che venivano nascosti gli ebrei e tutti erano complici nel dare manforte a Otello. Anche un gerarca fascista che aveva la finestra di fronte nello stesso cortile. Un guardia carceraria di Regina Coeli di nome Amarante, ogni mattina uscendo alle 5,30 toglieva la spranga messa al portone per evitare irruzioni notturne da parte dei nazi-fascisti.

Grazie a un passaparola capillare, Otello riuscì a prevenire l’arrivo dei tedeschi, e sparpagliò tutti gli ospiti nei vari appartamenti del palazzo rimanendo solo con la moglie e la figlioletta. Gli abitanti del palazzo hanno accolto queste persone in maniera assolutamente disinteressata, solo per salvare delle vite umane. Portato via in una camionetta dai tedeschi, Otello Guidi, fu condotto in via Tasso, al Comando Tedesco. Interrogato, venne rilasciato con l’obbligo di presentarsi il giorno dopo con il fratello della moglie,  Guido, pena l’esecuzione capitale di tutta la famiglia.

La fortuna corse incontro al giovane romano, perché il giorno seguente i tedeschi dovettero abbandonare Roma, per ripiegare su una nuova linea di difesa. La moglie Samuela perse, in quei terribili giorni, il fratello Cesare, fucilato alle Fosse Ardeatine (lasciò la moglie, una figlia di 4 anni e un figlio di 4 mesi)  e poco dopo la fine della guerra, il fratello Guido, sfuggito per merito di Otello alla deportazione nazista e  morto investito da una Jeep di militari americani ubriachi.

Tutte le altre persone rifugiate nel Condominio di Via del Pellegrino riuscirono ad avere salva la vita grazie al coraggio di Otello (morto a Roma il 29 gennaio 1989) e di sua moglie Lella (morta a Roma il 7 Giugno1990). Oggi il nome di Otello Guidi è iscritto nell’Albo dei “Giusti tra le nazioni” a Yad Vashem, Gerusalemme.

I  nomi dei 297 “GIUSTI” italiani accolti nello YAD YASHEM

Adami Ulisse & Ade, Alessandrini don Armando, Ambrostolo Emilio & Virginia, Amendola prof. Maria, Amerio Padre Pasquale, Angela Carlo, Annoni Fosco e la sorella Tina, Antolini Umberto & genitori , Antonioli don Francesco , Arnaldi dr. Rinaldo, Avenia Giacomo , Avondet Michel & Leontina, Azzurri Sperandia , Badetti Virginie , Barbieri Ostilio & Amelia, Bortolameotti don Guido Bortolameotti , Bassi Giacomo, Basso Frisini Lida, Bastianon Alessandro , Beccari don Arrigo , Bellio Gino & Elsa Poianella, Benedetti Emilia , Benedetto padre Maria, Bettin Regine & Giovanna, Bezzan Emmo & Brunilda & Lavinia, Billour Amato & Letizia, Bisogni Renato & Giovanna , Boldetti Luciana , Bonaiti Giuseppe & Luigia, Boni-Baldoni don Enzo, Bortolameotti monsignor Guido , Braccagni don Alfredo, Bracci Umberto, Lina Marchetti, Brandone Luigia, Armellino,& Domenico, Brizi Luigi e il figlio Trento , Brugnoli Luigi & Cavalca, Brunacci don Aldo , Brusasca Giuseppe , Burian prof. Anita , Busnelli, suor Sandra & Ester, Bussa don Eugenio , Cabrusa Emilia & Giorgio, Caglio Virgilio & Amalia , Caligiuri Clelia , Campolmi Gennaro , Candini Pio & Gina , Canelli Luca , Canova Alfonso , Cappello Giovanni & Luigia, Cardini Gino , Cardini Lodovico & Lydia, Carlotto don Michele , Caronia Giuseppe , Carugno Osman , Casini don Leto , Casini dr. Enzo & Maria Pia, Cassinelli Garibaldi Maria & Ciro, Castelli Filippo & Gina Frangini, Castracane Roberto, Cataneo Lydia , Cei Maria Maddalena, Cerioli Angelo, e la figlia Dina, Cicutti Lajos, e i figli Luigi & Jozsef, Citterich Mario & Lina , Coduri Elvezio & Olive Cosgrove, Comba Alfredo & Maria , Conci Ines & Aurelio , Costantini Cesare & Letizia, Costanzi Giuseppe & Elena , Crippa-Leoni prof. Lina , Cunial Fausto , Cupertino, Daniele & Teresa, Custo Emanuele & Rosetta , Daelli Alessandro , Dalla Torre don Angelo, Dalla Valle Antonio , Darmon-Valeri Pina , De Angelis Enrico & Giuseppina Di Carlo, De Beni Benedetto , De Fiore Angelo , De Franc Benvenuto & Carlotta Guerino , De Micheli-Tommasi dr. Ada & Mario, De Zotti don Giuseppe , Di Gori Piero & Albina , Di Grassi Sem & Maria, Di Pietro Alessandro, Dressino padre Antonio, Drigo Giuditta , Anna Bolledi (suor Emerenzia), Ehrhard Maria Leone, Facibeni Giulio , Fagiolo monsignor Vincenzo, Maria Corsetti (suor Ferdinanda), Ferrari Anna & Giovanni , Ferrari suor Maria Angelica , Focherini Odoardo , Folcia, suor Marta , Fraccon Torquato , Frangini Amalia , Furlan Elvira , Galvani Guelfo , Garbini Antonio , Garofano Francesco & Elsa, Gatti Arturo , Gentili Mario , Ghelli Vittorio & moglie, Giorgetti Ezio , Giovannozzi Giorgio & Luisa, Giovannucci Teresa & Pietro , Girotti padre Giuseppe , Gradassi don Giulio , Grasso Luigi & Maria , Iezzi Emidio & Milietta , Isotton Ferdinando & Evangelina, Jemolo prof. Carlo Arturo , Lai Lelio & Lina Vannini , Lazzarini dr. Giacinto , Lefevre Nilde & Amedeo , Lenti Ida , Lestini Pietro, e la figlia Giuliana, Lorenzini Antonio, Maccia Guglielmo & Amelia , Magna Battista , Malan Silvia , Mancini Gustavo , Mani Antonio & Bartolomea, Mazza Giuseppe & Maria , Mecacci don Vivaldo , Meinardi Giuseppe , Melani Alfredo , Milana Agapito & Assunta (con i figli Giulia, Lidia e Angelo), Moraldo Francesco , Moreali dr. Giuseppe , Musso Renato & Enrica , Natoni Ferdinando, Niccaci padre Rufino , Nicolini monsignor Giuseppe Placido, Oberto Luigi & Maria, Ollari Ernesto , Pace Angelo & Filomena, Palatucci dr. Giovanni , Palazzini cardinale Pietro , Pancani Leonida , Pannini Elvira, Paoli don Arturo , Pasin don Ferdinando, Perez Luigi & Sandra, Perlasca Giorgio , Perrone Lorenzo , Pesante dr. Giovanni & Angelica, Piana Ercole & Gina , Pigliapoco Attilio & Lidia, Pretti Giuseppina & Felice, Pugi Luigi , Raspino padre Francesco, Ravera Carlo & Maria , Repetto don Francesco , Riccardi Pellegrino , Richeldi don Benedetto , Richetto Carmelo & Angiola , Ricotti padre Cipriano , Rizzolio Beatrice , Roda-Boggio Clotilde , Rosadini monsignor Luigi , Rotta Angelo, Sacchi Vando & Ebe, Sacchi Ricardo & Ebe , Sala Anna, Sala don Dante , Salvi don Carlo , Santerini Mario & Lina , Supino Giuseppe , Saracco Michelina , Schivo monsignor Beniamino, Sergiani Enrico & Luigina Manzaroli, Sgatti Alessandro, Irina e Luce , Sibona Enrico , Signori Anna, Signori Gino, Simeoni don Giovanni , Soffici Dante & Giulia
Soffici Oreste & Mariana, Spada Lorenzo , Spingi Vito, Stablum Emanuele, Stortini Quirino, Tagliabue Luigi & Angela, Talamonti Adelino e il figlio Fides , Talamonti Camillo e Fernando
Fernanda, Tambini Aurelio, Aurelia,Vincenzo e Rosita , Tantalo don Gaetano , Tiburzio dr. Giuseppe, Torreggiani Fernando, Tredici Vettorio , Turrini Adele , Vaiani Caterina , Vannini Caterina , Vespignani suor Benedetta , Viale don Raimondo, Vinay Tullio , Vincenti don Federico , Virgili Daria , Virgilio, Mercedes Gianna , Wiel Alessandro & Luisa , Zanardi Luciano, Zanchi Margherita, Zara Adele

Receive more stories like this in your inbox