Which side are you on? The many rivalries of Italy

What’s nice about Italy’s many idiosyncrasies, however, it’s how often they turn into yet another reason to love it, like the most famous of them all, that between North and South ©Dreamstime

The very fact you’re reading this article right now means you are or feel connected in some way to Italy and that you, very likely, love this amazing country. Sure, it’s far from being  perfect, but what place really is? 

What’s nice about Italy’s many idiosyncrasies, however, it’s how often they turn into yet another reason to love it. Take, for instance, the way Italy’s regions are so different  from one another and how proud each of them is of its very own heritage and  traditions. Italy is one country, but there are certainly many “Italies” within our borders, all beautiful and all Italian, the result of a historical and cultural heritage that created a truly unique country, with a  truly unique culture. 

Let’s take a look at some of Italy’s most well  known contentions, starting from the most famous of them all, that between North and South, all the way through traditional sports’ rivalries like that between Inter Milan and FC Juventus. There are cities that make a point of rising above one another from a financial and cultural point  of view, and others fighting over which created Italy’s most ubiquitous  dessert, tiramisù. 

What’s nice about Italy’s many idiosyncrasies, however, it’s how often they turn into yet another reason to love it, like the most famous of them all, that between North and South ©Dreamstime


North and South
Northerners and Southerners are different, and there is nothing wrong  in admitting it. People in the North tend to be a bit more reserved, while people in the South are friendly and expansive. People in the North sometimes feel overwhelmed by Southerners’ warmth, while Southerners find Northerners cold and detached. The South unanimously think their cuisine is the best, while the North points out that, ahem, we-do-have-some-amazing-stuff-too, thank you very much. And the sea. The sea! Nothing compares to Apulia and Calabria’s white beaches, you hear Southerners say, only for Ligurians echoing  their riviera is the most charming in the country, so much so poets and artists wrote about it for centuries.

What’s nice about Italy’s many idiosyncrasies, however, it’s how often they turn into yet another reason to love it, like the most famous of them all, that between North and South ©Dreamstime


Just as it happens in all siblings’ diatribes,  both  sides have  their good points and, well… in the end, they are both right. Truth is you can’t tell the South is better than the North or vice-versa: but  you must accept we Italians we’ll keep discussing about it for ever. 

Italy, the land of many rivalries: Rome versus Naples is one of the most popular! ©Dreamstime


Rome and Naples
Just like Northern and Southern regions, there are cities in Italy that like to bicker with one another from time to time. Our capital, Rome, has had an ongoing rivalry with beautiful  Naples for centuries. You can expect it, as the two cities are used to  be  capitals: Naples was head of her own Kingdom and Rome, well… Rome had her own Empire. Both cities compete also in matters of beauty and art and notably argue about which of the two has the higher number of churches (Rome wins here, with over 200, but Naples follows at about 130: she isn’t called the città dalle mille chiese for nothing).

Italy, the land of many rivalries: Rome versus Naples is one of the most popular! ©Dreamstime

And as you would expect in Italy, a country that over calcio feuds has built a culture, soccer is another reason for contention between the two:  SS Roma and Napoli are great rivals in Serie A.  

When we talk about Italian soccer, the rivalry between Inter and Juve is a classic ©Dreamstime


Inter Milan and FC Juventus 
Speaking of soccer rivalries, the one between the Old Lady, FC Juventus, and Inter Milan is the stuff of legends. First of all, the two teams have an enormous amount of scudetti (Italian championship titles), 35 for Juventus and 18 for Inter Milan, as well as a plethora of international cups. We’re talking Italian football royalty here, so it’s not surprising there’s a bit of beef between the two teams. But it’s even more than that, because the cities the two squads belong are also known to compete with each other. Since the 1950s, when the Italian economic boom had started, Turin and Milan fought hard to win the title of main industrial pole of Italy, the first using FIAT as her main weapon, the second Pirelli, Saras and many other companies. And what’s even more interesting is that for decades the two teams belonged to the families that most represented this industrial rivalry, the Agnellis of Turin — owners of FIAT — and the Morattis of Milan — owners of Saras. 

Where was the tiramisu born? Another Italian rivalry ©Dreamstime


Turin, Siena, Treviso, Emilia Romagna and the endless diatribe over the birth of Tiramisù
Ok, we all know tiramisù. It’s so popular around the world it’s almost too much. Just like pizza, it became synonym with Italian food and it’s often mentioned as an example of Italian desserts. Tiramisù is a very simple dish to make, there is nothing really complex about it, and many a variation on its sponge-cream-aromatic liquid trio has been created throughout the years. However, mystery still surrounds its origins, a mystery that created some heated debate among some of Italy’s nicest cities. The first town to claim tiramisù as her own is Siena, where a very similar dessert was created in honor of Cosimo III de Medici’s visit sometimes in between the 17th and 18th century. Detractors of this theory mention how mascarpone wasn’t used in Siena’s kitchens at the time, as well as the difficulties associated with its transport from Lombardia, its region of origin, to Tuscany. 

Taking a leaf off Pellegrino Artusi’s own La Scienza in Cucina e L’Arte di Mangiar Bene, some think tiramisù comes from Emilia Romagna: Artusi mentions a dessert called Dolce Torino,  typical of his own region, quite similar to our star. One big problem, though: butter was used instead of mascarpone. Speaking of Turin, the Piedmontese city has her own  claim on the origin of tiramisù: indeed, it may have been a local chef to invent it specifically to give a quick pick me up to Camillo Benso Count of Cavour — one of the fathers of Unified Italy — during his long, extenuating days as a minister. 

However, the real fight over the birth of tiramisù is the one between the Friuli Venezia Giulia and Veneto regions. Many support the theory according to which the dessert was created by pastry chef Roberto “Loly” Linguanotto, at the Alle Beccherie restaurant in Treviso, sometimes in the 1960s. For a long time, this theory was considered the most realistic, until Friuli Venezia Giulia said “no!” The people of Tolmezzo claim tiramisù was born as a variation of Artusi’s own Dolce Torino (see above) in local hotel Albergo Roma,  where owner and chef Norma Pielli switched butter with mascarpone, thus creating Italy’s most famous dessert. 

And here comes the final twist… Some Carminantonio Iannaccone maintains he created tiramisù in the 1970s, when he lived and worked in  Treviso. Iannaccone is today a citizen of the US, so we can openly claim Italy’s rivalries made it all the way across the Atlantic!

Il fatto stesso che stai leggendo questo articolo, significa che sei o ti senti in qualche modo collegato all'Italia e che, molto probabilmente, ami questo fantastico paese. Certo, è ben lontano dall'essere perfetto, ma quale posto lo è veramente?

Ciò che è bello delle molte idiosincrasie dell’Italia, tuttavia, è la frequenza con cui queste si trasformano in un altro motivo per amarla. Prendiamo ad esempio il modo in cui le regioni italiane sono così diverse l'una dall'altra e quanto siano orgogliose del loro patrimonio e delle loro tradizioni. L'Italia è un solo paese, ma ci sono certamente molte "Italie" all'interno dei nostri confini, tutte belle e tutte italiane, e sono il risultato di un patrimonio storico e culturale che ha creato un paese davvero unico, con una cultura altrettanto unica.

Diamo un'occhiata ad alcune delle più conosciute contese italiane, a partire dalla più famosa di tutti, quella tra Nord e Sud, fino alle tradizionali rivalità sportive come quella tra l’Inter di Milano e la FC Juventus. Ci sono città che svettano l'una sull'altra da un punto di vista finanziario e culturale, e altre che si contendono il primato della creazione del dessert più diffuso d'Italia: il tiramisù.

Nord e Sud
I settentrionali e i meridionali sono diversi e non c'è nulla di male nell'ammetterlo. Le persone del Nord tendono ad essere un po’ più riservate, mentre le persone nel Sud sono amichevoli ed espansive. La gente del nord a volte si sente sopraffatta dal calore dei meridionali, mentre i meridionali trovano i settentrionali freddi e distaccati. Il Sud pensa unanimemente che la sua cucina sia la migliore, mentre il Nord sottolinea che, ehm, abbiamo anche noi alcune cose incredibili, grazie mille. E il mare. Il mare! Nulla è paragonabile alle spiagge bianche della Puglia e della Calabria, dicono i meridionali, ma fanno eco i liguri per i quali la loro riviera è la più affascinante del paese, tanto che poeti e artisti ne hanno scritto per secoli.

Proprio come succede nelle diatribe fra fratelli, entrambe le parti hanno i loro lati positivi e, beh ... alla fine, hanno entrambi ragione. La verità è che non puoi dire che il Sud è migliore del Nord o viceversa: devi accettare che noi italiani continueremo a discuterne per sempre.

Roma e Napoli

Proprio come le regioni del nord e del sud, ci sono città in Italia che amano litigare continuamente. Da secoli la nostra capitale, Roma, ha una rivalità continua con la bella Napoli. Ce lo si può aspettare, dato che le due città erano capitali: Napoli era a capo del suo regno e Roma, beh ... Roma aveva il suo impero. Entrambe le città gareggiano anche in tema di bellezza e arte e in particolare discutono su quale delle due abbia il maggior numero di chiese (Roma vince in questo caso, con oltre 200 chiese, ma Napoli insegue con circa 130 chiese: non per niente è chiamata la città dalle mille chiese). Come ci si aspetta dall’Italia, paese che sul tifo calcistico ha costruito una cultura, un'altra ragione di contesa tra le due città è il calcio: la Roma e il Napoli sono grandi rivali in Serie A.

Inter di Milano e FC Juventus
Parlando di rivalità calcistiche, quella tra la Vecchia Signora, l'FC Juventus e l'Inter di Milano è roba da leggende. Prima di tutto, le due squadre hanno un'enorme quantità di scudetti (titoli del campionato italiano), 35 per la Juventus e 18 per l'Inter, oltre a una pletora di coppe internazionali. Stiamo parlando di due signore del calcio italiano qui, quindi non sorprende che ci sia un po' di rivalità tra le due squadre. Ma c’è più di questo, perché le città che appartengono alle due squadre sono anche conosciute per competere l'una contro l'altra. A partire dagli anni '50, quando iniziò il boom economico italiano, Torino e Milano lottarono duramente per conquistare il titolo di principale polo industriale d'Italia, la prima con la FIAT come arma principale, la seconda con Pirelli, Saras e molte altre compagnie. E ciò che è ancora più interessante è che per decenni le due squadre sono appartenute alle famiglie che più rappresentavano questa rivalità industriale, gli Agnelli di Torino - proprietari della FIAT - e i Moratti di Milano - proprietari di Saras.

Torino, Siena, Treviso, Emilia Romagna e l'infinita diatriba sulla nascita del Tiramisù

Ok, conosciamo tutti il tiramisù. È così popolare in tutto il mondo che lo è perfino troppo. Proprio come la pizza, è diventato sinonimo del cibo italiano e viene spesso citato come un esempio di dessert italiano. Il tiramisù è un piatto molto semplice da preparare, non c'è nulla di veramente complesso e molte varianti del suo aromatizzato trio liquido con soffice panna sono state create nel corso degli anni. Tuttavia, il mistero circonda ancora le sue origini, un mistero che ha suscitato un acceso dibattito tra alcune delle città più belle d'Italia. La prima città a rivendicare il tiramisù come proprio è Siena, dove un dolce molto simile è stato creato in onore della visita di Cosimo III de' Medici tra il 17° e il 18° secolo. I detrattori di questa teoria menzionano il fatto che il mascarpone non veniva usato nelle cucine senesi del tempo, così come le difficoltà associate al trasporto del mascarpone dalla Lombardia, sua regione di origine, alla Toscana.

Prendendo spunto da La Scienza in Cucina e L'arte di Mangiar Bene di Pellegrino Artusi, alcuni pensano che il tiramisù provenga dall'Emilia Romagna: Artusi menziona un dolce chiamato Dolce Torino, tipico della sua regione, abbastanza simile alla nostra prelibatezza. Un grosso problema, però: al posto del mascarpone veniva usato il burro. A proposito di Torino, la città piemontese ha la sua pretesa sull'origine del tiramisù: anzi, potrebbe essere stato uno chef locale ad inventarlo appositamente per dare a Camillo Benso Conte di Cavour - uno dei padri dell’unificazione d'Italia - un dolce facile da mangiare al cucchiaio durante i suoi lunghi e estenuanti giorni da ministro.

Tuttavia, la vera contesa sulla nascita del tiramisù è quella tra il Friuli Venezia Giulia e il Veneto. Molti sostengono la teoria secondo cui il dessert è stato creato dal pasticcere Roberto "Loly" Linguanotto, nel ristorante Alle Beccherie di Treviso, attorno agli anni '60. Per lungo tempo questa teoria è stata considerata la più realistica, fino a quando il Friuli Venezia Giulia ha detto "no!". La gente di Tolmezzo sostiene che il tiramisù sia nato come variazione del Dolce Torino di Artusi (vedi sopra) all’Albergo Roma, dove il proprietario e la chef Norma Pielli sostituirono il burro con il mascarpone, creando così il dessert più famoso d'Italia.

E qui arriva la svolta finale ... tale Carminantonio Iannaccone sostiene di aver creato il tiramisù negli anni '70, quando visse e lavorò a Treviso. Oggi Iannaccone è cittadino degli Stati Uniti, quindi possiamo tranquillamente dire che le rivalità dell'Italia hanno attraversato tutto l'Atlantico!

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Italian men’s suits – why are they so special?

A debate on whether a man in a suit generates appeal might last a minute or two. The same debate on a man in an Italian suit would be over before I...

A Renaissance tradition becomes popular again: Florence and its buchette del vino

Florence’s streets are filled with secrets and curiosities: some of them are known to those into history and local legends, others are so obscure...

Italy’s lighthouses – new lights for old treasures

There seems to be a shared fascination with lighthouses the world over. These austere pillars of hope and guidance, most often planted on precarious...

The neglected gem of Italy’s heel: Bari

Puglia needs no special introduction. Its sea, the baroque grandeur of Lecce, its olive oil and fresh cheeses: all in the region of Italy’s “heel”...

Guess who’s coming for dinner: did the Romans really make it to America?

We all know when and how the American continent was discovered — let us not delve into the unnerving diatribe about “discovering” vs “conquering”...

Weekly in Italian

Recent Issues