In memoria di 4 caduti e 15 sopravvissuti abruzzesi che indossarono la divisa a Stelle e Strisce

In memoria di 4 caduti e 15 sopravvissuti abruzzesi che indossarono la divisa a Stelle e Strisce

Antonio Del Sordo fu soldato del 315° Reggimento Fanteria – Compagnia B – 79° Divisione A.E.F., Forza di Spedizione Americana in Europa durante la 1° Guerra Mondiale. Era nato a Canzano (Teramo), il 9 aprile 1892 e vissuto a Giulianova fin dalla tenera età, perché orfano di padre (e fino alla sua emigrazione a Philadelphia con il patrigno Michele Pace) ma morì in un ospedale da campo belga a Tours (Nord-Est – Francia), l’11 ottobre 1918.

Lo hanno ricordato a Giulianova gli eredi con Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon durante una cerimonia solenne e con lo scoprimento di una targa dedicata e posizionata all’interno della cappella di famiglia.

La salma si trova a Giulianova perché la famiglia, su indicazione dell’esercito USA in Europa, diede la disponibilità alla traslazione dal cimitero militare americano in Francia “Oise-Aisne American Cimetery” l’11 luglio 1924 a Giulianova.

Grazie agli organizzatori del XX Festival Bande Internazionali di Giulianova, una delegazione militare della “U.S. Naval Forces Europe – Allied Forces Band USA, ospite d’onore, hanno presenziato con un trombettiere.

La banda degli Stati Uniti Naval Forces Europe (NAVEUR Band) è la componente musicale delle forze navali statunitensi Europa - Forze navali in Africa, un comando subordinato del Comando europeo degli Stati Uniti e del Comando degli Stati Uniti in Africa.

Al termine della scopertura della targa, è stata letta la biografia del soldato Del Sordo, realizzata dal ricercatore storico Walter De Berardinis in collaborazione con il collega Luca Angeli di Pavia. A seguire, lettura e visita di altre due tombe di soldati dell’Esercito USA della 1° G.M. sepolti a Giulianova. La città di Giulianova, nel “Pantheon” dei caduti della 1° Guerra Mondiale, annovera 4 caduti con la divisa USA sul fronte francese: Elia Atriano, Flaviano Di Donato, Antonio Del Sordo e Domenico Faiazza e 15 reduci, sempre con la divisa USA, tornati vivi e poi morti negli USA o in Italia: Pietro De Dominicis, Luigi Leodori, Flaviano Buoni, Nicola Sistilli, Francesco Ettorre, Giuseppe Ettorre, Amilcare Ettorre, Giacinto Paolini, Flaviano Di Cesare, Vincenzo Biondi, Vincenzo Ianni, Ernesto Coticchia, Salvatore Cavalli, Diadoro Tarquini e Luciano Montini. Alcuni di questi soldati erano nati nelle città limitrofe, poi trasferiti con le proprie famiglie a Giulianova in tenera età, per poi emigrare negli USA all’inizio del ‘900.

In memoria di 4 caduti e 15 sopravvissuti abruzzesi che indossarono la divisa a Stelle e Strisce

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

L’influenza spagnola svelata in una lettera del 1918 conservata a Teramo

L’influenza spagnola svelata in una lettera del 1918 conservata a Teramo

L’influenza spagnola degli anni 1918-19 fu la più grande pandemia del XX secolo. Si ritiene che oltre 200 milioni di persone siano state colpite...
Istituto Centrale per la Patologia del Libro, una storia iniziata nel 1938

Istituto Centrale per la Patologia del Libro, una storia iniziata nel 1938

L’importanza dell’Istituto Centrale per la Patologia del Libro è riconosciuta fin dall’anno della sua fondazione, il 1938: negli anni di pieno regime...
My Lucanian Roots: ponte socio-culturale tra Paterson e Montescaglioso

My Lucanian Roots: ponte socio-culturale tra Paterson e Montescaglioso

C’è anche il progetto “My Lucanian Roots” tra quelli finanziati dalla Giunta della Regione Basilicata a favore dei Lucani nel Mondo. Il progetto, che...
Trieste rende omaggio al 75° anniversario dell'insurrezione che il 30 aprile 1945 liberò la città

Trieste rende omaggio al 75° anniversario dell'insurrezione che il 30 aprile 1945 liberò la città

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha scritto una lettera indirizzata alla Associazione Volontari della Libertà di Trieste, in...
Dal Comitato Nazionale di Liberazione alla resa agli Alleati firmata il 3 maggio: 75 anni fa si scriveva la storia

Dal Comitato Nazionale di Liberazione alla resa agli Alleati firmata il 3 maggio: 75 anni fa si scriveva la storia

“Cittadini, lavoratori! Sciopero generale contro l'occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre...

Weekly in Italian

Recent Issues