From Festa della Repubblica to Matera European Capital of Culture

The Staff of the Italian Consulate joined Consul General, Lorenzo Ortona, and his wife Sheila for a group photo. Ph Credits Emanuela Quaglia

The Staff of the Italian Consulate joined Consul General, Lorenzo Ortona, and his wife Sheila for a group photo. Ph Credits Emanuela Quaglia

For the 73rd time in their history, Italy and Italians celebrated the Festa della Repubblica, with events across the globe aiming to underline the relevance of what happened in the country in 1946. June 2nd became a public holiday only in 2000 though, when Italian President of the Republic, Carlo Azeglio Ciampi, decided to make a National Day of celebrations. In fact, not only did the date mark Italian citizens’ choice of the Republic over the Monarchy, but it was also the first time all Italian women could participate to a National vote, after they had had the first opportunity a few months earlier, during local elections.

Since Italians decided to give up the Monarchy and embrace the Republican State, it is today seen also as an opportunity for Italian embassies and citizens around the world to get together. Usually, Ambassadors and General Consuls invite Heads of State of other Countries to the celebrations whereas, in Rome, leaders from around the world come to meet the President of the Republic and Italian representatives at official ceremonies. There is a military Parade in honor of the Republic held in Via dei Fori Imperiali in Rome, like it happened in 1948 for the first time. During the morning ceremonies, officials lay a wreath at Italy’s Tomb of the Unknown Soldier, whereas later in the day, the public gardens at the Palazzo del Quirinale feature performances by the martial bands of the Italian Army, Navy, Air Force, Carabinieri, Guardia di Finanza. One of the highlights is surely the so-called Frecce Tricolori, who fly over the Vittoriano monument, trailing green, white, and red smoke.

The Staff of the Italian Consulate joined Consul General, Lorenzo Ortona, and his wife Sheila for a group photo. Ph Credits Emanuela Quaglia

Italian representatives in the US are also part of the celebrations and, in San Francisco, the City Hall lights up in verde-bianco-rosso colors, the ones of Italy’s flag, to testimony the strong ties between the Bay Area and the Bel Paese. Over the last few years, the Festa della Repubblica, held at the St Francis Yacht Club in San Francisco, has also become a special moment dedicated to an Italian city, whose connections with the Bay Area are or have become strong. 

During this year’s event, Consul General Lorenzo Ortona reminded guests how the tradition he started with the city of Lucca in 2017, was then followed by the city of Genoa in 2018 and the city of Matera in 2019. All these events have been unique and memorable, as they hosted local delegations, like for example the Sbandieratori della Città di Lucca and the Mayor of Genoa. In 2019, the delegation from the City of Matera has been part of a three-day event, including the Festa della Repubblica Party; a visit to NASA; a dinner at A16 restaurant with a special menu featuring the regional cuisine of Basilicata; and a Photo Exhibition by Nico Colucci at the Italian Cultural Institute.

Da sinistra, Paolo Verri con il Console Generale Lorenzo Ortona - Ph Credits Emanuela Quaglia

At the Festa della Repubblica event, hosted by the Italian Consulate, guests could taste terrific food of the Basilicata tradition, such as the pane di Matera (Matera’s bread), whose perfect loaf is conical in shape, with a thick brown crust and a soft, salty interior; a popular legumes soup; and a special vanilla gelato with extra-virgin olive oil and candied cherry on top, alongside a shot of the Amaro Lucano liqueur. During the night at the Italian Institute, instead, guests listened to some traditional music by Giuliana De Donno and Vito Paternoster. By playing the cello, Mr Paternoster performed Bach’s Suite No 3 in D major and the well know Modugno’s Volare. On the other hand, Mrs De Donno entertained the audience with tarantella capuanese, the Tarascone, and the Polka di Vittorio.

The special gelato prepared to celebrate Matera Ph credits Emanuela Quaglia

Putting the City of Matera in the spotlight for the week served well the status of European Capital of Culture the city received for 2019. The title, issued by the European Commission, aims to highlight the richness and the diversity of cultures across Europe and to celebrate the cultural features European citizens share. Over the years, the experience has shown cities being regenerated as they were able to raise their international profile while boosting tourism. When it came to Matera, the experts’ committee mostly appreciated “the city’s visionary aim of being at the forefront of a movement stripping away the barriers to culture - especially through new technologies and learning.”

The city, best known for its cave-dwelling districts, the Sassi, has been a UNESCO World Heritage Site since 1993. As many know, the Sassi were home to a prehistoric troglodytic settlement thought to be among the first human settlements in all of Italy. The cavemen, that populated the area for at least 35.000 years, harmoniously integrated into the natural terrain and ecosystem. Therefore, not only does the site include houses, but also churches, monasteries, and hermitages, built into the natural caves of the Murgia, covering an area of 1.016 ha that can be easily visited.

The Staff of the Italian Consulate joined Consul General, Lorenzo Ortona, and his wife Sheila for a group photo. Ph Credits Emanuela Quaglia

It is not a surprise that many movies were filmed in Matera, from Christ Stopped at Eboli by Director Francesco Rosi to The Passion of the Christ by Director Mel Gibson; from Mathera by Directors Invernizzi and Vito Salinaro, to Wonder Woman whose scenes from the Amazons' city were shot in the square and church of San Pietro Caveoso. Some of them will be also screened at the Italian Cultural Institute, starting on June 24th through August 21st, for the initiative called The Shot in Matera - A Film Retrospective. 

Paolo Verri, General Manager of the Fondazione Matera Basilicata 2019, also part of the Delegation in San Francisco, shared some of the initiatives that are making the experience magical and matchless for more than 500K expected visitors. In fact, since the beginning of the year, visitors receive a map of the region and, after the time spent walking around the famous Sassi, they can now add other unforgettable, close-by places that are worth a visit to their bucket list. In addition, the Matera 2019 Passport - once purchased - allows unlimited visits to exhibitions that slowly appear around town over the course of twelve months. 

As Salvatore Adduce - President of the Matera Basilicata 2019 Foundation - once underlined, “Matera does not want tourists. Matera wants temporary cultural inhabitants.” There are more than 1500 events planned for the entire year. Not only will they allow to enjoy the city in its extraordinary beauty, but also to embrace its vision of the future, without forgetting the history that started thousands years ago and it’s now discovered by more and more people from around the world.

Per la 73° volta nella storia, l'Italia e gli italiani hanno celebrato la Festa della Repubblica, con eventi in tutto il mondo volti a sottolineare la rilevanza di quanto accaduto nel paese nel 1946. Il 2 giugno è diventato un giorno festivo solo nel 2000, quando il Presidente della Repubblica italiana, Carlo Azeglio Ciampi, ha deciso di istituire un giorno di festa nazionale. Infatti, non solo la data ha segnato la scelta della Repubblica da parte dei cittadini italiani rispetto alla monarchia, ma è stata anche la prima volta che tutte le donne italiane hanno potuto partecipare a un voto nazionale, dopo aver avuto la prima opportunità qualche mese prima, durante le elezioni locali.

Da quando gli italiani hanno deciso di abbandonare la monarchia e di abbracciare lo stato repubblicano, la data è considerata anche un'opportunità per le ambasciate italiane e i cittadini di tutto il mondo di riunirsi. Di solito, gli ambasciatori e i consoli generali invitano i capi di stato di altri paesi alle celebrazioni mentre, a Roma, i leader di tutto il mondo vanno a incontrare il presidente della Repubblica e i rappresentanti italiani durante le cerimonie ufficiali. C'è una parata militare in onore della Repubblica in Via dei Fori Imperiali a Roma, come avvenne per la prima volta nel 1948. Durante le cerimonie del mattino, i funzionari depongono una corona sulla tomba nazionale del Milite Ignoto, mentre nel corso della giornata, i giardini pubblici del Palazzo del Quirinale presentano esibizioni delle bande militari dell'Esercito, della Marina, dell'Aeronautica, dei Carabinieri, della Guardia Italiana di Finanza. Uno dei momenti salienti è sicuramente quello delle Frecce Tricolori, che sorvolano il monumento del Vittoriano, disegnando con i fumogeni il verde, il bianco e il rosso.

Anche i rappresentanti italiani negli Stati Uniti fanno parte delle celebrazioni e, a San Francisco, il municipio si è acceso nei colori verde-bianco-rosso, quelli della Bandiera italiana, a testimonianza dei forti legami tra la Bay Area e il Bel Paese. Negli ultimi anni, la Festa della Repubblica, tenutasi allo St. Francis Yacht Club di San Francisco, è diventata anche un momento speciale dedicato a una città italiana, i cui legami con la Bay Area sono o sono diventati forti.

Durante l'evento di quest'anno, il Console Generale Lorenzo Ortona ha ricordato agli ospiti come la tradizione è iniziata con la città di Lucca nel 2017, è stata seguita dalla città di Genova nel 2018 e dalla città di Matera nel 2019. Tutti questi eventi sono stati unici e memorabili, in quanto hanno ospitato delegazioni locali, come ad esempio gli Sbandieratori della Città di Lucca e il sindaco di Genova. Nel 2019, la delegazione della Città di Matera ha fatto parte di un evento di tre giorni, tra cui il party per la Festa della Repubblica; una visita alla NASA; una cena al ristorante A16 con un menù speciale con cucina regionale della Basilicata; e una mostra fotografica di Nico Colucci all'Istituto Italiano di Cultura.

All'evento per la Festa della Repubblica, ospitato dal Consolato italiano, gli ospiti hanno potuto degustare cibo eccezionale della tradizione lucana, come il pane di Matera. Il fantastico pane è di forma conica, con una spessa crosta marrone e un morbido interno salato; una popolare zuppa di legumi; e uno speciale gelato alla vaniglia con olio extravergine d'oliva e con una ciliegina candita in cima, insieme a un bicchierino del liquore Amaro Lucano. Durante la serata all'Istituto italiano, invece, gli ospiti hanno ascoltato musica tradizionale di Giuliana De Donno e Vito Paternoster. Suonando il violoncello, Paternoster ha eseguito la Suite n. 3 di Bach in re maggiore e il ben conosciuto Volare di Modugno. De Donno ha invece intrattenuto il pubblico con tarantella capuanese, il Tarascone e la Polka di Vittorio.

Mettere la città di Matera sotto i riflettori per la settimana ha omaggiato lo status di Capitale europea della cultura che la città ha ricevuto per il 2019. Il titolo, proclamato dalla Commissione europea, ambisce a mettere in risalto la ricchezza e la diversità delle culture in tutta Europa e a celebrare le caratteristiche culturali che condividono i cittadini europei. Nel corso degli anni, l'esperienza ha dimostrato che le città si sono rigenerate in quanto sono state in grado di migliorare il loro profilo internazionale e di aumentare il turismo. Quando è toccato a Matera, il comitato di esperti ha apprezzato soprattutto "l'obiettivo visionario della città di essere in prima linea in un movimento che elimina le barriere alla cultura, in particolare attraverso le nuove tecnologie e l'apprendimento".

La città, conosciuta soprattutto per i suoi rioni scavati nelle grotte, i Sassi, è stata dichiarata dall'UNESCO patrimonio dell'umanità dal 1993. Come molti sanno, i Sassi ospitarono un insediamento trogloditico preistorico ritenuto tra i primi insediamenti umani di tutta Italia. Gli uomini delle caverne, che hanno popolato l'area per almeno 35.000 anni, si integrarono armoniosamente nel terreno naturale e nell'ecosistema. Pertanto, non solo il sito include case, ma anche chiese, monasteri ed eremi, costruiti nelle grotte naturali della Murgia, che coprono un'area di 1.016 ettari che può essere facilmente visitata.

Non è una sorpresa che molti film siano stati girati a Matera, da Cristo si è fermato a Eboli del regista Francesco Rosi a The Passion of the Christ del regista Mel Gibson; da Mathera dei registi Invernizzi e Vito Salinaro, a Wonder Woman le cui scene dalla città delle Amazzoni sono state girate nella piazza e nella chiesa di San Pietro Caveoso. Alcuni di questi saranno proiettati anche all'Istituto Italiano di Cultura, dal 24 giugno al 21 agosto, per l'iniziativa The Shot in Matera - A Film Retrospective.

Paolo Verri, direttore generale della Fondazione Matera Basilicata 2019, che ha fatto parte della Delegazione a San Francisco, ha condiviso alcune delle iniziative che rendono l'esperienza magica e senza pari per gli oltre 500.000 visitatori attesi. Infatti, dall'inizio dell'anno, i visitatori ricevono una mappa della regione e, dopo il tempo trascorso a spasso per i famosi Sassi, possono ora andare in altri luoghi indimenticabili, che meritano una visita. Inoltre, il Passaporto di Matera 2019 - una volta acquistato - consente visite illimitate a mostre che si svolgono in città nel corso dei dodici mesi.

Come Salvatore Adduce - presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019 - una volta ha sottolineato, "Matera non vuole turisti. Matera vuole abitanti culturali temporanei". Ci sono più di 1500 eventi previsti per l'intero anno. Non solo permetteranno di godersi la città nella sua straordinaria bellezza, ma anche di abbracciare la sua visione del futuro, senza dimenticare la storia iniziata migliaia di anni fa e che ora viene scoperta da sempre più persone provenienti da tutto il mondo.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Pasta Grannies: Italian nonne take YouTube by Storm

If you are familiar with all that’s trending on YouTube , then you may know The Pasta Grannies, a channel with more than 400.000 subscribers where...

Roma Caput Mundi… and cinema! The most iconic movie location of Italy’s capital

Roma, the head of the world: that’s what our ancestors used to say and that’s what our title is about. The city has been going through some difficult...

Palermo’s own Sunday feast: timballo di anelletti al forno

Baked anelletti pasta is a recipe traditional to Palermo, but it is a dish that holds a special place in the hearts of almost all Sicilians. If you...

Caltagirone, a stairway to heaven

Brimming with cultural vigor, strength and resilience, Caltagirone is the heart of the authentic, wild southeastern Sicily. The scenic town is a...

Yabla: Learn Italian with TV, Film and Videos

You may have a little Italian under your belt, perhaps from family experience, travel, tutors, or classes, and you want to improve your skills in a...

Weekly in Italian

Recent Issues