A Taranto, sulle rive del mar Piccolo, in scena la rievocazione storica della Battaglia dell’XI secolo tra Normanni e Bizantini

A Taranto, sulle rive del mar Piccolo, in scena la rievocazione storica della Battaglia dell’XI secolo tra Normanni e Bizantini

Il 15 e 16 giugno, a Taranto, sulle rive del mar Piccolo andrà in scena la rievocazione storica “Battaglia dell’XI secolo tra Normanni e Bizantini”. Una rievocazione che, negli anni, è diventata tra le più importanti d’Italia, valorizzando storia e territorio. Sono, infatti, migliaia i visitatori, oltre 200 rievocatori, 27 associazioni in arrivo da numerose regioni, ma anche da Ungheria e Bulgaria, 50 tende militari e 2 giorni di combattimenti.

L’evento, organizzato dall’associazione “I Cavalieri de li Terre Tarentine” in collaborazione con “Histò San Pietro sul Mar Piccolo”, è in programma a Taranto sabato 15 e domenica 16 giugno e rientra nel progetto “Taras Lives Again”, supportato dalla Regione Puglia e dal Comune di Taranto. Si punta a raccontare il territorio attraverso un’idea di “storia vivente” che, oltre la Battaglia, includerà un altro evento nel mese di settembre “Taras il cammino della sua storia”, legato invece al periodo magno-greco. Tutto questo con il prezioso apporto dell’Università di Foggia.

Ad ospitare l’evento, con la voce narrante dell’attore Giovanni Guarino, la zona de “I Battendieri” lungo la Circum Mar Piccolo. Uno scenario suggestivo immerso nella natura. Entrambe le giornate aranno inframezzate dalla possibilità di fare delle escursioni a cura dell’associazione Nobilissima Taranto con il geologo Angelo Doglioni.
“Questo - sottolinea il Presidente dell’associazione “I Cavalieri de li Terre Tarentine” Vito Maglie - è un evento culturale inteso come conoscenza dei luoghi e della storia. Tutto è realizzato con coerenza filologica e questo ci permette anche di collaborare con le scuole. In particolare Frascolla e istituto Pitagora”.

“Come amministrazione - sottolinea l’assessore alla cultura di Taranto Fabiano Marti - crediamo fortemente in manifestazioni che possano promuovere il territorio. Eventi come questo hanno la caratteristica fondamentale di creare un forte collegamento tra Taranto e la sua storia. Se si vuole creare un futuro solido, è necessario prima riappropriarsi del proprio passato”.

“Rispetto allo scorso anno - spiega lo chef dell’”Histò San Pietro sul Mar Piccolo” Domenico Consoli - abbiamo potenziato l’area ristorazione, coniugando alta qualità e promozione turistica in un luogo unico”.
“L’Università di Foggia - racconta il professor Danilo Leone - ha sottoscritto con l’associazione un protocollo d’intesa per le attività di valorizzazione del patrimonio costiero e della cultura del mare nell’ambito del progetto internazionale FISH & C.H.I.P.S.: Cultural Heritage, Identity and Participated Societies che ha come partner Confcommercio Taranto, Ionian University Grecia, Ephorate of Antiquies of Corfù, Regione Puglia e Museo Archeologico Nazionale di Taranto – MarTA”.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Tra tempeste e alisei, anche il viaggio di ritorno dalle Americhe non fu facile per Colombo e le sue caravelle

Tra tempeste e alisei, anche il viaggio di ritorno dalle Americhe non fu facile per Colombo e le sue caravelle

Il blu del mare. Profondo. Infinito. Ovunque si guardi l’orizzonte dall’isola di Santa Maria nell’arcipelago portoghese delle Azzorre, c’è solo l’...
 Ricordare il passato per guardare al futuro in modo consapevole: Memoria Viva a Cassino

Ricordare il passato per guardare al futuro in modo consapevole: Memoria Viva a Cassino

Ricordare il passato e guardare al futuro in modo più consapevole, attraverso il ricorso a tecnologie innovative, come la realtà aumentata, e...
Il ricordo del mio primo giorno di scuola

Il ricordo del mio primo giorno di scuola

Il ricordo del primo giorno di scuola, quando le scuole si riaprivano il 1°ottobre, me lo porto dietro come un vecchio santino nel portafoglio che...
'Settembre, andiamo. E’ tempo di migrare'. D'Annunzio e il suo Abruzzo

'Settembre, andiamo. E’ tempo di migrare'. D'Annunzio e il suo Abruzzo

“Settembre, andiamo. E’ tempo di migrare. Ora in terra d’Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare : scendono all’Adriatico...
Storia di un anarchico abruzzese tra Stati Uniti e Sud America

Storia di un anarchico abruzzese tra Stati Uniti e Sud America

Sono pochi gli uomini che si spendono per gli altri. Eccezioni. Ma sono le eccezioni che aiutano a credere negli uomini. E per convincersi che l’...

Weekly in Italian

Recent Issues