La Puglia punta al mercato statunitense per promuovere le eccellenze imprenditoriali nelle biotecnologie e nel farmaceutico

La Puglia punta al mercato statunitense per promuovere le eccellenze imprenditoriali nelle biotecnologie e nel farmaceutico

La Regione Puglia punta al mercato statunitense per promuovere le eccellenze del suo territorio nelle biotecnologie e nel farmaceutico. A Philadelphia, negli Usa, ha partecipato alla Bio International Convention.
Si tratta del più importante evento al mondo per la ricerca di partner e investitori nel campo delle biotecnologie. Un'occasione rilevante sia per gli imprenditori di biotech e del farmaceutico che per istituzioni come le Regioni. Gli operatori pugliesi avranno la possibilità di incontrare i più importanti player finanziari al mondo interessati ad investire, le Regioni avranno l'opportunità di promuovere l'innovazione dei propri territori e gli strumenti di supporto agli investimenti internazionali. Proprio per questo oltre alla parte espositiva, la convention di Philadelphia mette a disposizione delle imprese una piattaforma virtuale per programmare gli incontri one-to-one con potenziali partner e investitori. La stessa piattaforma ha consentito, durante l'edizione dell'anno scorso, di programmare 47mila incontri.

Un'occasione, questa, che la Regione Puglia ha voluto cogliere. A spiegarlo è l'assessore allo Sviluppo economico Cosimo Borraccino: "Stiamo valorizzando un settore strategico e innovativo per la Puglia, un settore che vale 1 miliardo di euro sui mercati esteri. Ma stiamo puntando anche su un Paese che è un partner commerciale molto importante per la Puglia: nelle esportazioni di prodotti biotech e farmaceutici, gli Usa occupano il quinto posto tra i partner della nostra regione con un valore di 42,7 milioni di euro. Alla Convention di Philadelphia presentiamo progetti nati in Puglia, altamente innovativi, come dispositivi medici efficaci nel trattamento dell'obesità, reti per lo sviluppo di nuovi radiofarmaci, piattaforme tecnologiche per la chirurgia alla cornea. Progetti per i quali una vetrina come quella di Philadelphia, potrà offrire partner e investitori".

La Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia, in collaborazione con la società regionale in house Puglia Sviluppo, era presente all'evento nell'ambito della partecipazione collettiva organizzata dall'Ice Agenzia. Lo spazio espositivo oltre al desk "Invest in Apulia" ha ospitato una delegazione di aziende innovative di settore: Gelesis Srl di Calimera (Le), Itel Telecomunicazioni Srl di Ruvo di Puglia (Ba) e Ivis Technologies Srl di Taranto.

La Gelesis presenta PlenitY (Gelesis 100), un nuovo dispositivo medico per trattare l'obesità e altre malattie croniche del tratto gastrointestinale, somministrato per via orale sotto forma di capsule. Negli studi clinici, questo nuovo trattamento non stimolante e non sistemico, approvato dalla Food and Drug Administration (Fda) statunitense, ha dimostrato di essere efficace, sicuro e ben tollerato.

La Itel Telecomunicazioni punta a creare una rete di enti pubblici e privati per lo sviluppo di nuovi radiofarmaci, in grado di supervisionare e realizzare fasi di ricerca e sviluppo: dalla concezione di una nuova molecola (New Chemical Entity), fino a studi clinici sull'uomo.

La Ivis Technologies porta a Philadelphia Ivis Suite, una piattaforma tecnologica integrata per la chirurgia corneale personalizzata e controllabile a distanza, l'unica disponibile sul mercato internazionale, che garantisca elevati livelli di prestazioni anche in aree geografiche remote.

 

 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Il Coronavirus si abbatte sull'export record di cibo italiano (+11,3%) in Usa

Il Coronavirus si abbatte sull'export record di cibo italiano (+11,3%) in Usa

L’emergenza Coronavirus si abbatte sul commercio internazionale dopo il record storico fatto registrare dal Made in Italy agroalimentare all’estero...
Coronavirus, un miliardo di piante e fiori appassiti: in ginocchio uno dei settori più belli e amati del made in Italy

Coronavirus, un miliardo di piante e fiori appassiti: in ginocchio uno dei settori più belli e amati del made in Italy

L’emergenza Coronavirus sta mettendo in ginocchio uno dei settori più belli e amati del made in Italy, quello del florovivaismo con un miliardo di...
Attivata la rete diplomatica a difesa dei prodotti alimentari made in Italy

Attivata la rete diplomatica a difesa dei prodotti alimentari made in Italy

È stata attivata la rete diplomatica. È quando ha dichiarato il Ministro delle Politiche Agricole e Alimentari, Teresa Bellanova, come risposta alla...
È la mozzarella di bufala il prodotto made in Italy più amato dagli influencer nordamericani

È la mozzarella di bufala il prodotto made in Italy più amato dagli influencer nordamericani

È la mozzarella di bufala il prodotto made in Italy più amato dagli influencer nordamericani. Sale sul podio, insieme alla pasta fresca e al...
A rischio 19 miliardi di valore aggiunto per gli effetti del Coronavirus in Italia

A rischio 19 miliardi di valore aggiunto per gli effetti del Coronavirus in Italia

Una riduzione del valore aggiunto dell’Italia di quasi 19 miliardi di euro su base annua, pari al -1,2% rispetto al 2019. È questa la stima degli...

Weekly in Italian

Recent Issues