A Washington il festival 'Unexpected Italy: a celebration of Italian culture’

A Washington il festival 'Unexpected Italy: a celebration of Italian culture’

Il Festival “Unexpected Italy: a celebration of Italian culture” organizzato dal Kennedy Center for the Performing Arts in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Washington DC e l’Istituto Italiano di Cultura, corona l’ampio programma culturale italiano nella capitale USA.

Il Festival, che avrà luogo dal 3 maggio al 1° giugno, è stato presentato dall’ambasciatore d’Italia, Armando Varricchio, dalla presidente del Kennedy Center, Deborah Rutter, e dal Maestro Gianandrea Noseda, direttore musicale della National Symphony Orchestra, nel corso di un evento a Villa Firenze, cui hanno partecipato le principali istituzioni culturali di Washington, la stampa e un vasto pubblico di amanti della cultura e dell’arte italiana.

Un mese di concerti che mira a celebrare l'ampia gamma di musica di tutti i generi venuti dall'Italia, ma anche ad offrire la possibilità per il pubblico americano di sperimentare aspetti della cultura italiana meno noti e familiari. Opera, musica sinfonica, pop, jazz e ballate folkloristiche fanno parte di un programma che passa dallo Stabat Mater di Rossini alla Tosca di Puccini, da Vinicio Capossela alla voce di Simona Molinari.
Il Maestro Noseda ha ricordato come obiettivo del Festival sia quello di “avvicinare il pubblico americano ad un Italia inaspettata, meno nota ma altrettanto affascinante e sorprendente”, mentre l’Ambasciatore ha sottolineato come “l’appuntamento del Festival rappresenti un momento unico per celebrare la cultura italiana e i suoi contributi al progresso dell’umanità, grazie alla fruttuosa collaborazione avviata con il Kennedy Center”.

Il Festival corona l’offerta culturale italiana a Washington in questo primo scorcio del 2019. Una vera e propria “primavera italiana” ha sottolineato l’Ambasciatore, ricordando la mostra alla National Gallery of Art per il 500esimo anniversario della nascita del Tintoretto, l’esposizione “Queens of Egypt” organizzata al National Geographic Museum, in collaborazione con il Museo Egizio di Torino e la mostra di Enrico David al Hirshhorn Museum.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Mattarella: riaffermare la centralità del principio di uguaglianza contro ogni forma di discriminazione

Mattarella: riaffermare la centralità del principio di uguaglianza contro ogni forma di discriminazione

"La tredicesima Giornata Mondiale contro l’Omofobia la Bifobia e la Transfobia, istituita dal Parlamento Europeo nel 2007, costituisce l’occasione...
Arrivano 385 Bandiere Blu sulle coste italiane: la qualità dell'acqua (e dei servizi) è certificata

Arrivano 385 Bandiere Blu sulle coste italiane: la qualità dell'acqua (e dei servizi) è certificata

Non basta avere l’acqua pulita ma occorre ottenere buoni punteggi anche rispetto ad altri 32 indicatori di qualità ambientale. La Bandiera Blu è un...
Crepe nell'affresco: i capolavori di San Gimignano a rischio

Crepe nell'affresco: i capolavori di San Gimignano a rischio

“Fate presto, il restauro non può più attendere e ve lo stiamo dicendo da tempo”. Sono a rischio gli affreschi di Benozzo Gozzoli nella chiesa di...
L’Arte di Salvare l’Arte del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio culturale

L’Arte di Salvare l’Arte del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio culturale

Il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio culturale festeggia il 50° anniversario della sua nascita con la mostra dal titolo “L’Arte di Salvare l’Arte...
Videogame nei musei? Sono tecnologie applicate ai beni culturali

Videogame nei musei? Sono tecnologie applicate ai beni culturali

Comprendere e mettere a punto strategie, approcci ed esperienze per l’utilizzo dei videogame nei musei. Se ne è discusso a Palazzo Massimo di Roma...

Weekly in Italian

Recent Issues