Cresce l’appeal turistico del Belpaese in Usa. All’estero piacciono Assisi, Matera, Trieste, Cinque Terre e Val Gardena

Cresce l’appeal turistico del Belpaese in Usa. All’estero piacciono Assisi, Matera, Trieste, Cinque Terre e Val Gardena

Continuano ad essere positivi i segnali dell’“annata” vacanziera per l’Italia: lo dimostrano i dati sulla Pasqua. I primi risultati del monitoraggio dell’Ufficio Studi di ENIT sulle vendite dell’Italia all’estero per il periodo pasquale registrano una crescita dell’appeal del Bel Paese.

Anche nelle prenotazioni delle strutture ricettive delle destinazioni di punta del turismo italiano, la Pasqua dimostra di inaugurare una buona stagione. 

In testa col 95% di prenotazioni le mete del turismo culturale e religioso come Assisi, Matera e Trieste, quelle balneari delle Cinque Terre e Lignano Sabbiadoro e tiene ancora la montagna con Madonna di Campiglio e Selva di Val Gardena.
I mercati maggiormente interessati a trascorrere la primavera nel Bel Paese saranno la Russia e gli Stati Uniti: dove nelle prenotazioni aeree fino ai primi di maggio mostrano una crescita di arrivi aeroportuali rispettivamente del +10,4% e +6,2% (Ufficio Studi ENIT su dati Forwardkeys, prenotazioni “on the book” fino al 5 Maggio 2019).

“L’Italia è ben venduta all’estero - afferma Giovanni Bastianelli Direttore Esecutivo di ENIT Agenzia Nazionale del Turismo - grazie anche alla rete di tour operator che veicolano la commercializzazione delle nostre mete turistiche con i quali le 30 sedi di ENIT hanno stretto azioni concrete di supporto alle vendite. Se un terzo dei tour operator mondiali che vendono l’Italia danno la Pasqua 2019 come stabile rispetto allo scorso anno, ben il 54,8% indica un trend di totale crescita. Oltreoceano gli operatori segnalano tutti un aumento e solo l’Argentina indica un lieve calo del venduto per la prossima Pasqua". 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

L’inganno a tavola: negli Stati Uniti il 90% dei formaggi di tipo italiano è prodotto in California e Wisconsin

L’inganno a tavola: negli Stati Uniti il 90% dei formaggi di tipo italiano è prodotto in California e Wisconsin

E’ salito ad oltre 100 miliardi il valore del falso Made in Italy agroalimentare nel mondo con un aumento record del 70% nel corso dell’ultimo...
Emilia Romagna, ultima vittima del maltempo estremo di primavera: danni per l'agricoltura italiana

Emilia Romagna, ultima vittima del maltempo estremo di primavera: danni per l'agricoltura italiana

Emilia Romagna in ginocchio: fiumi esondati, frane e smottamenti. Ma è solo l’ultimo dei 175 eventi climatici estremi che, dall’inizio della...
Innovazione nel food: in 10 anni 5mila brevetti made in Italy nell’agroalimentare

Innovazione nel food: in 10 anni 5mila brevetti made in Italy nell’agroalimentare

Dall’apparecchio scuotitore per la raccolta della frutta dagli alberi a quello per la pulitura delle croste di formaggio, dal procedimento per la...
 Filiera Italia a rischio per i dazi Usa: sarà colpito il 50% di alimentari e bevande

Filiera Italia a rischio per i dazi Usa: sarà colpito il 50% di alimentari e bevande

Parte ufficialmente la procedura per far scattare i dazi Usa nei confronti dell’Unione Europea con la richiesta alle parti interessate di partecipare...
Stati Uniti, mercato di riferimento dell’italian food ma c'è il freno dell'Italian Sounding

Stati Uniti, mercato di riferimento dell’italian food ma c'è il freno dell'Italian Sounding

Volano del 10% le esportazioni di cibo Made in Italy nel mondo che a febbraio fanno registrare un balzo record rispetto allo stesso periodo dell’anno...

Weekly in Italian

Recent Issues