San Salvatore in Ognissanti: Firenze si scopre leggendo

San Salvatore in Ognissanti: Firenze si scopre leggendo

Avete mai provato a scoprire tesori d’arte attraverso le pagine di un libro? Un libro può essere un ottimo strumento per viaggiare sino a Firenze e scoprire uno dei suoi tesori: la chiesa di “San Salvatore in Ognissanti”.

Il volume racconta con accuratezza scientifica e sensibilità artistica il percorso storico di questo complesso monumentale, edificato dall’ordine religioso degli umiliati, veri e propri “monaci-imprenditori”, che non vivevano di elemosina bensì degli introiti derivanti dalla loro attività di fabbricazione e vendita di panni di lana destinati ai poveri. Attività che ben presto si integrò nel tessuto produttivo di Firenze, contribuendone allo sviluppo. Ognissanti diviene così simbolo e motore propulsivo della vita sociale, economica e culturale dell’intera città e, per questo, preziosa fonte di conoscenza del contesto civile e religioso del territorio.
“San Salvatore in Ognissanti. La Chiesa e il Convento” offre una completa e approfondita descrizione delle preziose opere conservate all’interno di questo complesso monumentale e religioso.

Molti gli artisti che hanno lasciato testimonianza del loro ingegno: tra questi si contano le opere di Giotto, Taddeo Gaddi, Botticelli e Ghirlandaio, di Jacopo Ligozzi e Santi di Tito, e tanti altri ancora.

Edito da Mandragora e curato da Riccardo Spinelli sotto la direzione scientifica di Carlo Sisi, il volume presenta testi di Nadia Bastogi, Luisa Berretti, Silvestra Bietoletti, Sonia Chiodo, Silvia
Ciappi, Lucilla Conigliello, Alessandra Donati, Cristina Gnoni Mavarelli, Alessandro Grassi, Daniele Lauri, Roberto Mancini, Elisabetta Nardinocchi, Donatella Pegazzano, Nicoletta Pons, Fabio Sottili, Riccardo Spinelli. Il ricco corredo fotografico del volume è realizzato da Antonio Quattrone.

Questo volume si inserisce nella collana di pubblicazioni dedicate agli edifici religiosi di Firenze iniziata nel 1983 da Cassa di Risparmio di Firenze e proseguita nel corso degli anni di concerto con la Fondazione CR Firenze. Una collaborazione che vede due significative istituzioni territoriali unitamente impegnate nell’intento di celebrare i più importanti monumenti fiorentini e soprattutto a  favorire la conoscenza di un inimitabile patrimonio artistico e culturale.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Bressanone, l’intramontabile sapore della tradizione che profuma di pane e strudel di mele

Bressanone, l’intramontabile sapore della tradizione che profuma di pane e strudel di mele

È la più antica città del Tirolo con una ricca storia millenaria alle spalle. L’imponente Duomo barocco e il centro storico medievale sono un...
A Montepulciano per uno dei più celebri capolavori dell’architettura rinascimentale italiana

A Montepulciano per uno dei più celebri capolavori dell’architettura rinascimentale italiana

Le celebrazioni del V centenario dell’edificazione del Tempio di San Biagio a Montepulciano, uno dei più celebri capolavori dell’architettura...
A piedi per 407 metri sulla laguna: dopo 69 anni, torna il Ponte Votivo verso il cimitero di San Michele

A piedi per 407 metri sulla laguna: dopo 69 anni, torna il Ponte Votivo verso il cimitero di San Michele

A Venezia è tornata l’antica tradizione del ponte di barche che collega le Fondamenta Nove con l’entrata monumentale del cimitero di San Michele...
Da San Pietro della Jenca a Collemaggio: l'Abruzzo si svela

Da San Pietro della Jenca a Collemaggio: l'Abruzzo si svela

La Marcia del Perdono e della Pace ha segnato l’inizio della festa della Perdonanza Celestiniana. Ha preso le mosse dalla chiesetta santuario di San...
La storia si svela nell’arte: Novio Plauzio, primo scultore di Roma

La storia si svela nell’arte: Novio Plauzio, primo scultore di Roma

Sono tanti i personaggi di Roma che occupano una casella nel libro delle vicende e della storia romane: ve ne è uno che, grazie alla professione...

Weekly in Italian

Recent Issues