Programmi di ricerca in biologia e collaborazione tra gli scienziati italiani e la Harvard Medical School di Boston

Programmi di ricerca in biologia e collaborazione tra gli scienziati italiani e la Harvard Medical School di Boston

Sostenere la ricerca di promettenti giovani scienziati, contribuire alla creazione di nuove aree di ricerca nel settore delle scienze biologiche in Italia e rafforzare e sviluppare i rapporti di collaborazione tra gli scienziati in Italia e la Harvard Medical School di Boston (HMS). Questi gli obiettivi dei programmi della Fondazione Giovanni Armenise-Harvard che anche quest’anno ha lanciato il bando per il Career Development Award (Cda).

Il CDA consiste in 3-5 anni di finanziamento assegnati ad un ricercatore indipendente presso un istituto ospitante in Italia. Il programma è rivolto a giovani ed eccellenti scienziati al fine di permettere loro di contribuire significativamente ai propri settori di ricerca. I fondi saranno disponibili dal 1° Luglio 2020.

I candidati devono essere giovani scienziati emergenti con comprovata produttività e capacità di operare come ricercatori indipendenti nel campo della ricerca di base. (Eventuale esperienza di lavoro con o presso la HMS può essere un vantaggio ma non è un requisito essenziale); avere un minimo di 3 anni di esperienza di ricerca post-dottorato in scienze biologiche di base (di cui almeno 2 anni all’estero) ed essere a non più di 10 anni dal dottorato, cioè il diploma deve essere stato conseguito non prima del 15 luglio 2009 e non dopo il 15 luglio 2016. (Il calcolo del tempo trascorso dal PhD tiene conto di alcune specifiche circostanze correttamente documentate).
Occorre poi essere ricercatori non residenti in Italia (né attualmente, né al momento dell’eventuale accettazione del premio) che desiderano entrare a far parte della comunità scientifica in Italia; avere un accordo per lo sviluppo di un nuovo progetto di ricerca presso un idoneo istituto ospitante in Italia (preferibilmente diverso dall’istituto dove il candidato abbia già svolto attività di dottorato, post-dottorato o ricerca) e, infine, non avere un contratto preesistente con un istituto in Italia.

Le domande presentate da candidati che hanno già una posizione in Italia non saranno considerate. Il CDA ammonta a 200mila dollari per anno e i fondi possono coprire i costi relativi al compenso del ricercatore stesso (commisurato alla posizione occupata presso l’istituto ospitante), gli stipendi degli altri membri coinvolti nel progetto di ricerca indicato e le apparecchiature/infrastrutture.

Visto che il CDA intende rendere possibile ai ricercatori di unirsi alla comunità scientifica italiana per perseguire uno specifico progetto di ricerca, il candidato designato non potrà accettare contemporaneamente altre sovvenzioni a servizio dello stesso progetto di ricerca presso l’istituto ospitante, a meno di condizioni eccezionali che dovranno essere prontamente comunicate alla Fondazione Giovanni Armenise-Harvard.
Termine ultimo per la presentazione delle candidature è il 15 luglio 2019.
Il bando integrale è disponibile qui.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Robotica made in Italy:in 100 storie l'Italia che vince la sfida della tecnologia

Robotica made in Italy: in 100 storie l'Italia che vince la sfida della tecnologia

Dai robot domestici a quelli per lo spazio. 100 storie italiane dal sud al nord che raccontano di tecnologie pronte a migliorare la vita delle...
Luca Parmitano torna sulla Terra dopo 6 mesi di missione Beyond

Luca Parmitano torna sulla Terra dopo 6 mesi di missione Beyond

Luca Parmitano è tornato sulla Terra. L’astronauta dell’Esa ha rimesso i piedi sulla crosta terrestre, in Kazakistan, dopo 201 giorni trascorsi in...
Leonardo Award 2020 per ricercatori italiani nella Bay Area

Leonardo Award 2020 per ricercatori italiani nella Bay Area

La Leonardo Da Vinci Society di San Francisco e la sezione della Bay Area dell’ISSNAF - Italian Scientists and Scholars of North America Foundation...
I ricercatori italiani ricostruiscono 120mila anni di storia di ghiaccio marino

I ricercatori italiani ricostruiscono 120mila anni di storia di ghiaccio marino

Uno studio dell’Istituto di scienze polari del Cnr su una carota lunga 584 metri, estratta nel 2015 in Groenlandia, indica che l’estensione media di...
L’Italia si aggiudica la 9ª Coppa del Mondo di Gelateria 2020 davanti a Giappone e Argentina

L’Italia si aggiudica la 9ª Coppa del Mondo di Gelateria 2020 davanti a Giappone e Argentina

L’Italia si aggiudica la 9ª Coppa del Mondo di Gelateria 2020. Il verdetto a Rimini, durante il Sigep e A.B. Tech Expo 2020 di italiana Exhibition...

Weekly in Italian

Attualità

Recent Issues