Dal Lago Maggiore a Lucca e Montecatini Terme senza dimenticare Milano: tour tra i villaggi di Babbo Natale

Dal Lago Maggiore a Lucca e Montecatini Terme senza dimenticare Milano: tour tra i villaggi di Babbo Natale

L’attesa del Natale è palpabile in tutta Italia e i negozi espongono tutte quelle belle decorazioni che ci richiamano alla memoria i momenti più dolci delle festività. Per chi fosse alla ricerca dei Villaggi di Babbo Natale, che fanno felici grandi e piccini, l’Italia da nord a sud ha una vasta scelta di proposte. Ebbene sì Babbo Natale ama il Bel Paese e non gli basta avere un villaggio: avendone più di uno può mandare i suoi elfi migliori a rappresentarlo un po’ovunque!

Si può pensare di organizzare un viaggio alla scoperta di questi luoghi unici. La prima tappa è la casa di Babbo Natale a Ornavasso. Questa località si trova sul Lago Maggiore, una delle mete perfette per le vacanze in qualsiasi periodo dell’anno e che propone un’offerta turistica molto alta, in grado di soddisfare ogni genere di esigenza: dalla famiglia alla coppia, fino al gruppo di amici. Questo magico luogo ospita un mondo magico per i bambini in oltre ventimila metri di spazio, che si sviluppa nei boschi.  Qui l’atmosfera, soprattutto al calare della notte, diventa magica. Oltre a elfi, gnomi e fate anche gli amici animali, come gufi e cerbiatti, allietano la visita. Per i più temerari ci si può addentrare nelle profondità della terra con un trenino avventuroso. Ogni dettaglio diventa importante in questo luogo magico e anche chi, oramai adulto, avesse perso un po’ il senso del Natale, potrà ritrovare le emozioni che allietavano il suo cuore quando era bambino e vivere il Natale con la stessa gioia, mettendo da parte le preoccupazioni della quotidianità.

Il viaggio alla scoperta dei villaggi, che Babbo Natale ha voluto allestire in Italia, continua a Lucca. Prima però, bisogna aver scritto la letterina perché è proprio qui che verrà consegnata. Siccome a Natale siamo tutti più buoni, questo è il posto giusto per portare vecchi regali e giocattoli che non si usano più, perché verranno raccolti e dati in dono a bambini meno fortunati. Babbo Natale sa come rendere felici tutti: spesso la felicità è maggiore in chi dona piuttosto in ciò che riceve.

Che Montecatini Terme sia una località amena è risaputo e Babbo Natale non ha voluto farsela mancare: ecco un’altra tappa fondamentale! La sede della sua casa, in questo caso, è nel Castello Terme Tettuccio. In questo suo villaggio Babbo Natale ha deciso di non farsi mancare proprio niente, per cui ci si troverà circondati dallo spettacolo che il ghiaccio può creare, sia con le sue forme naturali, che con sculture create da mani sapienti. Gli elfi hanno aperto in questo luogo i loro laboratori e la fabbrica dei giocattoli, perché la produzione non finisce mai e i desideri dei bambini vanno tutti esauditi.

Siccome Babbo Natale ama molto la Toscana e le sue dolci colline, che gli permettono di avere un clima piacevole anche a dicembre, perfetto per la sua veneranda età, ha deciso di allestire un altro villaggio a Montepulciano. Pare che quando entrò dalle mura di questo borgo, rimase incantato dal corso principale e dalle viuzze che si diramavano creando scorci molto particolari: in quel momento si disse che avrebbe costruito uno dei suoi villaggi natalizi proprio qui. Ha mantenuto la promessa e oggi il suo villaggio è attivo durante le feste natalizie. Su oltre 80 bancarelle in legno è possibile trovare regali e oggetti interessanti, spesso realizzati artigiani. L’appuntamento è al castello che per l’occasione si arricchisce di addobbi meravigliosi: Babbo natale aspetta tutti i visitatori più piccoli per un abbraccio.
Poichè nelle grandi città tutto diventa più ampio e grande,  Milano offre ben 30.000 metri quadrati. Se ci si reca nella città meneghina per lo shopping o per apprezzare i numerosi musei e angoli suggestivi, si incontreranno elfi, fate e aiutanti, che renderanno magica la visita di ogni famiglia. In zona Ippodromo  il Natale diventa coloratissimo e pieno di luci.

Oltre a visitare la fabbrica dei giocattoli, i laboratori degli elfi e tutte le stanze della casa di Babbo Natale, si può entrare nell’ufficio postale natalizio e spedire la propria letterina. Basta quindi pensare attentamente a quelli che sono i doni che vorremmo ricevere e il gioco è fatto. Prendete a questo punto un foglio di carta e cominciate a scrivere a Babbo Natale …i desideri e i sogni sono il motore del mondo e in questi luoghi magici tutto è possibile!

 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

La reggia medicea di Palazzo Pitti diventa teatro di un videogioco

La reggia medicea di Palazzo Pitti diventa teatro di un videogioco

Si chiama The Medici Game: Murder at Pitti Palace. A idearlo e produrlo è Sillabe in partnership con Opera Laboratori Fiorentini - Civita e Gallerie...
Alla scoperta dell'anima artigianale di Firenze

Alla scoperta dell'anima artigianale di Firenze

Scoprire Firenze in un modo differente ovvero attraverso una guida dell’alto artigianato fiorentino. Sessanta artigiani raccontano attraverso sei...
Tutti a bordo del treno storico Porrettana Express per scoprire l'Appennino tosco-emiliano

Tutti a bordo del treno storico Porrettana Express per scoprire l'Appennino tosco-emiliano

“Il 2020 sarà l’anno del treno turistico”, ad annunciarlo è il ministro per i Beni le Attività culturali e il Turismo, Dario Franceschini. Visto il...
Sulle orme del maestro Giacomo Puccini si scoprono le eccellenze lucchesi,​ da Torre del Lago a Viareggio

Sulle orme del maestro Giacomo Puccini si scoprono le eccellenze lucchesi,​ da Torre del Lago a Viareggio

Un articolato itinerario che ripercorre alcuni passi della vita del celeberrimo compositore Giacomo Puccini può consentire al viaggiatore di...
Parma 2020 celebra il suo Arturo Toscanini, uno dei più grandi direttori d'orchestra di ogni epoca

Parma 2020 celebra il suo Arturo Toscanini, uno dei più grandi direttori d'orchestra di ogni epoca

Per chi nasceva a Parma il destino sembrava già scritto. Nei luoghi che videro nascere il genio di Giuseppe Verdi, la musica era iscritta nel corredo...

Weekly in Italian

Attualità

Recent Issues