L’Arte in Cucina book presents the incomparable liaison between food and arts, chefs and artists

Flavia Loreto and Chef Rudy, the minds behind L’Arte in Cucina

Art and food, food and art: when thinking of Italian food, the liaison with art comes almost natural. That’s why some artists, photographers and chefs came together for a project that showcases how food and art can be combined to give readers an experience that goes beyond the plate and the painting. L’Arte in Cucina (art in the kitchen) is a book launched in 2017, when artist Domenico Monteforte, from Tuscany, decided to put chefs next to artists and have the collaboration start. Artists got space to express their passion, while chefs were given the opportunity to showcase their best recipes. Every artist presented a recipe through a photo, while supervised by a chef with lots of experience and know-how.  

The goal is to propose a different presentation of food, when compared to what is usually seen in magazines. On one hand, readers are able to discover artists’ stories and, next to them, to have recipes created by chefs in their restaurants. Plus pictures  that show the continuous interaction between the two.

The 2018 edition will also present another 80 chefs and 80 artists among whom Chef Rudy Duran from Alameda and photographer Flavia Loreto, both proudly representing Italian food in the Bay Area.

Flavia Loreto was born and raised in Rome and became fond of photography during high school, as she wanted to be part and show the world around her


Flavia Loreto was born and raised in Rome and became fond of photography during high school, as she wanted to be part and show the world around her. “For me, photography is a way to connect with people,” she told L’Italo Americano. “At the end of each photo session, I made a new friend. We talk, we laugh, we tell each other’s stories. Not only it is important for photographers to show the world around, but it is also crucial to keep memories that would otherwise quickly loose their sharpness.” Flavia moved to San Francisco in 2016 after twenty years spent in Germany. Photography is her passion, but also a way of relating to the world and people around, to express emotions and feelings. While she started taking photos as a teenager, she later built connections with set photographers of Cinecittá Studios in Rome: that was the moment when Flavia understood the importance of telling stories through photos.  

One of Flavia Loreto images taken in California


Chef Rudy was born in Livorno, Tuscany, and his philosophy is shaped by post World War II Italy, as much as his work experiences. “I learned to take pleasure in the feeling of being alive, and my appreciation for taste rose above all else.” Chef Rudy’s personality reflects the idea of how “Food is more than just fuel that feeds our bodies – it is the universal and indispensable means of conveying our traditions and sense of community.”  

The beginning of the collaboration between the two goes along with their service in the Italian community: they are active during events in the Bay Area, Flavia as a photographer and Rudy serving food; they both live in Alameda, a little, cute island between San Francisco and Oakland; and they both enjoy each other’s company talking about all things Italian while sipping a glass of Prosecco. As Chef Rudy explained, “L’Arte in Cucina can be considered a beautiful concept book, where a bunch of painters, photographers, and chefs show different aspect of their art. You open the book and, page by page, it is like being in different symphonies.” And continued: “One day, I received a call from my friend, Maestro Domenico Monteforte: he is a well known painter from Italy and his works are permanently exhibited at the San Francisco Opera House. He told me he wanted to pair food and art. As I was born and raised in Italy, where you are surrounded by art, I accepted to be part of this project and asked Flavia to join me.”

Flavia Loreto was born and raised in Rome and became fond of photography during high school, as she wanted to be part and show the world around her


The connection between food and art is so strong they are almost considered one thing: “Good food belongs to art,” Flavia said. “The love and work chefs put in their recipes are comparable to the love and engagement artists put in their works. Love and passion for what you do is the connection between the two.”

Chef Rudy started in the food industry about 40 years ago, working on cruise ships and private yachts. “Since I never stopped working for the last four decades, I have seen many changes in the food world. And continued: “When I arrived in the Bay Area 18 years ago, I wanted to become a pioneer and my passion for classic, simple Italian food came up when I opened my restaurant, C’era una Volta.” He thinks that “As human beings, we enjoy art with our senses: music with hearing, paintings and pictures with sight, and culinary art with taste. In other words, after a long day of work, the moment of our meals should be beautiful and enjoyable: tasting food, surrounded by photos  and paintings, while listening to our favorite music.”

Nowadays, people take shots of food and of what they eat or cook. What’s the value of having chefs visually showing their recipes in the book? Having artists expressing themselves with their work in a recipe book also means letting recipes speak for themselves. This allows the reader to imagine the flavors and the restaurant’s atmosphere page after page.

We wondered what’s the best advice Flavia could give to those who love food and photography: “Keep’n loving life and its beauty! The art of good food and the art of photography are expressions of the beauty of life.” Whereas for Chef Rudy, the secret of his cuisine is: “besides the Prosciutto and the Parmigiano, eat locally and put tons of love in it! Cheers!”

Arte e cibo, cibo e arte: quando si pensa al cibo italiano, il legame con l'arte diventa quasi naturale. Ecco perché alcuni artisti, fotografi e chef si sono messi insieme per un progetto che mostra come il cibo e l'arte possano essere combinati per dare ai lettori un'esperienza che va oltre il piatto e il dipinto. L'Arte in Cucina è un libro pubblicato nel 2017, quando l'artista Domenico Monteforte, originario della Toscana, ha deciso di mettere accanto chef e artisti e avviare una collaborazione. Gli artisti hanno avuto spazio per esprimere la loro passione, mentre agli chef è stata data l'opportunità di mostrare le loro migliori ricette. Ogni artista ha presentato una ricetta attraverso una foto, sotto la supervisione di uno chef con molta esperienza e know-how.  

L'obiettivo è offrire una presentazione diversa del cibo, rispetto a ciò che si vede di solito nelle riviste. Da un lato, i lettori sono in grado di scoprire le storie degli artisti e, dall’altro, hanno le ricette create dagli chef nei loro ristoranti. Inoltre le immagini mostrano la continua interazione tra i due.  

L'edizione 2018 presenterà altri 80 chef e 80 artisti tra cui lo chef Rudy Duran di Alameda e la fotografa Flavia Loreto, entrambi fieri rappresentanti del cibo italiano nella Bay Area.

Flavia Loreto è nata e cresciuta a Roma e si è appassionata alla fotografia durante le scuole superiori, perché voleva far parte e mostrare il mondo intorno a lei. "Per me, la fotografia è un modo per entrare in contatto con le persone", ha detto a L'Italo Americano. "Alla fine di ogni sessione fotografica, ho fatto un nuovo amico. Parliamo, ridiamo, ci raccontiamo le storie l’uno dell'altro. Non solo è importante per i fotografi mostrare il mondo, ma è anche fondamentale per mantenere ricordi che altrimenti perderebbero rapidamente la loro nitidezza".  

Flavia si è trasferita a San Francisco nel 2016 dopo vent'anni trascorsi in Germania. La fotografia è la sua passione, ma anche un modo per relazionarsi con il mondo e le persone circostanti, per esprimere emozioni e sentimenti. Se ha iniziato a scattare foto da adolescente, in seguito ha costruito legami con i fotografi di set degli studi di Cinecittà a Roma: quello è stato il momento in cui Flavia ha capito l'importanza di raccontare storie attraverso le foto.

Lo Chef Rudy è nato a Livorno, in Toscana, e la sua filosofia è modellata dall'Italia del secondo dopoguerra, così come le sue esperienze lavorative. "Ho imparato a provare piacere nel sentirmi vivo e il mio apprezzamento per il gusto è aumentato più di ogni altra cosa". La personalità di chef Rudy riflette l'idea di come "il cibo è più di un semplice combustibile che alimenta i nostri corpi: è il mezzo universale e indispensabile per trasmettere le nostre tradizioni e il senso di comunità".

L’inizio della collaborazione tra i due va di pari passo con il loro essere al servizio della comunità italiana: sono attivi in occasione degli eventi nella Bay Area, Flavia come fotografa e Rudy per il cibo; entrambi vivono ad Alameda, una piccola e graziosa isola tra San Francisco e Oakland; e godono della reciproca compagnia parlandosi di tutte le cose italiane, sorseggiando un bicchiere di Prosecco. Come ha spiegato lo chef Rudy, "L'Arte in Cucina può essere considerato un bel libro concettuale, in cui un gruppo di pittori, fotografi e chef mostra i diversi aspetti della loro arte. Apri il libro e, pagina per pagina, è come essere in diverse sinfonie". E continua:"Un giorno ho ricevuto una chiamata dal mio amico, il maestro Domenico Monteforte: è un noto pittore italiano e le sue opere sono esposte permanentemente al San Francisco Opera House. Mi ha detto che voleva unire cibo e arte. Essendo nato e cresciuto in Italia, dove si è circondati dall'arte, ho accettato di far parte di questo progetto e ho chiesto a Flavia di unirsi a me”.

La connessione tra cibo e arte è così forte che sono quasi considerati una cosa sola: "Il buon cibo appartiene all'arte", ha detto Flavia. "L’amore e il lavoro che i cuochi mettono nelle loro ricette sono paragonabili all’amore e all’impegno che gli artisti mettono nelle loro opere. Amore e passione per quello che fai è la connessione tra le due cose".   

Lo chef Rudy ha iniziato nel settore alimentare circa 40 anni fa, lavorando su navi da crociera e yacht privati. "Dal momento che non ho mai smesso di lavorare negli ultimi quarant'anni, ho visto molti cambiamenti nel mondo del cibo. E continua: "Quando sono arrivato nella Bay Area, 18 anni fa, volevo diventare un pioniere e la mia passione per il classico, semplice, cibo italiano è nata quando ho aperto il mio ristorante, C'era una volta”. Lui pensa che "come esseri umani, ci piace l'arte attraverso i nostri sensi: la musica con l'udito, i dipinti e le immagini con la vista, e l’arte culinaria con il gusto. In altre parole, dopo una lunga giornata di lavoro, il momento dei nostri pasti dovrebbe essere bello e piacevole: assaggiare il cibo, circondati da foto e dipinti, mentre si ascolti la propria musica preferita".

Al giorno d'oggi, la gente scatta foto al cibo e a ciò che mangia o cucina. Qual è il valore di avere chef che mostrano visivamente le loro ricette nel libro? Avere artisti che si esprimono con il loro lavoro in un libro di ricette significa anche lasciare che le ricette parlino da sole. Questo permette al lettore di immaginare i sapori e l'atmosfera del ristorante pagina dopo pagina.  

Ci siamo chiesti quale fosse il miglior consiglio che Flavia potesse dare a chi ama il cibo e la fotografia: "Continuare ad amare la vita e la sua bellezza! L'arte del buon cibo e l'arte della fotografia sono espressioni della bellezza della vita". Mentre per lo chef Rudy, il segreto della sua cucina è: "Oltre al Prosciutto e al Parmigiano, mangiare cibo locale e metterci tanta passione!"

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Superstar chef Massimo Bottura: knowing the past to shape the future of Italian cuisine

A slice of cod placed on julienne-sliced vegetables, served in a squid ink broth and topped with a sprinkling of powdered seaweed and sea urchins...

“Lumi in aria,” lights in the air: expression of art and beauty

Since the beginning of time, light has been a recurrent symbol in Christianity and, from a liturgical point of view, it refers directly to God. Light...

Alto Adige Pinot Noir

Chances are good you’re aware that Italy’s northernmost province of Alto Adige, the self-governing region tucked away in Italy’s northeast,...

San Francisco celebrates Italian heritage, traditions, and history in a full weekend of events

The first weekend in October will be very busy for locals and visitors in San Francisco. While the Marina will welcome the San Francisco Fleet Week...

Lerici: secrets, solace and sorrows on the Gulf of Poets

There is something at the heart of Lerici that works on my imagination to create magic as interesting things happened in its world of sand and sea,...

Weekly in Italian

Recent Issues