Nell’impresa cresce il rosa: 154mila giovani donne a capo di una impresa in Italia

Nell’impresa cresce il rosa: 154mila giovani donne a capo di una impresa in Italia

Le “quote rosa” tra le imprese guidate da giovani sono (quasi) una realtà: il 29% delle attività di under 35 ha infatti una donna al comando. Complessivamente sono 154mila le giovani donne a capo di una impresa in Italia, una ogni 12 aziende femminili. Campania e Lombardia si contendono il primato per la presenza di imprese femminili di under 35, distanziando Lazio e Sicilia. Ma sono Umbria e Friuli Venezia Giulia le regioni che si piazzano al vertice della classifica per tasso di femminilizzazione delle imprese giovanili.

Questi alcuni degli spunti che emergono dalla lettura dei dati dell’Osservatorio per l’imprenditoria femminile di Unioncamere-InfoCamere.

Insieme a una maggior presenza nel mondo dell’impresa giovanile rispetto alle colleghe “anziane” (il cui peso sul totale delle imprese sfiora il 22%), le under 35 stanno “invadendo” anche settori tradizionalmente maschili: le attività finanziarie e assicurative, le immobiliari, quelle artistiche, sportive e di intrattenimento e quelle professionali, scientifiche e tecniche. Tutti ambiti nei quali le imprenditrici giovani incidono per quasi un terzo sul totale delle imprese giovanili, mentre le imprese femminili totali rappresentano più o meno il 20% del totale del tessuto produttivo nazionale.

Se le grandi aree metropolitane, Roma, Napoli, Milano, Torino, Bari e Salerno restano ovviamente terra d’elezione per la diffusione delle imprese anche delle under 35, alcune province più piccole, come Livorno, Pordenone, Grosseto, Frosinone, La Spezia, Viterbo, Chieti, Prato, Benevento, Latina, Siracusa, Terni, Rovigo registrano una presenza di giovani imprenditrici ben superiore alla media nazionale, compresa tra il 34 e il 32%. 

Un’altra componente che sta rinnovando il volto dell’impresa femminile in Italia è quella straniera. 

Oltre 141mila le imprenditrici con passaporto estero a fine marzo scorso, quasi il 24% delle 590mila imprese italiane create da cittadini provenienti da altri Paesi. Lombardia, Lazio e Toscana le regioni in cui le imprese femminili straniere sono più diffuse con il Molise al primo posto della classifica per tasso di femminilizzazione delle imprese straniere. Roma, Milano, Torino e Firenze le province in cui esse sono più presenti. Enna, Benevento, Potenza e Prato, invece, quelle in cui la loro incidenza è maggiore rispetto al totale delle imprese gestite da cittadini non italiani.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Il vino italiano? Molto apprezzato dai consumatori americani 

Il vino italiano? Molto apprezzato dai consumatori americani 

Una recente ricerca condotta sui lettori di Wine Spectator conferma che il vino italiano è molto apprezzato dai consumatori americani e spesso...
Pasta Pesto Day, passa da Los Angeles la solidarietà per Genova

Pasta Pesto Day, passa da Los Angeles la solidarietà per Genova

Pasta Pesto Day è la nuova campagna della Regione Liguria per rilanciare l’immagine di Genova e dell’intera Regione e raccogliere fondi per l’...
Consorzi di Tutela per il Made in Italy agroalimentare

Consorzi di Tutela per il Made in Italy agroalimentare

La protezione delle denominazioni DOP Asiago, Grana Padano, Parmigiano Reggiano e Pecorino Romano nel contesto degli accordi commerciali di libero...
Fase di stallo per le esportazioni vinicole italiane verso gli Usa

Fase di stallo per le esportazioni vinicole italiane verso gli Usa

Continua e si aggrava la fase di stallo nelle esportazioni vinicole italiane verso gli USA, secondo i dati rilasciati dall'Italian Wine & Food...
Voli suborbitali tra Puglia e Usa: accordo tra Virgin Orbit, Virgin Galactic e Gruppo Angel

Voli suborbitali tra Puglia e Usa: accordo tra Virgin Orbit, Virgin Galactic e Gruppo Angel

Nella sede dell’Ambasciata d’Italia a Washington, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia negli Usa, Armando Varrichio, è stato firmato, nell’ambito...

Weekly in Italian

Recent Issues