Cinecibo Awards, che legame c'è tra il cinema e il cibo?

Cinecibo Awards, che legame c'è tra il cinema e il cibo?

Si terranno anche quest’anno nella cornice del The Church Palace di Roma, i Cinecibo Awards, serata di gala per l’assegnazione di premi ad attori, registi e produttori che, con le loro pellicole e fiction, hanno valorizzato il legame tra cinema e cibo.I premi saranno consegnati dal presidente di Cinecibo Festival, Michele Placido, grazie all’indicazione di una giuria di esperti del settore cinematografico, della comunicazione e dell’alimentazione.

Negli anni passati hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento, tra gli altri, Giuseppe Tornatore, Ferzan Ozpetek, Luca Miniero, Enrico Vanzina, Carlo Verdone, Luca Argentero, Raoul Bova, Paolo Genovese, Ambra Angiolini, Lino Banfi.
Donato Ciociola, ideatore di Cinecibo, ha anticipato che “quest’anno l’Award per il miglior regista andrà a Riccardo Milani per "Come un gatto in tangenziale", attualmente primo incasso della stagione. Per "Poveri ma ricchissimi" invece verrà premiata come migliore attrice Lucia Ocone che nel film mette in mostra in modo divertente la sua passione per i supplì e fonda il fastfoodMcTucci".

“A Massimo Boldi - prosegue Donato Ciociola, recente protagonista di una pellicola a tema come "Natale da Chef" sarà assegnato il premio alla carriera. Per il film "Sconnessi" di Christian Marazziti sarà premiato come migliore attore Richy Memphis. Ma gli artisti premiati sono tanti e verranno resi noti nei prossimi giorni".

Nella serata, all’aspetto cinematografico si unirà quello gastronomico, con l'assegnazione del premio speciale alla Chef stellata Cristina Bowerman per la sua creatività in cucina.
La serata si concluderà con la degustazione di piatti proposti dallo chef del The Church Palace Domenico Cascone, che saranno preparati, tra l’altro, con alcuni prodotti alimentari vanto della tradizione culinaria campana: il Carciofo di Paestum IGP prodotto da Terra Orti, il Cipollotto NocerinoDopprodotto dalla AOA, la ‘Zizzona di Battipaglia’ del Caseificio La Fattoria, i pani degli 'Chef dei Grani' Helga Liberto e Vito De Vita, i dolci di Apa.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

L'archeologia dialoga con il cinema a Napoli nel Festival Internazionale ArcheocineMann

L'archeologia dialoga con il cinema a Napoli nel Festival Internazionale ArcheocineMann

L'archeologia in dialogo con il cinema, per raccontare il nostro patrimonio culturale grazie a nuovi linguaggi: sarà in programma al Museo...
Successo nazionale al 37° Vancouver International Film Festival, la Hollywood del Nord, con il ‘Focus on Italy’

Successo nazionale al 37° Vancouver International Film Festival, la Hollywood del Nord, con il ‘Focus on Italy’

Si è conclusa a Vancouver la 37° edizione del Vancouver International Film Festival (VIFF), che si inserisce all’interno del programma culturale...
Senti chi parla a L.A.: le 101 frasi più famose del cinema e la storia dei (favolosi) doppiatori italiani

Senti chi parla a L.A.: le 101 frasi più famose del cinema e la storia dei (favolosi) doppiatori italiani

Si intitola "Senti chi parla", raccoglie le 101 frasi più famose del cinema e racconta la storia di chi le ha dette veramente. Cioè i doppiatori...
Oltre 13mila spettatori alla 14° edizione di Italian Film Festival Usa in 12 città americane

Oltre 13mila spettatori alla 14° edizione di Italian Film Festival Usa in 12 città americane

Il Quattordicesimo Italian Film Festival USA di quest’anno ha stabilito il nuovo record di 13.250 spettatori presenti alle 101 proiezioni di 13...
La meravigliosa incoerenza emozionale de Il Trovatore secondo Stefano Vizioli

La meravigliosa incoerenza emozionale de Il Trovatore secondo Stefano Vizioli

"Il Trovatore", opera di Giuseppe Verdi, assieme a "La Traviata" e "Rigoletto" ha segnato profondamente la cultura del XIX secolo. L'amore, l'odio,...

Weekly in Italian

Recent Issues