Lorenzo Lotto, tra i principali esponenti del Rinascimento veneziano del primo Cinquecento, si svela a Macerata

Lorenzo Lotto, tra i principali esponenti del Rinascimento veneziano del primo Cinquecento, si svela a Macerata

Macerata ospiterà tra ottobre 2018 e febbraio 2019 una grande mostra dedicata a Lorenzo Lotto, organizzata in collaborazione con il Museo del Prado di Madrid, la National Gallery di Londra e con la rete dei musei lotteschi delle Marche.

L’iniziativa, dopo i gravi eventi sismici, si inserisce tra le attività di rilancio delle attrattività dei territori più colpiti, attraverso importanti operazioni culturali.

La peculiarità del progetto dedicato a uno dei principali esponenti del Rinascimento veneziano del primo Cinquecento, consiste nel creare una triangolazione e una rete di relazioni internazionali tra la Regione e i musei coinvolti. Da una parte sarà possibile creare un percorso a Macerata integrato con i dipinti disseminati nelle Marche, dall’altra "dialogare" con le esposizioni di Madrid e Londra.

L’idea, promossa da Villaggio Globale Internazionale, parte dalla constatazione che, pur vantando Ancona, Loreto, Recanati, Monte San Giusto, Jesi, Cingoli e Urbino la presenza di numerose opere di Lorenzo Lotto, altri capolavori realizzati dall’artista veneto nelle Marche, si trovano oggi nei principali musei del mondo e non hanno più fatto ritorno nei luoghi da dove sono partiti.

Nel giugno 2018, inoltre, si inaugurerà al Prado di Madrid una grande mostra sui ritratti di Lorenzo Lotto (dal 18 giugno al 30 settembre), che poi verrà trasferita alla National Gallery di Londra (dal 7 novembre al 10 febbraio 2019).

Nel periodo compreso tra le mostre di Madrid e di Londra verrà quindi realizzata a Macerata una esposizione dal titolo "Lorenzo Lotto: il richiamo delle Marche" con l’obiettivo di riportare sul territorio, da varie parti del mondo, le opere dell’autore realizzate proprio per le terre marchigiane, mettendole in rapporto con altre testimonianze in grado di illustrare le tappe della carriera dell’artista.

Circa il 15% dei dipinti autografi di Lotto si conservano nelle Marche: per questo la mostra maceratese sarà arricchita da 26 opere, non solo di Lotto, ma anche dei suoi allievi e dei suoi più stretti seguaci, da vedere in loco. Il visitatore potrà quindi effettuare un vero e proprio viaggio alla scoperta dei tesori lottiani, ma anche delle località che li ospitano.

A questo proposito la Regione prevede alcune azioni legate all’evento ai fini della promozione e valorizzazione del territorio regionale nei Paesi europei interessati dalle mostre da condividere con gli enti e le istituzioni coinvolte. Vista la complessità di un progetto così ampio e articolato, un Comitato scientifico prestigioso composto da studiosi di livello internazionale affiancherà tutte le iniziative.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

A Firenze le avanguardie del primo Novecento attraverso 130 opere dell'anticonformista Natalia Goncharova

A Firenze le avanguardie del primo Novecento attraverso 130 opere dell'anticonformista Natalia Goncharova

Fino al 12 gennaio 2020 Palazzo Strozzi celebra Natalia Goncharova, straordinaria figura femminile delle avanguardie di primo Novecento, attraverso...
A Cortona 50 artisti per l'omaggio al pittore Gino Severini

A Cortona 50 artisti per l'omaggio al pittore Gino Severini

Opere di Paul Caponigro, di Charl Ortega, di quattro artisti provenienti dal museo de La Permanente di Milano, faranno da lascia passare ai più di...
Plasmato dal fuoco. La scultura in bronzo nella Firenze degli ultimi Medici

Plasmato dal fuoco. La scultura in bronzo nella Firenze degli ultimi Medici

Tutta l’energia dell’arte barocca imprigionata nel metallo, grazie alla potenza viva della fiamma: è questo, in sintesi, il concetto di Plasmato dal...
La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini, la città gioiello nel magico filtro della pittura

La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini, la città gioiello nel magico filtro della pittura

La scoperta del carteggio inedito tra Telemaco Signorini, il padre Giovanni e il fratello minore Paolo, ha condotto Elisabetta Matteucci e Silvio...
Il cuore sulla montagna di Ulassai: omaggio all'arte di Maria Lai

Il cuore sulla montagna di Ulassai: omaggio all'arte di Maria Lai

Il 21 Settembre, sulla montagna di Ulassai, è prevista l’inaugurazione di un’opera site-specific di carattere permanente che entrerà a far parte...

Weekly in Italian

Recent Issues