2018 New Italian Cinema, a sparkling edition with spotlight on Tuscany

A scene taken from movie "AS NEEDED"

Movie lovers, get ready for a three days of cinema from the Bel Paese! The New Italian Cinema - organized by the Italian Cultural Institute of San Francisco and the N.I.C.E. - has a full program featuring Italy’s newest directors and veteran filmmakers. The festival will take place from November 30th to December 2nd at the Vogue Theatre in San Francisco. 

This year’s festival will put on screen six dramatic features also running for the City of Florence Award, as well as dramatic films by veteran Italian directors and award-winning documentaries. The City of Florence competition honors a first or second feature by an Italian director, chosen by the audience who cast their ballot after watching the movie, whereas the collaboration with Festival dei Popoli, showcasing Italian documentaries, continues in his path featuring Italian talents. 


As highlighted by Mrs Viviana del Bianco, Director of Florence-based N.I.C.E.,  “The association has been playing an important role in the programming of the New Italian cinema in the United States, with the dual purpose of presenting and promoting the works of directors capable of stylistic hazard and exploring new thematic areas.” And concludes: “N.I.C.E. is proud of presenting these films in San Francisco, particularly because of their originality and quality”. 

The 2018 edition focuses on a few themes, very much part of the Italian culture as known abroad: food and wine, Tuscany, documentaries and young men coming of age. Festival Director Nancy Fishman shares indeed some thoughts about the opening night. “As Needed is a great Italian storytelling piece, highly entertaining and appealing to the Bay Area’s food lovers. Also, I think actor Luigi Fedele, who plays the young chef with Asperger’s, is a true talent to watch.” And adds: “I also like the fact that this film celebrates neuro-diversity and foresees the idea that we may think differently but we all share a common humanity and the love for food.” 

As the closing night features two documentaries from the Festival dei Popoli, Mrs Fishman underlines that “These are excellent films showcasing the skill and the sophistication of Italian documentary filmmakers. Many Americans are familiar with the storied history of Cinecitta’s dramas and comedies and the world renowned era of Italian neorealism, as well as great contemporary Italian directors like Paolo Sorrentino. Yet, they are less familiar with Italy’s documentary filmmakers.” And she recalls how “Enrico Maisto’s The Call captures the exact moment when we go from being ordinary citizens to being citizen judges, in the thought provoking role of being a juror.”  

Luca Argentero in una scena di Hotel Gagarin


On a personal note, as Naples represents Director Fishman’s favorite large city in Italy (including its chaos, its zest for life, its legacy of Commedia dell’Arte, its food and mostly the people in their humor and hospitality), she can’t help but underline how “Silvia Bellotti’s Open to Public shows the humor and humanity of those city’s people from its heroic social workers to those seeking help from the housing office.”  

Most of these movies could be considered an homage to Tuscany, as the beauty of the region and the richness of its culture will be shown in Francesco Falaschi’s As Needed - a delightful romp that takes the viewer on a culinary road trip to Tuscany - and in Walter Bencini’s The Last Italian Cowboys, a love song to the Maremma region and the cowboys who work on one of the last ranches breeding cattle and horses in the wild. Director Fishman concluded: “We are pleased that The Last Italian Cowboys will be introduced by Renato Sardo, founder of Slow Food US, and Sonoma-based photographer Gabrielle Saveri, who has documented Italian cowboys. We also welcome back Gianmarco D’Agostino, Florence based documentary filmmaker, who will present The Whole World, One Step at the Time, a short documentary about a Tuscan man who finds his life’s work in creating better educational opportunities and healthcare for children in Bangladesh.” 

Consul General Lorenzo Ortona, currently acting as Director of the Italian Cultural Institute, shares his enthusiasm about the festival: “I am very pleased that we are able to host, once again and for the 22nd year, a contemporary Italian Film Festival in San Francisco. The opening night has a very delicate movie on the relationship between cuisine and autism and I am very grateful to film director Francesco Falaschi - who will be at the screening - for bringing the attention of the public to a very important issue. This year’s focus will also be on documentaries, another important strength of Italian filmmakers, probably less known abroad, and stories on aspects of the Italian life.” 

As Needed (Quanto basta) is a delightful comedy that takes the audience on a culinary road trip to Florence, culminating in a contest for young cooks. Vinicio Marchioni is a charming veteran chef with anger management problems, performing community service at a school for teens with Asperger’s. The star student, played by Luigi Fedele, is a young man who remembers every ingredient in every recipe. The Italian National Syndicate of Film Journalists awarded Luigi Fedele with the Graziella Bonacchi Award for his exceptional performance in a movie celebrating neuro-diversity. 

The Call is a beautifully shot and scored cinema vérité movie, able to observe the unknown jurors tasked with the highest civil responsibility with profound humanity. Enrico Maisto’s documentary is an exceptional chronicle of the day when a citizen comes into direct contact with the administration of justice. The Call was awarded Best Mid-length Documentary at Hot Docs and the Premio MyMovies Audience Award at the Festival dei Popoli. 

In Open to the Public, the housing authority of Naples manages forty thousands public housing units. Its offices are home to arguments between employees - who try to follow regulations with impartiality - and the multitudes of applicants - who need housing. In her feature-length cinema vérité documentary, Silvia Bellotti’s nonjudgmental lens lies between capturing Kafkaesque absurdity and  quirky episodes of Neapolitan comedy. Open To The Public won the Premio del Pubblico (Audience Award) at the 2017 Festival dei Popoli. 

Hotel Gagarin, directed by Simone Spada, shows how a crooked producer dupes five hopeful Italians into traveling to Armenia to shoot a film. Nicola, a rumpled history teacher, can’t believe his script will actually be produced, while flighty Patrizia embraces an unexpected acting career. Their shooting location - the secluded, wintry Hotel Gagarin - becomes home when they are marooned in Armenia for months because of a military skirmish. The cast finds unexpected opportunities for creativity and happiness.  

Film tickets are available at the Box office (415 552-5580) or at www.newitaliancinema.org

Amanti del cinema preparatevi per una tre giorni di cinema dal Bel Paese! New Italian Cinema - organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura di San Francisco e dal N.I.C.E. - ha un intenso programma con i registi più giovani e i veterani del cinema italiano. Il festival si svolgerà dal 30 novembre al 2 dicembre al Vogue Theater di San Francisco.

Il festival di quest'anno metterà in scena sei lungometraggi che concorrono al Premio Città di Firenze, oltre a film drammatici di noti registi italiani e a documentari pluripremiati. Il concorso Città di Firenze onora un primo o un secondo lungometraggio di un regista italiano, scelto dal pubblico che ha votato dopo aver visto il film, mentre la collaborazione con il Festival dei Popoli, che mostra documentari italiani, continua il suo percorso sui talenti italiani.

Come sottolineato da Viviana del Bianco, direttore di N.I.C.E., con sede a Firenze, "L'associazione sta svolgendo un ruolo importante nella programmazione del nuovo cinema italiano negli Stati Uniti, con il duplice scopo di presentare e promuovere i lavori di registi capaci di correre rischi stilistici ed esplorare nuove aree tematiche”. E conclude: “N.I.C.E. è orgoglioso di presentare questi film a San Francisco, in particolare per la loro originalità e qualità".

L'edizione 2018 si concentra su alcuni temi, parte integrante della cultura italiana conosciuta all'estero: enogastronomia, Toscana, documentari e giovani che crescono. La direttrice del festival, Nancy Fishman, condivide alcune riflessioni sulla serata inaugurale. "Needed è un grande pezzo di storytelling italiano, molto divertente e attraente per gli amanti del cibo della Bay Area. Inoltre, penso che l'attore Luigi Fedele, che interpreta il giovane chef con Asperger, sia un vero talento da vedere". E aggiunge: "Mi piace anche il fatto che questo film celebri la neuro-diversità e preveda l'idea che possiamo anche pensare in modo diverso ma condividiamo tutti un'umanità comune e l'amore per il cibo".

La serata conclusiva presenta due documentari del Festival dei Popoli e Fishman sottolinea che "Si tratta di film eccellenti che mettono in mostra l'abilità e la raffinatezza dei registi italiani di documentari. Molti americani hanno familiarità con la storia leggendaria dei drammi e delle commedie di Cinecittà e con l'epoca del Neorealismo italiano di fama mondiale, così come con grandi registi italiani contemporanei come Paolo Sorrentino. Hanno invece meno familiarità con i registi italiani del documentario". E ricorda come "The Call di Enrico Maisto cattura il momento esatto in cui passiamo dall'essere cittadini ordinari a essere cittadini giudici, nello stimolante incarico di essere un giurato".

Se Napoli rappresenta, per gusto personale, la grande città italiana preferita dalla direttrice Fishman (con tutto il suo il caos, il gusto per la vita, il retaggio della Commedia dell'Arte, il cibo e soprattutto il popolo nel suo umorismo e ospitalità), lei non può che sottolineare come "Open to Public di Silvia Bellotti mostri l'umorismo e l'umanità della gente di questa città, dai suoi eroici assistenti sociali a coloro che cercano aiuto dall'ufficio case".

La maggior parte di questi film potrebbe essere considerato un omaggio alla Toscana, in quanto la bellezza della regione e la ricchezza della sua cultura saranno mostrate in "As Needed di Francesco Falaschi" - una piacevole delizia che porta lo spettatore in un viaggio culinario in Toscana - e in The Last Italian Cowboys di Walter Bencini, una canzone d'amore per la regione della Maremma e i suoi cow-boy che lavorano in uno degli ultimi allevamenti di bovini e cavalli allo stato brado. La direttrice Fishman ha concluso: "Siamo lieti che The Last Italian Cowboys verrà introdotto da Renato Sardo, fondatore di Slow Food US, e dalla fotografa di Sonoma Gabrielle Saveri, che ha documentato i cowboy italiani. Diamo anche il benvenuto a Gianmarco D'Agostino, regista documentarista di Firenze, che presenterà The Whole World, One Step at the Time, un breve documentario su un toscano che trova il lavoro della vita dando migliori opportunità educative e assistenza sanitaria ai bambini del Bangladesh”.

Il Console Generale Lorenzo Ortona, che al momento opera anche in qualità di direttore dell'Istituto Italiano di Cultura, condivide il suo entusiasmo per il festival: "Sono molto lieto di poter ospitare, ancora una volta e per il 22° anno, un festival del cinema italiano contemporaneo a San Francisco. La serata di apertura ha un film molto delicato sul rapporto tra cucina e autismo e sono molto grato al regista Francesco Falaschi - che sarà presente alla proiezione - per aver portato all'attenzione del pubblico un tema molto importante. L'attenzione di quest'anno sarà anche sui documentari, altro importante punto di forza dei cineasti italiani, probabilmente meno conosciuti all'estero, e su storie relative ad aspetti della vita italiana".
As Needed (Quanto basta) è una deliziosa commedia che porta il pubblico in un viaggio culinario a Firenze che culmina in un concorso per giovani cuochi. Vinicio Marchioni è un affascinante ed esperto chef con problemi di gestione della rabbia, che fa servizio di comunità in una scuola per adolescenti con Asperger. Lo studente migliore, interpretato da Luigi Fedele, è un giovane che ricorda ogni ingrediente di ogni ricetta. Il Sindacato Nazionale dei Giornalisti Cinematografici ha assegnato a Luigi Fedele il Premio Graziella Bonacchi per la sua eccezionale interpretazione in un film che celebra la neuro-diversità.

The Call è un film verità splendidamente girato, che osserva sconosciuti giurati incaricati della più alta responsabilità civile con profonda umanità. Il documentario di Enrico Maisto è una cronaca eccezionale del giorno in cui un cittadino entra in contatto diretto con l'amministrazione della giustizia. The Call è stato premiato come miglior documentario di media lunghezza da Hot Docs e con il Premio MyMovies Audience Award al Festival dei Popoli.

In Open to the Public, l'ente casa di Napoli gestisce quarantamila unità abitative pubbliche. I suoi uffici sono sede di discussione tra i dipendenti - che cercano di seguire i regolamenti con imparzialità - e la moltitudine dei candidati - che hanno bisogno di un alloggio. Nel suo lungo documentario verità, la lente non giudicante di Silvia Bellotti si trova tra l'assurdità kafkiana e gli episodi bizzarri della commedia napoletana. Open To The Public ha vinto il Premio del Pubblico al Festival dei Popoli 2017.

Hotel Gagarin, diretto da Simone Spada, mostra come un produttore disonesto convinca cinque italiani speranzosi a recarsi in Armenia per girare un film. Nicola, un trasandato insegnante di storia, non può credere che la sua sceneggiatura sarà effettivamente prodotta, mentre la frivola Patrizia abbraccia una carriera d’attrice inaspettata. La location per le riprese - l'appartato e invernale Hotel Gagarin - diventa casa loro quando per mesi sono abbandonati in Armenia a causa di schermaglie militari. Il cast trova opportunità inaspettate per creatività e felicità.

I biglietti per il cinema sono disponibili al botteghino (415 552-5580) o su www. newitaliancinema.org

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Perbacco: fine dining beyond the Week of Italian Cuisine

Several weeks prior to the 2018 Week of Italian Cuisine (November 12-17), San Francisco's fine dining establishment Perbacco, offered special guests...

A world without Venice: a nightmare more real than we think

Last month Venice suffered the fourth highest floods in its history. Water seeped up through the drains, over the canal sides and into the houses,...

Botteghiamo, Rome and the soul of Italian heritage

Today, I feel like to write about Rome and Italian heritage, but for once - our regular readers may be aware of my penchant for classical history - I...

The Week of Italian Cuisine highlights Mediterranean diet and Apulia’s traditional food

The Mediterranean Diet as a model of proper eating, as a balanced and sustainable lifestyle for both health and environment, was the main topic of...

Cinema Italian Style opens with Dogman, Matteo Garrone’s movie running for the Oscars

“I have no expectations. I’m not the kind of person who expects anything from life, but I think the American audience will be able recognize a movie...

Weekly in Italian

Recent Issues