Dal testamento di Marco Polo alla Cosmografia di Tolomeo: a Venezia gli antichi documenti in mostra al Cadem

Dal testamento di Marco Polo alla Cosmografia di Tolomeo: a Venezia gli antichi documenti in mostra al Cadem

Venezia inaugura il Cadem, Codices and Ancient Documents Exhibit Museum di Scrinium con il suo importante e corposo nucleo di antichi documenti e codici altrimenti non consultabili.

Ad attendere i visitatori vi sarà il nucleo di gioielli editoriali composto da: Processus contra Templarios, opera di cui il mondo intero ha parlato e continua a parlare; la Cosmografia di Tolomeo, esempio insuperato di arte della miniatura applicata alla cartografia; il Messale di Natale di Alessandro VI, in uso per la Celebrazione della Messa di Natale in San Pietro; la Divina Commedia illustrata dal Botticelli, riproduzione fedelissima delle 100 incantevoli tavole in pergamena realizzate a punta d’argento nel ‘400 dal Botticelli; Jubilaeum 1300 – 2000, l’indizione del primo Giubileo della storia (Bonifacio VIII – 1300) e la proclamazione del Grande Giubileo del 2000; Munificentia Venetiarum, pergamena riccamente miniata e sigillata in oro massiccio; Causa Anglica, la monumentale Supplica dei pari d’Inghilterra a papa Clemente VII per ottenere l’annullamento del matrimonio di Enrico VIII con Caterina d’Aragona. E ancora, Humanae Salutis la prima esclusiva edizione della bolla papale con la quale nel 1961 si aprì il Concilio ecumenico Vaticano II; Sacra Vestigia - Francesco d’Assisi, contenente gli unici due scritti autografi superstiti di san Francesco e la monumentale Regola Bollata del 1223, documento di fondazione dell’Ordine Francescano. 

In mostra, a completare il corpus di progetti realizzati da Scrinium, l’opera Ego Marcus Paulo volo et ordino, esclusiva e fedelissima ricostruzione del Testamento di Marco Polo, manoscritto su pergamena di pecora conservato in Biblioteca Nazionale Marciana con il quale il grande viaggiatore veneziano detta le sue ultime volontà e lascia in eredità alle figlie il suo ingente patrimonio di esotiche mercanzie. E, più brevemente, le opere Omelie di Maria; Codex Benedictus, considerato tra i pezzi più rari e pregiati nel patrimonio vaticano; il Rotolo dell’Exultet; i Libri d’Ore (Libro d’Ore per Rouen, Libro d’Ore di Jean Bourdichon, Ufficio della Madonna e Codice Rossiano) e, ancora, il Libro degli Schizzi di Francesco di Giorgio Martini: taccuino privato del geniale inventore, progettista e architetto del XV secolo, cui lo stesso Leonardo dichiarò di essersi ispirato per le sue più importanti invenzioni.

L’exhibit museale di Scrinium è composto da documenti che, per il loro portato simbolico e per la loro pregnanza storica, attraversano ogni confine e parlano al mondo intero della grande storia dell’Uomo, abbattendo ogni barriera religiosa e culturale per pervenire alla Verità storica.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Il Codice Leicester di Leonardo da Vinci (e Bill Gates) in mostra a Firenze

“L’acqua vetturale della natura” scrive Leonardo da Vinci in quel Codice Leicester che dal 30 ottobre al 20 gennaio è esposto nell’Aula...
L’arte che non si arrende dell’artista astratto Marcello Mariani

L’arte che non si arrende dell’artista astratto Marcello Mariani

Marcello Mariani (L’Aquila 1938-2017), artista astratto di caratura internazionale, è diventato il simbolo dell’anima ferita ma indomita dell’Aquila...
 Marco Cavallo libera tutti: dalla cartapesta alla rivoluzione psichiatrica

Marco Cavallo libera tutti: dalla cartapesta alla rivoluzione psichiatrica

Marco Cavallo libera tutti: era il 25 febbraio 1973 quando il grande cavallo azzurro di cartapesta costruito nell’Ospedale psichiatrico di Trieste da...
Disegni e dipinti di Giorgio Vasari e gli artisti di Bologna

Disegni e dipinti di Giorgio Vasari e gli artisti di Bologna

Giorgio Vasari e gli artisti a Bologna, una mostra agli Uffizi dal 9 ottobre al 2 dicembre nella sala Edoardo Detti, al primo piano della Galleria...
Appassionati di Mirò? Firenze ospita la sua Mirografia

Appassionati di Mirò? Firenze ospita la sua Mirografia

Fino all’11 novembre 2018 la Fornaciai Art Gallery di Firenze ospiterà la mostra “Joan Miró. Mirografia: opere grafiche 1961-1976”, a cura di Stefano...

Weekly in Italian

Recent Issues