San Francisco celebrates Italian heritage, traditions, and history in a full weekend of events

Washington Square during the Italian Heritage Parade del 2017

The first weekend in October will be very busy for locals and visitors in San Francisco. While the Marina will welcome the San Francisco Fleet Week - a celebration of the Bay Area naval tradition, honoring men and women serving in our armed forces - the North Beach neighborhood will host, once again, the oldest Italian Heritage Parade of the United States. The parade, taking place on Sunday October 7th, usually lasts around three hours and approximately 150,000 people are expected. 

Many organizations take part to the parade which last around 3 hours


For those who are not familiar with Italian traditions around the Bay Area, it will be interesting to know how not only is the Italian Heritage Parade the city’s oldest civic event, but it’s also the nation’s oldest Italian American Parade, dating back to 1868. That was also the time when thousands of Italian immigrants found themselves without the riches they had anticipated, whereas many other were destitute and in need of assistance. Nicola Larco, the wealthiest member of the Italian Colony of San Francisco, thought of providing relief to those people and founded La Società Italiana di Mutua Beneficenza. It ended up being the first and largest mutual benefit society in San Francisco and, today, it’s the oldest Italian organization in the United States. Ten years later, after he retired from La Società Italiana di Mutua Beneficenza, Mr Larco established San Francisco’s First Columbus Day Celebration: it marked the moment during which Italian-Americans gathered in San Francisco to hold a parade and honor their accomplishments and remember Christopher Columbus. 

Washington Square during the Italian Heritage Parade del 2017


The first parade took place in downtown San Francisco, featuring bands and marching units of Italian fraternal organizations, such as the Garibaldi Guard, Swiss Guards, and Lafayette Guards. In the middle of the century (1942), the celebration became part of a non-profit corporation known as “Columbus Day Celebration, Inc.,” whereas, in 1994, it turned into the Italian Heritage Parade following the effort to celebrate the accomplishments and the culture of all Italians and Italian-Americans. 

150.000 people are expected in San Francisco during the weekend


As explained by Joe D’Alessandro, CEO of SF Travel since 2006, “The Parade has a long history representing the Italian community of today, as well as the historical community and its contribution to the growth of San Francisco, the Bay Area, and California overall.” And he continues: “The true significance of the Parade is to share the Italian heritage, story, and culture. Nevertheless, sometimes there is a risk they are forgotten by the new Italian-American generations, unless we do something to have them remembered. That’s why the parade and the whole celebration are great moments to remind our roots and the origins of our families.” Why is this moment so unique? Mr D’Alessandro cannot underline enough how “this is a moment to be proud of the culture and the traditions.

Yet, when such events happen, they help people keep the heritage alive. The parade is a fun and enjoyable festival, and this year’s expectations are very high as we celebrate the 150th anniversary.” From a touristic perspective, the Parade will happen in the same weekend as other events, like the Fleet week, and there’s such a synergy in San Francisco, as proven by sold out hotels and the benefits coming for restaurants and businesses around the city. “What happens in San Francisco”, Mr D’Alessandro states, “is at least unusual when compared to other communities, where the tradition of the parade ended some time ago. Here, instead, we have new generations of Italians who come to work in tech and share their knowledge, but they are keen on keeping the heritage and their traditions alive.”  

Columbus Street during the Italian Heritage Parade del 2017


In a message sent to the community, Italian Ambassador Armando Varricchio recalls how “there are many important reasons to be proud of the Italian heritage in this part of America.” Italian Consul General in San Francisco, Lorenzo Ortona, tells L’Italo Americano: “I am participating in the 2018 celebrations of the Italian Heritage Parade rejoicing for all the extraordinary achievements obtained by the Italian American community of San Francisco and the Bay area, and embracing the new immigration of Italians coming to this part of the world with a similar spirit. It is a particularly important milestone that we celebrate this year, let us highlight the contribution of Italian Americans to this great country and join the festivities of the Italian heritage parade underlining its spirit of inclusiveness and, in particular this year, celebrate in unity among all communities.” 

The handcrafted floats celebrate San Francisco Bay Area business, community groups, and Italian organizations, as well as noted Italian-Americans, local high school Italian clubs and marching bands. One of the parade’s focal points is for sure Queen Isabella and her Court, an outstanding Italian-American young woman who represents the ideals of the community for an entire year. Hard work, family and religion, and a love of life are what a panel of judges look for when it comes to choose Queen Isabella. They usually look for poise, personality, grace, community involvement, and pride in her heritage.  

The Parade begins at 12:30 pm at the foot of Jefferson and Powell Streets in Fisherman’s Wharf, proceeds south through North Beach on Columbus Avenue, and ends in Washington Square in front of Saints Peter and Paul Church. For those around the Civic Centre area, the City Hall will be lit in the Italian color flag on Sunday night, in honor of Italian American contributions to San Francisco. 

For people who cannot attend the parade, there is a moment of celebration the night before at the Grand Ball and Banquet at the Palace Hotel, whereas a dinner party will be hosted by the San Francisco Italian Athletic Club at 6pm on Sunday.

Il primo fine settimana di ottobre sarà molto impegnativo per residenti e visitatori a San Francisco. Mentre la Marina accoglierà la Settimana della Flotta di San Francisco - una celebrazione della tradizione navale della Bay Area, che onora uomini e donne che prestano servizio nelle nostre forze armate - il quartiere di North Beach ospiterà, ancora una volta, la più antica parata italiana degli Stati Uniti. La sfilata, che si svolgerà domenica 7 ottobre, dura in genere circa tre ore e sono attese circa 150.000 persone. 

Per coloro che non hanno familiarità con le tradizioni italiane nella Bay Area, sarà interessante sapere come non solo l'Italian Heritage Parade sia il più antico evento civico della città, ma è anche la più antica parata italoamericana della nazione, che risale al 1868. Quello fu anche il tempo in cui migliaia di immigrati si trovavano senza le ricchezze che avevano previsto, e c'erano molti indigenti e bisognosi di assistenza. Nicola Larco, il membro più ricco della Colonia italiana di San Francisco, pensò di dare sollievo a quelle persone e fondò la Società Italiana di Mutua Beneficenza. Finì per essere la prima e la più grande società di mutuo soccorso di San Francisco e, oggi, è la più antica organizzazione italiana negli Stati Uniti. Dieci anni dopo, già ritiratosi dalla Società Italiana di Mutua Beneficenza, Larco istituì la prima Celebrazione del Columbus Day di San Francisco: segnò il momento in cui gli italoamericani si riunirono a San Francisco per organizzare una parata e onorare i loro successi e ricordare Cristoforo Colombo.

La prima sfilata si è svolta nel centro di San Francisco, con gruppi e corpi di marcia di organizzazioni di confraternite italiane, come la Guardia Garibaldi, le Guardie Svizzere e le Guardie Lafayette. Verso la metà del secolo (1942), la celebrazione divenne parte di una società senza scopo di lucro nota come "Columbus Day Celebration, Inc.", mentre, nel 1994, si trasformò nella Parata del Patrimonio Italiano in seguito allo sforzo di celebrare le conquiste e la cultura di tutti gli italiani e italoamericani. 

Come spiegato da Joe D'Alessandro, Ceo di SF Travel dal 2006, "La Parata ha una lunga storia che rappresenta la comunità italiana di oggi, così come la comunità storica e il suo contributo alla crescita di San Francisco, della Bay Area e della California in generale". E continua: "Il vero significato della sfilata è condividere il patrimonio, la storia e la cultura italiana, poichè c'è il rischio che vengano dimenticati dalle nuove generazioni italoamericane, a meno che non si faccia qualcosa per ricordarli. Ecco perché la sfilata e l'intera celebrazione sono momenti importanti per ricordarci le nostre radici e le origini delle nostre famiglie". Perché questo momento è così unico? D'Alessandro non può sottolineare abbastanza come "questo è un momento per essere orgogliosi della cultura e delle tradizioni. Quando si svolgono tali eventi, si aiutano le persone a mantenere vivo il patrimonio. La sfilata è una festa allegra e divertente, e le aspettative di quest'anno sono molto alte, visto che celebriamo il 150° anniversario". 

Dal punto di vista turistico, la sfilata avverrà nello stesso fine settimana di altri eventi, come la Settimana della Flotta, e questo crea una sinergia a San Francisco, come dimostrano il tutto esaurito degli hotel e i benefici in arrivo per ristoranti e attività commerciali della città. "Quello che succede a San Francisco", afferma D'Alessandro, "è per lo meno inusuale rispetto ad altre comunità, dove la tradizione della sfilata è terminata tempo fa. Qui, invece, abbiamo nuove generazioni di italiani che vengono a lavorare nel settore della tecnologia e condividono le loro conoscenze, ma sono desiderosi di mantenere vivo il loro patrimonio e le loro tradizioni".

In un messaggio inviato alla comunità, l'Ambasciatore italiano Armando Varricchio ricorda che "ci sono molti motivi importanti per essere orgogliosi del patrimonio italiano in questa parte dell'America". Il Console Generale italiano a San Francisco, Lorenzo Ortona, racconta a L'Italo Americano: "Parteciperò alle celebrazioni del 2018 della Parata del Patrimonio Italiano per tutte le straordinarie conquiste della comunità italoamericana di San Francisco e della Bay Area, abbracciando la nuova immigrazione di italiani che arrivano in questa parte del mondo con uno spirito analogo a quello del passato. È un traguardo particolarmente importante quello che celebriamo quest'anno. Dobbiamo mettere in evidenza il contributo degli italoamericani alla crescita di questo grande Paese e partecipare alle celebrazioni del patrimonio italiano per sottolinearne lo spirito di inclusione e, in particolare quest'anno, per celebrarlo insieme con tutte le comunità”. 

I carri fatti a mano celebrano gli affari della Bay Area di San Francisco, i gruppi della comunità e le organizzazioni italiane, oltre a famosi italo-americani, a scuole superiori, club italiani e bande musicali. Uno dei punti focali della sfilata è sicuramente la Regina Isabella e la sua corte, una importante giovane donna italoamericana che rappresenta gli ideali della comunità per un anno intero. Il duro lavoro, la famiglia, la religione e l'amore per la vita sono ciò che un gruppo di giudici cerca quando si tratta di scegliere la Regina Isabella. Di solito cercano equilibrio, personalità, grazia, coinvolgimento della comunità e orgoglio per la sua eredità.

La Parata inizia alle 12:30 pm all’inizio di Jefferson e Powell Street a Fisherman's Wharf, procede verso sud attraverso North Beach su Columbus Avenue e termina a Washington Square davanti alla chiesa di San Pietro e Paolo. Per coloro che stanno attorno al centro, il Municipio sarà illuminato con i colori della bandiera italiana nella notte di domenica, per onorare i contributi italoamericani a San Francisco.
Per quanti non possono partecipare alla Parata, c'è un momento di festa la sera prima con il Grand Ball and Banquet al Palace Hotel, dove una cena sarà ospitata dal San Francisco Italian Athletic Club alle 18:00 di domenica.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

The last lighthouse keeper at Punta Carena

The lighthouse, a mysterious and poetic place, cherished by artists and writers: Virginia Woolf set one of her most popular novels, To the Lighthouse...

12 things to do in Cilento, Campania’s untouched gem

The region of Campania holds classic treasures like the Palace of Caserta and archeological sites such as Pompeii and Herculaneum. Seductive resorts...

Identità Golose opens in Los Angeles with Carlo Cracco

Being behind the counter and in front of the cooker feels familiar to Carlo Cracco; here he shows us step by step, ingredient after ingredient, how...

3 Best Places to Visit in Florence

Are you planning a trip to Florence for the next holiday? Hop in as we take you through a handful of ways to have fun in one of the most significant...

Rasiglia: singing waters and legacy of the loom

A tiny hamlet in the peaceful Umbrian hills has become a popular destination thanks to what we would call the social media effect. Its name is...

Weekly in Italian

Recent Issues