L’emigrato abruzzese imbarcato USS Arkansas BB-33

L’emigrato abruzzese imbarcato USS Arkansas BB-33

Antonio Giuseppe D’Andreagiovanni (Anthony Joseph Daniger) l’abruzzese che combatté le più importanti battaglia della Seconda Guerra Mondiale: lo “Sbarco in Normandia”, la cruenta “Battaglia di Cherbourg”, le leggendarie conquiste di “Iwo Jima” e di “Okinawa” lo videro sempre coraggioso protagonista sulla nave “USS Arkansas BB-33”. Era nato a Montesilvano nel 1925.

Antonio Giuseppe D’Andreagiovanni, negli Stati Uniti divenne Anthony Joseph Daniger, nacque a Montesilvano, il 18 novembre del 1925, da Donato e Concetta. Le sue vicende, legate all’emigrazione, sarebbero state come una delle tante e non dissimili storie. Ma il ragazzo di Montesilvano invece visse, da protagonista, la Seconda Guerra Mondiale e con essa incontrò la Storia.

 Quasi tutti hanno letto dello “Sbarco in Normandia”, della cruenta “Battaglia di Cherbourg”, della leggendaria conquista di “Iwo Jima” e delle operazioni di “Okinawa”. Quasi tutti ne hanno sentito parlare ma Antonio Giuseppe D’Andreagiovanni le visse e combatté davvero.

Imbarcato, come marinaio, sulla “USS Arkansas BB-33” (nave da battaglia della United States Navy) si trovò a vivere da vicino e coraggiosamente vicende destinate a non essere mai più dimenticate. Antonio Giuseppe vide combattere, vide morire e vide issare vittoriosa la bandiera per la quale combatté. Ottenne per questo importanti riconoscimenti militari.

Poi una volta sbarcato dalla sua “USS Arkansas BB-33”, con umiltà e come ogni buon soldato, tornò nel suo piccolo villaggio di South Glens Falls nello Stato di New York. Venne spesso chiamato per ricordare quelle vicende e immancabilmente i suoi occhi si riempivano di lacrime.

Dopo la guerra il suo lavoro fu quello di rappresentante-venditore e in questo l’aiutò la sua proverbiale ed inarrestabile parlantina. Amò i cani e la caccia grazie ai quali, durante i duri anni trascorsi a Mechanicville, riuscì a procurare cibo per la sua famiglia.

Sposò, nel 1957, il grande amore della sua vita, Mary LaClair, dalla quale ebbe tre figli: Daniel, William e Anthony. Antonio Giuseppe D’Andreagiovanni (Anthony Joseph Daniger) morì il 19 novembre del 2015.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

'Settembre, andiamo. E’ tempo di migrare'. D'Annunzio e il suo Abruzzo

'Settembre, andiamo. E’ tempo di migrare'. D'Annunzio e il suo Abruzzo

“Settembre, andiamo. E’ tempo di migrare. Ora in terra d’Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare : scendono all’Adriatico...
Storia di un anarchico abruzzese tra Stati Uniti e Sud America

Storia di un anarchico abruzzese tra Stati Uniti e Sud America

Sono pochi gli uomini che si spendono per gli altri. Eccezioni. Ma sono le eccezioni che aiutano a credere negli uomini. E per convincersi che l’...
Nitti, protagonista della Resistenza a Matera

Nitti, protagonista della Resistenza a Matera

In occasione delle celebrazioni de 76° anniversario del XXI settembre 1943, Matera dedicherà un incontro alla straordinaria figura dell’intellettuale...
Museo virtuale della civiltà contadina e degli attrezzi agricoli in Molise

Museo virtuale della civiltà contadina e degli attrezzi agricoli in Molise

A Montorio nei Frentani, piccolo centro in provincia di Campobasso, potrebbe presto nascere un Museo virtuale della civiltà contadina e degli...
Far pace con la storia: restituire alle comunità ebraiche i beni culturali sottratti con le leggi razziali

Far pace con la storia: restituire alle comunità ebraiche i beni culturali sottratti con le leggi razziali

Nel corso della riunione del Comitato per il recupero e la restituzione dei beni culturali che si è tenuta nella sede del Ministero per i beni...

Weekly in Italian

Recent Issues