Umberto Saba, il ricordo 60 anni dopo della tradizione lirica italiana del Novecento

Umberto Saba, il ricordo 60 anni dopo della tradizione lirica italiana del Novecento

“A sessant'anni dalla sua scomparsa, rimane viva la poetica di Umberto Saba, pseudonimo del poeta e scrittore di origine ebraica Umberto Poli, illustre esponente della letteratura e della tradizione lirica italiana del novecento”. Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ricorda oggi Umberto Saba, morto a Gorizia il 25 agosto del 1957.  

“I tratti autobiografici legati al disagio giovanile e al tormento interiore per l'abbandono subito, - riflette Mattarella – hanno caratterizzato le sue prime raccolte, intrecciandosi in un'unica trama con il senso di inadeguatezza ed impotenza di fronte agli orrori della Grande Guerra, culminando nella prima edizione de Il Canzoniere, pubblicato nel 1921. Trieste, la sua città natale, la sua gente, i suoi paesaggi, sono un costante riferimento per Saba”.

“I tratti classici della sua poetica, arricchita di gusto romantico e priva dei condizionamenti delle avanguardie, semplice e raffinata, diretta e ricercata, fatta di parole di uso comune che danno ritmo e vivacità ai testi, sono schermo a quell'estremo bisogno di riflessione profonda e consapevole delle proprie fragilità”, aggiunge il Presidente, che ricorda: “la promulgazione delle leggi razziali di cui fu vittima e che lo costrinsero a nascondersi e fuggire, mette a dura prova l'animo del poeta, al quale non mancheranno tuttavia, poi, prestigiosi riconoscimenti, tra cui, nel 1951, quello dell'Accademia dei Lincei”.
Concludendo, Mattarella sottolinea come l'opera di Saba si collochi “tra le maggiori della poesia contemporanea, autentico esempio di profonda umanità e impegno civile”.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Negli ultimi quarant’anni l’atmosfera italiana è diventata più limpida: lo dicono i ricercatori del Cnr

Negli ultimi quarant’anni l’atmosfera italiana è diventata più limpida: lo dicono i ricercatori del Cnr

Negli ultimi quarant’anni l’atmosfera in Italia è diventata più limpida, e l’aria può considerarsi “più pulita”: queste le conclusioni a cui sono...
Dall'invenzione del microprocessore alla scienza della consapevolezza: anteprima americana con Federico Faggin a San Francisco

Dall'invenzione del microprocessore alla scienza della consapevolezza: anteprima americana con Federico Faggin a San Francisco

Sarà la Fugazi Hall di San Francisco ad ospitare martedì 3 settembre, dalle ore 18.30 alle 20.30, l'anteprima americana del libro “Silicio. Dall'...
Il mare restituisce la storia più antica: a Reggio Calabria un giacimento sommerso di anfore antiche

Il mare restituisce la storia più antica: a Reggio Calabria un giacimento sommerso di anfore antiche

A Reggio Calabria dal 5 al 9 agosto lungo il tratto della Via Marina, nello specchio di mare compreso tra il monumento a Vittorio Emanuele e il Lido...
L’eredità morale di Paolo Borsellino: la famiglia, Palermo e il suo mondo denso di umanità e giustizia

L’eredità morale di Paolo Borsellino: la famiglia, Palermo e il suo mondo denso di umanità e giustizia

Parafrasando Einstein, se il tempo può essere definito come una dilatazione dello spazio, allora ogni istante può essere nullo oppure infinito. Per...
Addio a De Crescenzo, l'ingegnere che divulgò la filosofia con un autentico e geniale tocco di napoletanità

Addio a De Crescenzo, l'ingegnere che divulgò la filosofia con un autentico e geniale tocco di napoletanità

Dopo la scomparsa dell’ingegnere-filosofo napoletano Luciano De Crescenzo, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha rilasciato questa...

Weekly in Italian

Recent Issues