La patella si muove come uno squalo: la scoperta del Cnr-Università di Firenze

La patella si muove come uno squalo: la scoperta del Cnr-Università di Firenze

‘Caccia come uno squalo, o come una patella'. Può sembrare un parallelo assurdo, ma secondo uno studio pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science questi molluschi marini sono caratterizzati da uno schema di movimento simile a quello osservato in molti predatori marini tra cui gli squali, anche se ovviamente molto più lento. La notizia arriva dall’Istituto dei sistemi complessi del Consiglio nazionale delle ricerche (Isc-Cnr), che ha svolto la ricerca in collaborazione con il Dipartimento di biologia dell’Università di Firenze e con la Rothamsted Research (Uk).

“Le patelle, piccole conchiglie di forma conica comunemente presenti sugli scogli, sono animali primitivi dall’origine filogenetica estremamente remota, che vivono coltivando giardini algali. I loro movimenti sono appena percettibili, ma allo sguardo del ricercatore appaiono sorprendenti”, spiega Stefano Focardi, ricercatore Isc-Cnr e coordinatore del lavoro. “Ne abbiamo osservato il comportamento molto da vicino, mediante un sistema di puntamento fotografico che utilizza dei led posti sulla conchiglia, scoprendo che il loro movimento rivela una cornucopia di bizzarre caratteristiche matematiche, tra cui il caos e i frattali. Gli studiosi hanno infatti dimostrato che questo tipo di movimenti è descritto da funzioni matematiche chiamate Weierstrassian Lévy walks”.

I ricercatori hanno preso in esame due diverse specie di questo mollusco che vivono in condizioni ambientali molto diverse: Patella vulgata nell’Oceano Atlantico e Patella rustica nel Mediterraneo. “Con il nostro studio abbiamo dimostrato che la strategia di movimento di entrambe le specie è, sorprendentemente, la stessa adottata dagli squali e da molti altri predatori, comprese certe tribù di cacciatori-raccoglitori umani già studiate in precedenza, e che permette di ottimizzare la ricerca del cibo”, conclude Focardi. “Analizzando le distribuzioni dei tempi fra consecutivi cambiamenti di direzione, abbiamo scoperto come il possibile meccanismo generativo di questa particolare strategia di movimento dipenda dalla presenza di un generatore caotico, probabilmente al livello del sistema nervoso di questi piccoli animali”.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Fondamentale per la ricerca il Dna dei sardi: è un ‘orologio molecolare’

Fondamentale per la ricerca il Dna dei sardi: è un ‘orologio molecolare’

Non è la prima volta che si sente dire ma è l’ennesima conferma della sua straordinaria importanza. Il Dna dei sardi è “una macchina del tempo”,...
Studio italiano conferma: non ci si ammala di cancro per caso o sfortuna. Tra le cause stili di vita e ambiente esterno

Studio italiano conferma: non ci si ammala di cancro per caso o sfortuna. Tra le cause stili di vita e ambiente esterno

Non ci si ammala di cancro per caso o per sfortuna: lo confermano i risultati dello studio di un gruppo di scienziati dell'Istituto Europeo di...
La Nasa celebra la cooperazione spaziale con l'Italia (e Matera)

La Nasa celebra la cooperazione spaziale con l'Italia (e Matera)

All’Ames Research Center della Nasa di Mountain View in California si è tenuto un convegno volto a rafforzare la cooperazione nel settore dello...
L'Italia sceglie l'inclusione per la Festa Nazionale del 2 Giugno

L'Italia sceglie l'inclusione per la Festa Nazionale del 2 Giugno

“L’inclusione” è il tema scelto quest'anno per la tradizionale parata militare della Festa del 2 giugno ai Fori Imperiali in occasione del 73esimo...
Alta formazione, Italia protagonista della fiera Nafsa a Washington

Alta formazione, Italia protagonista della fiera Nafsa a Washington

Dopo il successo della partecipazione all’edizione del 2018, l’Italia ed il suo sistema universitario e di alta formazione sono ancora una volta...

Weekly in Italian

Recent Issues