Giovani scienziati italiani a Los Angeles per ISEF, fiera internazionale della scienza e dell’ingegneria

Giovani scienziati italiani a Los Angeles per ISEF, fiera internazionale della scienza e dell’ingegneria

A Los Angeles l’Italia sarà rappresentata da Valerio del Pellaticon; Eros del Malignani di Udine, Elena, Gloria e Romina del Galilei di Jesi 

È trascorso poco più di un mese dalla premiazione organizzata dalla Fast il 27 marzo scorso e ora i vincitori vanno a rappresentare l’Italia nelle più autorevoli manifestazioni internazionali. Il traguardo più ambito, la ragione stessa de “I giovani e le scienze”, è partecipare a EUCYS, la 29° edizione del concorso dell’Unione europea dei giovani scienziati di fine settembre a Tallinn.

La Giuria Fast ha selezionato per la capitale estone tre allievi del Fermi di Mantova: Marco, Alessandro ed Elia con il progetto “AE Space Herbs: il Futuro in Aeroponica”; e altrettanti dell’Istituto Agnelli di Torino con “CardioID: dimmi come batte il tuo cuore e ti dirò chi sei!”, realizzato da Mattia, Andrea e Filippo. Con loro ci saranno 150 giovani delle scuole superiori da 40 paesi dei cinque continenti che concorrono ai premi in denaro fino a € 7000 e ai riconoscimenti d’onore come la cerimonia dei premi Nobel del 10 dicembre a Stoccolma.

“Fast non distribuisce premi in denaro; offre interessanti opportunità che rimangono nella mente dei nostri giovani per sempre” commenta il presidente della Fast Roberto Cusolito.

Come gli incontri negli Stati Uniti. Fino al 7 maggio allievi del Sobrero di Casale Monferrato e del Galilei di Jesi difendono il tricolore a I-SWEEEP di Houston, l’Olimpiade internazionale di ambiente, energia e ingegneria.

Dal 13 al 19 maggio a Los Angeles si svolge ISEF, la fiera internazionale della scienza e dell’ingegneria. Valerio del Pellaticon “LASERWan”; Eros del Malignani di Udine con “Mini-incubatore per la potabilità delle acque”; Elena, Gloria e Romina del Galilei di Jesi con il lavoro “Curcumina: la molecola che cattura i metalli pesanti” gareggiano nella più grande rassegna mondiale sfidando 1800 concorrenti con un migliaio di progetti.

Dal 12 al 17 giugno è il turno di GENIUS a Oswego, nel Nord dello stato di Nuova York. A questa fiera dedicata alla soluzione delle questioni ambientali globali vanno Alessandro, Roberto e Gabriele del Q. Ennio di Gallipoli e Sara, Marco e Alberto del Sobrero di Casale Monferrato. Presentano rispettivamente “A passo…di lumaca! Utilizzo di un antimicrobico naturale per il miglioramento della shelf-life di prodotti di IV gamma” e “Il blu di Prussia: un alleato contro la radioattività e l’inquinamento ambientale”.

Nel mese di luglio, dal 14 al 20, la meta è Washington DC e tocca a 6 genietti del Trentino (Marco, Gabriele, Matteo, Luca, Lorenzo e Edon del Galilei) dimostrare le loro competenze in robotica nell’evento internazionale a squadre FIRST Global.

Un cenno anche a due iniziative del Sud America, entrambe in Brasile. Dal 7 al 12 agosto a Fortaleza si tiene ESI, l’Esposizione scientifica internazionale di Milset con la partecipazione di tre ragazzi dalGiua di Cagliari: Valentina, Alessandro e Federicoportano il loro contributo “A.R.T.S. (Auto Rescue Tracheotomy System)”. A fine ottobre c’è la 32a MOSTRATEC di Novo Hamburgo dove vanno Federico, Roberto e Nicholas del Bellizzi di Rimini; presentano “Optical Wheelchair. Move a wheelchair in the blink of an eye”.

Altre occasioni, solo per ricordare i principali riconoscimenti, sono: IEYI, rassegna internazionale dei giovani inventori in Giappone dove va Mattia del Baldini di Ravenna; il suo lavoro è “Orion: Esoscheletro a controllo muscolare”; TISF, fiera internazionale della scienza di Taipei; l’Expo science del Brasile e del Belgio; il concorso Acqua di Stoccolma.

Guardando al futuro, la Fast sta lanciando il bando per I giovani e le scienze 2018, selezione per il 30° EUCYS, il concorso dell’Unione europea dei giovani scienziati e per i più prestigiosi eventi internazionali degli studenti meritevoli. Le candidature vanno presentate entro il 10 febbraio 2018. L’esposizione dei progetti finalisti è prevista dal 24 al 26 marzo 2018.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Salvi olio, pasta e vino: gli Usa (principale mercato extraUe) non inaspriranno i dazi sull’agroalimentare made in Italy

Salvi olio, pasta e vino: gli Usa (principale mercato extraUe) non inaspriranno i dazi sull’agroalimentare made in Italy

Olio, pasta e vino non saranno penalizzati dalla revisione delle liste di merci Ue colpite dai dazi Usa. Il dipartimento del Commercio Statunitense...
Resta il pericolo dazi ma il mercato Usa è necessario, strategico e non sostituibile per l'export italiano

Resta il pericolo dazi ma il mercato Usa è necessario, strategico e non sostituibile per l'export italiano

L’Italia esce indenne dall’ultimo giro di valzer sui dazi: nessun nuovo prodotto Made in Italy entra nella lista rivista di quelli soggetti a nuove...
Nonostante l'incognita dazi Usa, la produzione dei vini certificati Doc e Docg della Toscana vola sui mercati esteri

Nonostante l'incognita dazi Usa, la produzione dei vini certificati Doc e Docg della Toscana vola sui mercati esteri

Oltre il 50% della produzione certificata DOC e DOCG della Toscana vola sui mercati esteri, rappresentando circa il 19% del totale export di vini DOP...
Nel carrello della spesa delle famiglie italiane sempre più Asiago Dop

Nel carrello della spesa delle famiglie italiane sempre più Asiago Dop

La diffusione del coronavirus espone l’economia mondiale e quella italiana ad un crescente rischio di rallentamento. La Cina, dopo Stati Uniti e...
Profondo rosso per l'export dei vini italiani (-7%) a causa dei Dazi Usa

Profondo rosso per l'export dei vini italiani (-7%) a causa dei Dazi Usa

I dazi statunitensi mettono nel caos l’export del vino. E a farne le spese, a dicembre, non sono solo i Paesi penalizzati in dogana ma anche l’Italia...

Weekly in Italian

Recent Issues