110° anniversario del disastro minerario di Monongah, la più grande tragedia sul lavoro della storia dell’emigrazione italiana110° anniversario del disastro minerario di Monongah, la più grande tragedia sul lavoro della storia dell’emigrazione italiana

110° anniversario del disastro minerario di Monongah, la più grande tragedia sul lavoro della storia dell’emigrazione italiana

“Vorrei in questa giornata rivolgere un sincero ringraziamento a tutti gli italiani nel mondo. Con il loro lavoro, la loro dedizione e il profondo spirito di sacrificio, le nostre collettività all’estero hanno saputo negli anni dimostrarsi risorsa preziosa e motivo di vanto per il Paese.”

Così il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Angelino Alfano nella ricorrenza del 110° anniversario del disastro minerario di Monongah, la più grande tragedia sul lavoro della storia dell’emigrazione italiana, in cui persero la vita 171 connazionali.

“Ricordare oggi i connazionali che perirono a Monongah – ha aggiunto Alfano - significa in primo luogo riflettere sulla complessa storia della nostra emigrazione, segnata anche da grandi sacrifici. La commemorazione di questo tragico evento non può solo rinnovare sentimenti di tristezza e sofferenza. Deve anche rendere omaggio al desiderio di riscatto e alla straordinaria forza d’animo con cui tanti italiani lasciarono il Paese alla ricerca di un futuro migliore. Determinazione e tenacia ancora oggi sono tratti significativi e caratterizzanti delle nostre comunità all’estero che ho avuto l’occasione di incontrare nei miei viaggi istituzionali.”

“Il ricordo dei protagonisti di queste pagine della storia del Paese torna oggi di grande attualità, in un momento di rinnovata ripresa dei flussi di connazionali verso l’estero” ha concluso il titolare della Farnesina.

Il disastro di Monongah, avvenuto il 6 dicembre 1907 avvebbe nella miniera di carbone della Fairmont Coal Company, di proprietà della Consolidated Coal Mine of Baltimore. L'incidente coinvolse le gallerie numero 6 e 8 della miniera. Il boato e le vibrazioni del terreno furono avvertite a 30 km di distanza. Gli effetti più devastanti si ebbero nella galleria 8: qui un frammento di oltre 50 kg del tetto in cemento del locale motori fu scagliato sulla riva opposta del West Fork, a oltre 150 metri di distanza. Stessa sorte toccò ad una grossa parte dell'aeratore, che venne scaraventata sulla sponda orientale del fiume, piantandosi nel fango. Testimoni oculari riferirono che la vampata proveniente dal sottosuolo raggiunse i trenta metri d'altezza. L'intera collina su cui si apriva l'entrata della miniera fu violentemente scossa e dal West Fork si sollevò una gigantesca ondata che raggiunse la linea ferroviaria che correva lungo il corso d'acqua.

L'incidente rappresenta anche la più grave sciagura mineraria dell'emigrazione italiana: morì circa un terzo dei tremila abitanti di Monongah.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Italia che cambia: il 90 % dei figli della seconda generazione si sente al 100% italiano

Italia che cambia: il 90 % dei figli della seconda generazione si sente al 100% italiano

C'è un'Italia che cambia volto con l'integrazione ma risulta che il 90 % dei figli della seconda generazione si sente al 100% italiano. L’...
La Villa Visconti Borromeo Litta, i giardini all’italiana e la musica rinascimentale

La Villa Visconti Borromeo Litta, i giardini all’italiana e la musica rinascimentale

Dedicato alla storica Villa Visconti Borromeo Litta il duplice evento in programma a Washington DC, nella sede dell’Ambasciata d’Italia composto di...
Iroso spegne 40 candeline: festa per l'ultimo mulo militare che ha servito gli Alpini

Iroso spegne 40 candeline: festa per l'ultimo mulo militare che ha servito gli Alpini

Come un alpino. E’ stato festeggiato con tutti gli onori, Iroso, l'ultimo mulo in vita che ha prestato servizio nell'Esercito Italiano nel corpo...
Identificato il soldato che salvò Hemingway

Identificato il soldato che salvò Hemingway

Sul Piave, nel 1918, un colpo di mortaio investì il futuro premio Nobel per la letteratura ma un fante italiano protesse Ernest Hemingway,...
La società contadina molisana e la figura misteriosa dell'Accabadora

La società contadina molisana e la figura misteriosa dell'Accabadora

Era realmente presente una figura chiamata ad aiutare il moribondo a porre fine alle sue sofferenze? Non lo sapremo mai. È possibile che in passato,...

Weekly in Italian

Heritage

Recent Issues