Arredi, libri, fotografie e biblioteca storica: si arricchisce il Museo della Geotermia a Larderello

Arredi, libri, fotografie e biblioteca storica: si arricchisce il Museo della Geotermia a Larderello

E' stata inaugurata la nuova ala del Museo della Geotermia a Larderello, in piazza Leopolda, nel territorio comunale di Pomarance. Si tratta del primo piano del Palazzo de Larderel, che al piano terra ospita già il Museo della Geotermia com­pletamente interattivo che ogni anno accoglie migliaia di studenti e visitatori dalla Toscana, dall’Italia e da molte parti del mondo. 

Adesso, l’offerta culturale si arricchis­ce di questa nuova ala al primo piano che era l’abitazione del Conte Francesco De Larderel e che conserva arredi, libri, fotog­rafie e archivi originali: il materiale è stato organizzato e predisposto in 12 sale che accolgono la  biblioteca storica, le origini di Larderello, il suo sviluppo dalla chimica all’attività elettrica, l’archivio storico fotografico.

Gli arredi e il materiale sono disposti secondo una ricostruzione fedele alla realtà dell’epoca. Di grande prestigio e valore sono i testi scientifici che illustrano l’evoluzione della ricerca dalla fine dell’800 fino alla metà del ‘900, negli ambiti che sp­aziano dalla chimica alla fisica, dalla geofisica alla vulca­nologia, dalla mineralogia alla metallurgia fino all’elettro­tecnica e alla termo­tecnica.

Molto inter­essante sono anche gli arredi originali dell’epoca nonché il materiale degli archivi che racconta l’attività industriale, prima chimica e poi elettrica. Questa nuova ala sarà utilizzata per visite riservate e su prenotazione, al momento seguite direttamente da Enel Green Power che sta lavorando per organizzare una gestione condivisa con Ideal­coop, che già cura le visite guidate al piano terra del Museo della Geotermia, aperto tutto l’anno al pubblico anche per visite a ingresso libero. 

A questo proposito, al piano terra è po­ssibile anche vision­are un video di 30 minuti che consente di fare una visita vi­rtuale al primo pian­o, ripercorrendo la vita a Larderello dalla seconda metà dell’800 fino al ventesimo secolo. Si completa così un percorso museale che narra la storia della geotermia, nata ed evolutasi nel cuore caldo della Toscana, da France­sco De Larderel al principe Ginori Conti fino agli sviluppi del dopoguerra e ai giorni d’oggi con la geotermia di Enel Green Power che costituisce un’eccellenza tecnologica a livel­o internazionale. 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Dopo Caravaggio. Il Seicento napoletano in mostra a Prato

Dopo Caravaggio. Il Seicento napoletano in mostra a Prato

"Dopo Caravaggio. Il Seicento napoletano nelle collezioni di Palazzo Pretorio e della Fondazione De Vito" è il titolo della mostra organizzata dal...
Corrado Cagli, l’esilio americano e il suo laboratorio eclettico

Corrado Cagli, l’esilio americano e il suo laboratorio eclettico

C'è tutto il suo eclettico laboratorio di idee in questo percorso ricco di circa 200 opere fra dipinti, disegni, sculture, ceramiche, illustrazioni,...
L'influenza della rivoluzione digitale sulla generazioni di artisti che l'ha vissuta: Visio a Firenze

L'influenza della rivoluzione digitale sulla generazioni di artisti che l'ha vissuta: Visio a Firenze

L’arte contemporanea torna a Palazzo Strozzi dal 13 novembre al 1 dicembre con la mostra Visio. Moving Images After Post-Internet, che riunisce le...
Dopo un secolo di attesa Modigliani torna nella sua Livorno

Dopo un secolo di attesa Modigliani torna nella sua Livorno

Si è appena aperta la grande mostra retrospettiva di Amedeo Modigliani (1884-1920) a Livorno, città natale dell'artista, in occasione del centesimo...

Opere monumentali sul mistero ultimo dell’artista visivo Mario Vespasiani 

Al MuMi Museo Michetti di Francavilla al Mare, Chieti, mostra personale di Mario Vespasiani dal titolo Eschatology - opere monumentali sul mistero...

Weekly in Italian

Recent Issues