Dal sogno americano del padre abruzzese alla Guerra di Corea del figlio italo-americano

Dal sogno americano del padre abruzzese alla Guerra di Corea del figlio italo-americano

Nello Valoroso (Valorosi) nacque il 3 agosto del 1927 a Madera Country in California. Ma le sue origini, di cui andò sempre fiero, erano abruzzesi.

Infatti il padre, Alfonso, era nato a Penne (Pescara), in Contrada San Leonardo, il 2 giugno del 1890 da Giuseppe Valoroso e Maria Ridolfi. La vita della famiglia Valoroso, nella cittadina vestina, era assai dura. Lavoravano una campagna, non loro, e le soddisfazioni economiche e morali era praticamente nulle. Nel 1906 Giuseppe, il nonno di Nello, decise di emigrare alla ricerca del “sogno americano” e solo nove anni dopo fu nelle condizioni economiche di far giungere il resto della famiglia negli Stati Uniti.

Così il 26 marzo del 1913 Alfonso, la madre ed i fratelli giunsero ad “Ellis Island” a bordo della nave “Adriatic”. Alfonso successivamente conobbe l’italo-americana Emma e dal loro matrimonio nacquero Giovanni, Maria e Nello.

Negli Stati Uniti il cognome subì, come spesso capitava, una leggera trasformazione e divenne: Valorosi. Il piccolo Nello frequentò le scuole di Madera e conseguì il diploma presso la “Madera Union High School” nel 1946. Si iscrisse poi alla “California Stata University” di Fresno. Ragazzo intelligente e capace fu assunto dalla “Bank of America” di Los Banos. Era l’orgoglio dei suoi genitori che in lui vedevano realizzato il “sogno americano”.

A sconvolgere la tranquillità di quella famiglia giunse la Guerra di Corea. A Nello arrivò la chiamata alle armi. Fu inquadrato nel 9° Reggimento Fanteria, Compagnia A, 2° Divisione. Arrivò in Corea il 30 agosto del 1951. Si distinse per coraggio e per determinazione. Poi, purtroppo, l’11 settembre del 1951, in una pericolosa ed audace missione cadde sotto il fuoco nemico. Il suo corpo venne recuperato solo successivamente e fatto poi tornare, con gli onori militari, a Madera.

I suoi funerali si tennero nella Chiesa di “St. Joachim's Catholic Church” alla presenza di una enorme e commossa folla. A lui andarono numerosi riconoscimenti militari. Il 27 settembre del 1951 il “Madera Daily– News tribune “ pubblicò, in prima pagina, un importante articolo sulla sua eroica scomparsa. Oggi Nello Valorosi, figlio della terra d’Abruzzo, riposa nel “Calvary Cemetery” di Madera.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Riuniti in un solo biglietto i Fori di Roma per un tour unico in tre millenni di storia antica

Riuniti in un solo biglietto i Fori di Roma per un tour unico in tre millenni di storia antica

D’ora in poi basterà un solo ticket per visitare il Foro Romano e i Fori Imperiali di Roma. L’intesa, siglata dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni...
La storia al microscopio: dentro al micro-campo di concentramento di Casoli

La storia al microscopio: dentro al micro-campo di concentramento di Casoli

Solo un esperto di ricerca scientifica a livello di informatizzazione digitale poteva presentare la diagnosi d’un micro-campo di concentramento come...
San Benedetto, il patrono d’Europa che con il suo 'Ora et labora' rivaluta il lavoro

San Benedetto, il patrono d’Europa che con il suo 'Ora et labora' rivaluta il lavoro

L’undici luglio ricorre la commemorazione di San Benedetto, morto il 21 marzo del 547, Patrono d’Europa. San Benedetto, con il suo insegnamento, con...

Mattarella: Ustica, una tragedia indelebile nella memoria e nella coscienza dell'Italia

"Trentanove anni dopo, la ferita di Ustica richiama, ancora una volta, il Paese ad un sentimento di forte solidarietà verso i familiari delle 81...
In memoria di 4 caduti e 15 sopravvissuti abruzzesi che indossarono la divisa a Stelle e Strisce

In memoria di 4 caduti e 15 sopravvissuti abruzzesi che indossarono la divisa a Stelle e Strisce

Antonio Del Sordo fu soldato del 315° Reggimento Fanteria – Compagnia B – 79° Divisione A.E.F., Forza di Spedizione Americana in Europa durante la 1...

Weekly in Italian

Recent Issues