L’arte italiana dello spizzicare a tavola: l’improvvisazione è servita (con una golosa varietà di assaggini irrinunciabili)

Il pranzo? Antipasto, primo, secondo, contorno, l’immancabile formaggio, frutta, dolce, caffè e...ammazzacaffè

Il pranzo? Antipasto, primo, secondo, contorno, l’immancabile formaggio, frutta, dolce, caffè e...ammazzacaffè

 
Chiunque abbia origini e parenti italiani o viva nel Belpaese, è assolutamente consapevole di due grossi pilastri nella vita di un italiano: la famiglia e il cibo. 
Tutto il mondo apprezza e conosce la famosa dieta mediterranea, decantata come sana, corretta e gustosa. Nessun italiano potrebbe pensare la sua vita senza pasta. 
 
La varietà della cucina  italiana è comunque una delle caratteristiche portanti. Avete mai provato a contare quante ricette ci siano fra le varianti regionali e quelle personali anche dello stesso piatto? Lasciate perdere, non incominciate neanche a enumerarle: vi stanchereste prima! 
 
Ben sappiamo che se affrontiamo un pasto completo all’italiana, ci ritroveremo a tavola per ore ed ore. Chi non è abituato a mangiare copiosamente, affronterà una vera e propria prova di sopravvivenza. 
Avete presente quei pasti con le portate che non finiscono più?  
 
Partiamo dall’antipasto dove siamo affamati, arriva finalmente il primo e giungiamo leggermente affaticati al secondo; assaggiamo un pezzetto di formaggio; non rinunceremmo mai al dolce, ma abbiamo bisogno subito dopo di un buon caffè.  
 
Potremmo quindi mai rinunciare anche all’ammazzacaffè? 
Eccoci arrivati in fondo, sicuramente soddisfatti ma devastati, con la promessa che non mangeremo più: la promessa però dura solo fino al pasto successivo. 
 Organizzare una spizzicata è facile: in tavola ogni genere di leccornia!

 Organizzare una spizzicata è facile: in tavola ogni genere di leccornia!

 
Inutile alimentare falsi miti: i pasti italiani non sono sempre così abbondanti. Normalmente, dopo una giornata di lavoro, ci si accontenta di un piatto di pasta e della verdura oppure una bistecca con insalata, anche perché, se dovessimo cucinare tutte quelle portate non mangeremmo prima di mezzanotte! 
 
C’è una terza possibilità tra il pasto completo e quello quotidiano: l’arte dello spizzicare a tavola. In questa occasione mettiamo in scena una delle doti principali di un italiano: l’im-provvisazione. 
Avete mai provato ad organizzare velocemente una “spizzicata” a tavola?  Inaspettatamente arrivano a casa vostra degli a-mici a trovarvi, una chiacchera tira l’altra e non ci accorgiamo, complice la piacevole compagnia, di essere arrivati all’ora di cena o pranzo.
 
Non c’è niente di pronto:  potremmo preparare una pasta veloce oppure improvvisare. D’altronde non lasceremmo mai andare via l’amico e l’ospite senza averlo nutrito (come se non mangiassimo già abbastanza!).
 
La tavola viene apparecchiata  e invece delle classiche portate, la tovaglia viene completamente coperta da leccornie di ogni genere. Certo, perché a meno che non siate un single che vive in una città come Milano (per cui  fare la spesa è effettivamente un’occasione saltuaria), il frigo di un italiano è quasi sempre  mediamente pieno. 
 
In tavola ci saranno dunque tre o quattro tipi di formaggi, salumi a volontà, i carciofini sott’olio fatti dalla zia Luisa, pane fresco, grissini, pomodorini secchi, qualche melanzana sott’olio magicamente comparsa da uno scaffale. Manca qualcosa? Ma certo: una buona bottiglia di vino! 
 
Tra una chiacchera e l’altra ci ritroviamo a spizzicare le varie leccornie, avendo l’impressione che stiamo solo facendo piccoli spuntini. Non è vero! Stiamo facendo una vera e propria mangiata e se mai vi metteste a calcolare le kilocalorie che ingerite non  potrete che confermare quello che vi dico!
 
Diamo dunque il via alle danze. Vuoi non mangiare una fetta  di coppa che arriva direttamente dai colli piacentini? Va assolutamente accompagnata con una buona fetta di pane e un bicchiere di vino! 
Facciamo un brindisi!
 
Come fai a non assaggiare un pezzo di grana? Fa bene alla salute! 
I famosi carciofini della zia Luisa? Non ne mangerai altri così, approfittane! 
Cosa ci fa quel grissino tutto solo? Arrotoliamoci su una bella fetta di prosciutto crudo e via, tutto giù nello stomaco! 
 
Altro brindisi alla bella compagnia con un buon bicchiere di vino. L’insalata russa? Giusto un paio di cucchiaiate per assaggiarla. Quel gorgonzola ha proprio un bell’aspetto, magari un pezzetto…e magari anche una fettina di pecorino. 
 
Vogliamo lasciare nel piatto l’ultima fetta di mortadella? Che cosa è.. la fetta della vergogna? 
Adesso? Bisogna assolutamente assaggiare la torta che gli amici ci hanno portato. 
La accompagniamo con  un bicchierino di limoncello? Prodotto artigianale, non può far che bene! Ci offendiamo se non assaggiate questo limoncello fatto in casa! 
 
Siete a dieta? Ci penserete da domani, dopo tanto tempo che non ci si vedeva bisogna pur festeggiare! 
Ecco a voi messa in scena la tipica spizzicata italiana.
Sicuramente non sarà paragonabile ad un pasto di quattro portate, ma avrete bisogno comunque di un buon caffè per digerire e soprattutto sarete consci del fatto che, se fatta in buona compagnia, questa arte dello spizzicare è una piacevole attività a cui dedicarsi.
 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Antisettici, antiossidanti o vitamine: star meglio con timo, prezzemolo, menta e rosmarino

Antisettici, antiossidanti o vitamine: star meglio con timo, prezzemolo, menta e rosmarino

Magari non ci abbiamo mai pensato ma principi nutrienti e sali minerali si trovano anche nelle erbe aromatiche che in cucina usiamo per dare più...
Altro che vampiri: non si sottovalutino le proprietà terapeutiche dell’aglio

Altro che vampiri: non si sottovalutino le proprietà terapeutiche dell’aglio

Dona alla pelle un aspetto sano e favorisce la crescita dei capelli. Protegge dai metalli pesanti e stimola la crescita cellulare. Abbassa il livello...
Aglio, il più amato o il più odiato in cucina ma ce n’è per tutti i gusti

Aglio, il più amato o il più odiato in cucina ma ce n’è per tutti i gusti

Aglio crudo, cotto, sottolio, tritato, affettato, intero o con “la camicia” e poi ancora pestato, “strusciato”. Ce n’è per tutti i gusti ma è anche l...
Avete mai assaggiato il gelato all’olio extravergine d’oliva?

Avete mai assaggiato il gelato all’olio extravergine d’oliva?

L'olio...indispensabile fluido senza il quale buona parte delle ricette della cucina mediterranea non sarebbero quello che sono! Nella sua forma...
Un’esplosione delicata di sapore dal gusto più tipicamente italiano: la mozzarella

Un’esplosione delicata di sapore dal gusto più tipicamente italiano: la mozzarella

La mozzarella, squisitezza tutta italiana. Il nome deriva dal verbo “mozzare”, gesto che si compie con le mani per dare forma al formaggio. In molte...

Weekly in Italian

Recent Issues