Al museo della Misericordia di Firenze 7 secoli di committenze artistiche

Al museo della Misericordia di Firenze 7 secoli di committenze artistiche

Il Museo dell’Arciconfraternita di Firenze ha riaperto dopo due anni di restauri nella sede storica di piazza Duomo

Dopo oltre due anni di lavori, è stato riaperto il rinnovato Museo dell’Arciconfraternita della Misericordia di Firenze. Lo spazio espositivo si trova al quarto piano della storica sede di piazza Duomo e occupa 14 stanze distribuite su circa 600 metri quadri. Nel percorso sono racchiuse le testimonianze di sette secoli di attività, di committenze artistiche, lasciti e donazioni fino a oggi solo parzialmente visibili al pubblico perché conservate in uffici e archivi. 
 
L’esposizione comprende circa 80 pezzi, molti dei quali appositamente restaurati, tra manoscritti, quadri, stemmi, arredi e manufatti dell'artigianato fiorentino. Le sale sono suddivise tra tematiche legate alla storia di Firenze e a quella dell'antica Confraternita, testimoniando un legame che affonda le radici nel 1244.
 
Tra i principali dipinti custoditi spiccano: il San Girolamo Penitente di Pietro Annigoni, il Cristo fra dottori, di Dirck Van Baburen, il Ritorno del figliuol prodigo di Valentin De Boulogne (sarà prestato al newyorkese Metropolitan e al Louvre di Parigi), e il contemporaneo La beatitudine di Elisabeth Chaplin. Ci sono una Croce stazionale della bottega del Giambologna, due terracotte (Gesù Bambino e San Giovannino) della bottega Della Robbia, sculture di Francesco Collina che rappresentano San Sebastiano.
 
 
 
 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Modigliani e la sua pittura rivoluzionaria: 100 anni fa scompariva uno dei più influenti interpreti del secolo scorso

Modigliani e la sua pittura rivoluzionaria: 100 anni fa scompariva uno dei più influenti interpreti del secolo scorso

Amedeo Modigliani è stato uno degli artisti più importanti ed influenti del ‘900. Morì cento anni fa in miseria e disperazione nell’ospedale dei...
La divisa di lavoro in 600 scatti: a Bologna 44 fotografi

La divisa di lavoro in 600 scatti: a Bologna 44 fotografi

La Fondazione Mast presenta a Bologna Uniform into the work/out of the work, il nuovo progetto espositivo curato da Urs Stahel dedicato alle uniformi...
A palazzo Strozzi la ricerca poliedrica e creativa di Tomás Saraceno

A Palazzo Strozzi la ricerca poliedrica e creativa di Tomás Saraceno

Dal 22 febbraio al 19 luglio 2020 Palazzo Strozzi a Firenze ospita Tomás Saraceno. Aria, una grande mostra, curata da Arturo Galansino, Direttore...
Michelangelo, i Medici e le carte: 200 disegni e l'archivio con le rime e la corrispondenza

Michelangelo, i Medici e le carte: 200 disegni e l'archivio con le rime e la corrispondenza

I tesori di Casa Buonarroti sono costituiti non solo dalle opere d'arte esposte, inclusi i due capolavori giovanili di Michelangelo, ma anche dalle...
Da luogo urbano votato al commercio a iperluogo plurisensoriale: arte site-specific a Bologna

Da luogo urbano votato al commercio a iperluogo plurisensoriale: arte site-specific a Bologna

“Blob-out” è un'installazione video artistica site-specific realizzata da Basmati Film (Audrey Coïaniz e Saul Saguatti) e Ditraverso con la...

Weekly in Italian

Attualità

Recent Issues