Negli Stati Uniti ci sono 25 milioni di cittadini che si considerano italoamericani

Negli Stati Uniti ci sono 25 milioni di cittadini che si considerano italoamericani

L’ambasciatore a Capaccio accolto dai bambini e al Museo dello Sbarco di Salerno che ricorda l’arrivo degli Alleati e gli eventi che segnarono il 1943-44

“Negli Stati Uniti ci sono 25 milioni di cittadini che si considerano italoamericani, e io sono tra questi. È un grande onore essere nella terra da dove emigrò la mia famiglia, in particolare è emozionante visitare per la prima volta questa zona, teatro dello Sbarco alleato nel 1943". Lo ha detto l’ambasciatore americano in Italia John Phillips in occasione della sua recente visita in Campania. “Il sacrificio dei giovani soldati americani fu fatto con la ferma convinzione che sarebbe servito non solo all'Italia, ma al mondo intero". Visitando il Museo dello Sbarco di Salerno ha detto: "È stata una visita interessante e davvero emozionante e il museo è la testimonianza dello straordinario sacrificio che i soldati Americani e Britannici hanno fatto per liberare l'Italia. Salerno è una città incredibilmente ricca di storia e ha legami strettissimi con gli Stati Uniti”. 
 
Dopo una visita al Campus universitario, dove ha detto che “l’Italia è piena di talenti che vanno premiati e sui quali bisogna investire, creando opportunità occupazionali, affinché restino nel proprio Paese”, l’ambasciatore, che ha fatto anche un tour nella Costiera Amalfitana, ha partecipato a una giornata formativa rivolta alle imprese turistiche e condiviso l’esperienza americana, sottolineando le grandi potenzialità offerte dalle tecnologie e dall’uso sempre più ricorrente da parte dei turisti americani, di social network e applicazioni per smatphone nel pianificare le vacanze.
 
Dopo Salerno, Phillips è stato accolto dal sindaco di Capaccio Italo Voza e da una festa di bandierine a stelle e strisce e tricolori dei bambini di Paestum. 
Nel sito che è Patrimonio dell'Umanità dal 1988, ha visitato i grandiosi e ben conservati templi greci di Hera, Poseidone e di Cerere, e il Museo archeologico insieme al direttore del parco, Gabriel Zuchtriegel, e al console Usa a Napoli Colomba Barrosse. Costruiti tra il VI e il V secolo avanti Cristo, insieme a quelli di Atene e Agrigento, sono i templi meglio conservati dell’età classica.
 
L'Ambasciatore ha poi potuto ammirare i preziosi reperti del Museo che conserva una delle più importanti collezioni archeologiche d'Italia. Tra i ritrovamenti più spettacolari le metope (lastre scolpite che decoravano un grande tempio) provenienti dall'Heraion di foce Sele, la tomba del Tuffatore dipinta nel V sec. a.C., e le lastre dipinte delle tombe di IV e III sec. a.C. 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Il verde è il colore del relax: ecco perchè tra boschi e prati, il Subappennino Dauno è perfetto per le vacanze

Il verde è il colore del relax: ecco perchè tra boschi e prati, il Subappennino Dauno è perfetto per le vacanze

La Puglia è una regione che non finisce mai di stupire persino il suo più profondo conoscitore con i suoi colori, che cambiano da zona a zona,...

Leonardo 500 Anniversary and the Leonardo Award in San Francisco

The Leonardo da Vinci Society of the Bay Area is celebrating its 70th Anniversary. Founded by Italiophiles who were captivated by the genius of...

It wasn’t always the Romans: Italians before Romulus and Remus

Rome, caput mundi and glorious mother of western civilization, wasn’t the first power to rule over the peninsula. Naturally enough, a lot happened...

Five Italian reds to pair with fish

Standing on a train platform in Munich, S-Bahn trains clatter by me toward their destinations, one after the other, in a blur of alternating color:...
A Roma Piazza del Popolo in festa con la mostra dei 100 presepi

A Roma Piazza del Popolo in festa con la mostra dei 100 presepi

Con l’avvicinarsi del Natale si prepara nelle case il presepe e ogni anno si vuole costruire qualcosa di nuovo, di originale. Per avere qualche...

Weekly in Italian

Recent Issues