Apple apre a Napoli il primo centro per sviluppatori App iOs d’Europa

Apple apre a Napoli il primo centro per sviluppatori App iOs d’Europa

A Palazzo Chigi incontro con gli sviluppatori italiani tra il ceo di Apple Tim Cook e il premier italiano Matteo Renzi (che gli ha regalato una moka)

Apple ha annunciato la creazione in Italia del primo Centro di Sviluppo App iOS d'Europa, per fornire agli studenti competenze pratiche e formazione sullo sviluppo di app iOS per l’ecosistema di app più innovativo e vivace al mondo.
 
Il Centro di Sviluppo sarà situato a Napoli, sosterrà gli insegnanti e fornirà un indirizzo specialistico preparando migliaia di futuri sviluppatori a far parte della fiorente comunità di sviluppatori Apple. Inoltre, la società lavorerà con partner in tutta Italia che forniscono formazione per sviluppatori per completare questo curriculum e creare ulteriori opportunità per gli studenti. L’idea è di ampliare questo programma estendendolo ad altri Paesi a livello mondiale. 
 
"L'Europa è la patria di alcuni degli sviluppatori più creativi al mondo e siamo entusiasti di aiutare la prossima generazione di imprenditori in Italia ad acquisire le competenze necessarie per avere successo”, ha affermato Tim Cook, ceo di Apple. "Il fenomenale successo dell'App Store è una delle forze trainanti dietro gli oltre 1,4 milioni di posti di lavoro che Apple ha creato in Europa e presenta opportunità illimitate per le persone di tutte le età e aziende di ogni dimensione in tutto il continente".
 
Apple è un potente motore di crescita in tutta Europa e l'ecosistema dell'azienda ora supporta oltre 1,4 milioni di posti di lavoro, tra cui 1,2 milioni attribuibili alla comunità di creatori di app, ingegneri software e imprenditori che creano app per iOS, così come lavori non legati alla tecnologia sostenuti direttamente e indirettamente dall’app economy (Stima sull’impatto occupazionale basata sulla ricerca di Michael Mandel, Progressive Policy Institute, “App Economy Jobs in Europa”).
La crescita senza precedenti di App Store ha aiutato gli sviluppatori in Europa a guadagnare oltre 10,2 miliardi di euro dalla vendita delle loro app in tutto il mondo.
 
In Italia, oltre 75.000 posti di lavoro sono attribuibili all’App Store e la comunità degli sviluppatori è vivace. IK Multimedia ha lanciato la sua prima app nel 2009 e da allora ha avuto oltre 25 milioni di download. Musement, lanciata nel 2013, è ora disponibile in sette lingue e 300 città in 50 Paesi, rendendo facile per le persone prenotare viaggi ed escursioni in mobilità.
 
Roberto Macina, ceo e fondatore di Qurami, ha detto: “Apple è costantemente all’avanguardia dell’innovazione e questo ci sprona a creare la migliore esperienza mobile, capace di rendere la vita più facile ai nostri clienti. L’ecosistema Apple è il centro attorno a cui ruota il nostro lavoro, e, potendo creare codice per tutti i sistemi operativi Apple, è bastato davvero poco per portare Qurami su ogni dispositivo: iPhone, iPad e Apple Watch".
 
Migliaia di aziende si stanno espandendo grazie al loro lavoro con Apple, che supporta centinaia di migliaia di posti di lavoro nelle piccole e grandi comunità in tutta Europa. Laboratorio Elettrofisico, con sede a Milano, costruisce alcune delle più sofisticate apparecchiature di magnetizzazione al mondo e la loro tecnologia consente alcune delle caratteristiche magnetiche all'avanguardia nel settore che si trovano nei prodotti Apple. La società lavora inoltre con i principali produttori europei di Mems (Micro-Electro-Mechanical Systems), che creano microscopici componenti che rappresentano il cuore  di alcuni incredibili sensori e tecnologie audio all’interno dei dispositivi iOS.
 
Apple ha annunciato nei giorni scorsi i risultati finanziari del primo trimestre 2016: fatturato trimestrale record di 75,9 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 18,4 miliardi di dollari, pari a 3,28 dollari per azione diluita. Questi risultati si raffrontano con quelli dello stesso trimestre dell’anno passato in cui l’azienda aveva registrato un fatturato di 74,6 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 18 miliardi di dollari, pari a 3,06 dollari per azione diluita. Il margine lordo è stato del 40,1 percento, rispetto al 39,9 percento registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 66% del fatturato trimestrale.
 
“Il nostro team - ha detto Tim Cook - ha portato a termine il più grande trimestre di sempre per Apple, grazie ai prodotti più innovativi al mondo e alle vendite record di sempre per quanto riguarda iPhone, Apple Watch e Apple Tv raggiungendo l’importante traguardo di un miliardo di dispositivi attivi”.
 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Nel carrello della spesa delle famiglie italiane sempre più Asiago Dop

Nel carrello della spesa delle famiglie italiane sempre più Asiago Dop

La diffusione del coronavirus espone l’economia mondiale e quella italiana ad un crescente rischio di rallentamento. La Cina, dopo Stati Uniti e...
Profondo rosso per l'export dei vini italiani (-7%) a causa dei Dazi Usa

Profondo rosso per l'export dei vini italiani (-7%) a causa dei Dazi Usa

I dazi statunitensi mettono nel caos l’export del vino. E a farne le spese, a dicembre, non sono solo i Paesi penalizzati in dogana ma anche l’Italia...
Moda junior e stili di vita sostenibili a Pitti Bimbo 90

Moda junior e stili di vita sostenibili a Pitti Bimbo 90

"Pitti Bimbo è diventato il portavoce di un'industria che vuole rispondere con creatività, innovazione e massima qualità in termini di offerta di...
Il Made in Italy agroalimentare conferma la sua leadership negli Usa. Italia Country Partner a San Francisco

Il Made in Italy agroalimentare conferma la sua leadership negli Usa. Italia Country Partner a San Francisco

Il Made in Italy agroalimentare conferma la sua leadership negli Usa e nella manifestazione Winter Fancy Food, al Moscone Center di San Francisco...
Le orecchiette di Bari Vecchia lanciano la destinazione Puglia a New York e negli Usa

Le orecchiette di Bari Vecchia lanciano la destinazione Puglia a New York e negli Usa

Quando è scoppiata la querelle sulle orecchiette vendute a Bari vecchia senza denominazione di provenienza, il New York Times, che nel 2019 aveva...

Weekly in Italian

Attualità

Recent Issues