Da Roma a Los Angeles in 10 tappe: 18 chef si sfideranno portando in tavola piatti ispirati ai film tratti dai libri

18 Chef da Roma a Los Angeles, Cucina Italiana, italian culture, italian heritage, italian american, italian news, italian traditions

I^ tappa a Roma: Rossella Canevari con Luciano Monosilio e Roy Caceres

 

 
È ricominciata la manifestazione internazionale ideata e organizzata dalla scrittrice e autrice televisiva Rossella Canevari che, anche in questa occasione, vedrà coppie di chef stellati sfidarsi a colpi di cooking show in alcune tra le città più belle d'Italia, sfida da cui emergeranno i due migliori maestri dei fornelli che a maggio voleranno a Los Angeles per contendersi il primo posto assoluto.
 
Ma se in virtù del successo della passata edizione, la formula alla base della competizione è rimasta la stessa, tantissime sono le novità in programma. A partire dal crescente numero delle coppie in gara, 9 per l'esattezza, quindi 9 tappe italiane, per un totale di 18 chef che proporranno 18 ricette uniche, rappresentative delle loro già confermate e premiate doti culinarie, ma al tempo stesso ispirate a uno specifico tema, che ne decreterà l'estro creativo e l'originalità in questo specifico contesto. E il tema con cui dovranno confrontarsi i nostri protagonisti è proprio l'altra grande novità della seconda edizione di Imaf Chefs' Cup: film tratti da libri.
 
Film and Food, Cinema e Cibo. Un argomento complesso e molto vario, che non vediamo l'ora di ritrovare nei piatti degli chef in gara, piatti che di volta in volta verranno giudicati da una giuria di esperti tra giornalisti enogastronomici e foodblogger, sulla base di quattro criteri, uno in più dell'anno scorso: 1) bontà del piatto, 2) aderenza al tema, 3) complicità di coppia, 4) costo del piatto (rapporto costo/bontà).
   Il piatto di Rosanna Marziale, vincitore Imaf Chefs Cup Italia 2013

   Il piatto di Rosanna Marziale, vincitore Imaf Chefs Cup Italia 2013

 
Il punteggio della coppia sarà unico e relativo alla somma dei punti conferiti ai due piatti.
Inoltre, al termine di ogni serata, verrà decretato il migliore tra i due chef, sempre sulla base dei parametri sopra citati. Questo premio simbolico non andrà comunque a interferire con la classifica generale della competizione.
 
Nel corso delle nove tappe italiane, il pubblico in sala potrà godere non solo degli entusiasmanti cooking show in cui ogni chef si esibirà per aggiudicarsi il punteggio di coppia più alto, ma anche dell'ospitalità culinaria dei resident chef, le cui specialità completeranno il menù di una cena che sarà per tutti indimenticabile. 
 
Vediamo quali sono le coppie in gara, le date dei cooking show e le location in cui sarà possibile ammirare le esibizioni gastronomiche dei diciotto protagonisti della seconda edizione. Si sono già esibiti a Roma, gli chef Luciano Monosilio (Ristorante Pipero al Rex) e Roy Caceres (Ristorante Metamorfosi); a  Firenze, Maria Probst (Ristorante La Tenda rossa)  e Paolo Cappuccio (Ristorante la Casa degli Spiriti); a Parma, Isa Mazzocchi (La Palta) e Franco Madama (Ristorante l’Inkiostro). Il 20 febbraio, a Milano gli chef Igles Corelli (Ristorante Atman) e Loretta Fanella (consulente pasticcera per diversi ristoranti).
 
Il 28 febbraio a Perugia: Angelo Troiani (Ristorante Il Convivio Troiani) e Giulio Terrinoni (Ristorante Acquolina Hostaria). Il 7 marzo a Venezia, chef Leandro Luppi (Ristorante Vecchia Malcesine) e Luca Marchini (Ristorante L’Erba del Re). Il 21 marzoa  Viareggio, Iside De Cesare (Ristorante La Parolina) e Andrea Mattei (Ristorante Magnolia). Il 10 aprile, a Romano Canavese (Torino), Felice Sgarra (Ristorante Umami) e Maura Gosio (Ristorante Royal e Golf Courmayeur). Il 17 aprile a Napoli  Marianna Vitale (Ristorante Sud) e Nicola Fossaceca (Ristorante Al Metrò).
 
Il sito ufficiale di Imaf verrà costantemente aggiornato con news, informazioni e curiosità sulle singole tappe, grazie ad articoli, photo gallery e video, e sarà possibile conoscere meglio i diciotto chef stellati in gara attraverso interviste a loro dedicate.
 
Sarà così possibile seguire questi intensi quattro mesi di sensazionali cooking show ispirati al tema film tratti da libri, per scoprire la coppia che ripercorrerà le fortunate orme culinarie di Stefano Cerveni e Rosanna Marziale, e che a maggio volerà oltreoceano, a Los Angeles, non a caso patria statunitense del cinema, per contendersi in un “uno-contro-uno” gastronomico il primo posto sul podio, nel 2013 conquistato da Cerveni, ed essere decretato vincitore assoluto dell’edizione 2014.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Blockchain per la tracciabilità del Made in Italy

Blockchain per la tracciabilità del Made in Italy

Difesa dell’eccellenza dei nostri prodotti sui mercati internazionali, lotta alla contraffazione e sostegno alla competitività delle imprese...
World Cheese Awards per Asiago Dop, l'eccellenza veneta dei formaggi

World Cheese Awards per Asiago Dop, l'eccellenza veneta dei formaggi

Pioggia di premi per Asiago DOP che, da Caseus Veneti, la rassegna delle eccellenze venete dei formaggi, al World Cheese Awards, la più grande...
Il panettone è italiano: campagna a difesa del made in Italy

Il panettone è italiano: campagna a difesa del made in Italy

Nasce dalla volontà di valorizzare il più celebre lievitato Made in Italy, simbolo dell'eccellenza gastronomica del Belpaese, apprezzato e imitato in...
Il mercato mondiale della fragola si incontra a Rimini. In Italia dominano Campania e Basilicata

Il mercato mondiale della fragola si incontra a Rimini. In Italia dominano Campania e Basilicata

Si svolgerà a Rimini dal 2 al 6 maggio 2020 la IX edizione del Simposio internazionale sulla fragola, organizzato dall’Università Politecnica delle...
Il made in Italy si tutela anche con il Bollino Blu al gelato

Il made in Italy si tutela anche con il Bollino Blu al gelato

Bollino blu al gelato made in Italy e stop al gelato italiano che di italiano non ha nulla. Questo l'obiettivo del marchio di qualità Ospitalità...

Weekly in Italian

Recent Issues