Quando per scacciare la paura bastava danzare – Canzoniere Grecanico Salentino porta il Salento in California

Canzoniere Grecanico Salentino

Canzoniere Grecanico Salentino

 

Ritmo, colore, passione: Canzoniere Grecanico Salentino vi porta in Salento, Puglia, terra della pizzica! Reduci dal seguitissimo festival texano South By Southwest e da uno show che ha fatto ballare il pubblico del Memorial Park di Pasadena, il gruppo cambia location e atmosfera e si trasferisce al Los Globos di Echo Park, prima di ripartire verso nord e concludere la lunga tournée nordamericana.
 
Sul palco sette musicisti pugliesi e una varietà di strumenti che meriterebbe un’idagine storica a parte. Un esperimento alquanto raro quello del gruppo salentino, nato nel 1975 dagli studi e delle ricerche della scrittrice Rina Durante, e “tramandatosi” da una generazione all’altra. Proprio così: come altre forme di sapere, dalla cultura orale ai mestieri di bottega, anche la musica si può trasmettere da padre in figlio. È stato cosi per Daniele Durante e Rossella Pinto, che nel 2007 hanno lasciato le redini del progetto al figlio Mauro (tamburi a cornice, violino, voce), oggi musicista apprezzato anche a livello internazionale.
 
Stesso percorso per Emanuele Licci (bouzuki, chitarra, voce). Nel tempo, l’intero gruppo è stato sostituito da new entries, con l'eccezione di Maria Mazzotta –e basta sentirla cantare per capire perché se la siano tenuta stretta-.  Oggi il gruppo vede schierati accanto a Durante e Licci anche Giancarlo Paglialunga (tamburello, voce), Massimiliano Morabito (organetto), Giulio Bianco (armonica a bocca, zampogna, flauti) e la danzatrice Silvia Perrone.
 La danzatrice Silvia Perrone sul palco con CGS

 La danzatrice Silvia Perrone sul palco con CGS

 
Molto più che una band dedicata alla musica popolare, Canzoniere Grecanico Salentino racconta, attraverso le note, la storia e la cultura del sud Italia attraverso la continua ricerca e l’attenzione ai dettagli. Tra di loro, c’è chi si è avvicinato alla pizzica per caso, chi l’ha scelta dopo un percorso di studi più classici, chi invece l’ha scoperta facendo un percorso di ricerca interiore. Non sempre per gusto estetico quindi, ma anche come terapia, a conferma del fatto che l’antica funzione della pizzica non è andata perduta.
 
Se oggi il suo valore storico e musicale è spesso offuscato da un ridondante revival della musica folkloristica pugliese, vale la pena scoprire più approfonditamente le origini e la funzione di questa. La pizzica era non soltanto una danza, ma una terapia, il cui scopo era quello di liberare l’anima dalla fatica e dall’oppressione. Una danza con funzione liberatoria dunque, che fosse dal morso della tarantola, o dalle fatiche quotidiane.
 
Oggi, con Canzoniere Grecanico Salentino la pizzica esce dalle mura domestiche e dai confini regionali e rivive sui palcoscenici. E rivive proprio grazie agli elementi nuovi e contemporanei che il gruppo inserisce. “La nostra è una musica che esprime radici profonde” spiega Mauro Durante, “ma noi aggiungiamo qualcosa di nuovo, frutto delle nostre diverse formazioni e individualità. Siamo figli dei nostri tempi e non possiamo fare finta che non sia così, ma d’altra parte è proprio questa boccata di nuovo che permette a questa musica di rivivere.  Trattarla come un pezzo da museo, intoccabile e incorruttibile, la condannerebbe all’oblio”.
 
Un elemento, quello del folklore regionale, che forse avvicina il sud Italia al West americano, in cui l’eco della musica popolare è forte e identificativo. “Effettivamente riceviamo una grande attenzione negli USA”, spiega Durante. “Percepiamo una curiosità per i dettagli che in Italia non sempre riscontriamo. Dobbiamo ammettere che la curiosità culturale è più forte all’estero rispetto a casa nostra.”
 
“Inoltre”, continua Giulio Bianco “il pubblico che troviamo negli Stati Uniti è per lo più giovane e locale”. Un elemento che conferma la curiosità del pubblico americano per questo tipo di musica, che continua a piacere al di là dell' età e dei confini geografici. 
 
Il pubblico losangelino del Los Globos sembra gradire moltissimo: anche se inizialmente un po’ timido, non riesce a resistere all’energia che il gruppo sprigiona sul palco,  e si lascia trascinare in una danza libera.
 
“Se finito il concerto vedo gente che ha ballato e va via sorridente” confessa Massimiliano Morabito, “allora sento di aver fatto il mio lavoro”. Non saranno più i morsi di ragni e il lavoro nei campi a dover essere esorcizzati, ma altri mali più moderni, eppure la pizzica sembra essere ancora una medicina efficacissima... anche se solo per la durata di un concerto.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Italian director Gabriele Salvatores honored in Los Angeles

Italian director Gabriele Salvatores honored in Los Angeles

“Gabriele Salvatores is the ideal artist to preside over the current edition of this festival. His love for our country, his support and his...
Filming Italy dedicates this year’s edition to women in the industry

Filming Italy dedicates this year’s edition to women in the industry

“This is a very special edition — we have more films, more tv-shows— but mostly, this edition is dedicated to women: actresses, screen-players,...

REFERENDUM - COMUNICATO STAMPA - Elettori temporaneamente all'estero

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovino temporaneamente all’estero, per un periodo di almeno tre mesi, nel...
Director Marco Bellocchio and actor Pierfrancesco Favino tell us all about their latest movie, The Traitor

Director Marco Bellocchio and actor Pierfrancesco Favino tell us all about their latest movie, The Traitor

"There is a sort of prequel to this movie: it happened when the producer proposed me to direct a film about Tommaso Buscetta. That’s when I began to...

VOTO PER CORRISPONDENZA DEI CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO E OPZIONE DI VOTO IN ITALIA

L’Ufficio centrale per il referendum della Corte di Cassazione, con ordinanza depositata in data 23 gennaio 2020, ha dichiarato che la richiesta di...

Weekly in Italian

Recent Issues