‘Mi avevi chiesto di fermarmi qui’: quattro atti di poesia che descrivono la vulnerabilità di chi vive e la fragilità dell’innocenza

Immagine della copertina del libro di Alessandra Angelucci
 
A Giulianova Alta, in provincia di Teramo si è tenuta la presentazione del volume  “Mi avevi chiesto di fermarmi qui”, silloge poetica di Alessandra Angelucci, pubblicato dalla Duende Edizioni. 
 
Per l’occasione sono intervenuti Simone Gambacorta, critico letterario e segretario del Premio Teramo, e l’attrice Vanessa Dezi che, da qualche anno, conduce una ricerca personale ed avvincente sulla lettura scenica, rivolta ad un pubblico in ascolto. A moderare l’incontro la giornalista Azzurra Marcozzi. 
“Mi avevi chiesto di fermarmi qui” è il primo libro di poesie della Angelucci che si articola in quattro sezioni: “Tra cielo e foglie”, “Sulla Terra”, “L’amore, la fragola”, “Al di là”. 
 La giornalista e scrittrice Alessandra Angelucci

 La giornalista e scrittrice Alessandra Angelucci

 
Come scrive nella prefazione il critico Simone Gambacorta, “Alessandra Angelucci si misura con un atto di ricognizione che vuol passare in rassegna gran parte della costiera dei temi e delle tonalità che possono costellare un'esistenza. Con un dettato ancora memore delle estenuazioni e degli inabissamenti cui un verso - un verso che davvero possa dirsi sentito - costringe chi voglia scriverlo, e con le striature di una malinconia che coagula in sé un particolare sentimento della vulnerabilità di chi vive, e della friabilità dell'innocenza, Alessandra Angelucci offre alla chimica delle trasfigurazioni e delle metafore lo scandirsi di una personalissima lettera al tempo”.
 
Conosciuta ai più come giornalista e manager culturale, Alessandra Angelucci è nata a Giulianova, dove attualmente vive. Figlia d’arte, è cresciuta fra i colori, le tele dipinte e l’inconfondibile profumo delle tempere vive. La stretta vicinanza al mondo artistico e ad ogni sua forma d’espressione la porta a laurearsi in Lettere presso l’Università degli Studi dell’Aquila e a specializzarsi in Management Culturale presso la Luiss di Roma. 
 
Grazie alla sua prima intervista a Dario Fo, realizzata per la stesura della sua tesi in drammaturgia, si accosta al mondo della carta stampata, diventando giornalista pubblicista. Per diversi anni scrive per riviste di settore (“L’Urlo”, “Forum Artis”, “Tesori d’Abruzzo”), organizza e cura mostre d’arte in Italia e all’estero. 
 
Dopo un’esperienza come direttore del mensile d’informazione locale “Lo Strillone” e di conduttrice sull’emittente regionale abruzzese Tv6, oggi è docente di Lettere, critico d’arte e, per la Sezione Cultura, scrive sul quotidiano “La Città”. Di recente è stata ospite al Festival Nazionale della Letteratura di Giulianova e al Rosadonna - Festival delle Eccellenze Femminili d’Abruzzo, a Pescara, con l’antologia “Disequitalia”(Ciesse Edizioni). 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

A New York va in scena "Let Me Try"

S'intitola “Let Me Try” (letteralmente “Lasciami provare” ) lo spettacolo de L'Effimero Meraviglioso in collaborazione con Kataklisma Teatro e...
‘Tribal Domestic’ di Enzo Vita registrato tra Los Angeles e Roma

‘Tribal Domestic’ di Enzo Vita registrato tra Los Angeles e Roma

Il Rovescio della Medaglia esordì discograficamente nel 1971 con l’album “La bibbia”, pubblicato dalla Rca Italiana. La formazione era composta dal...
Pizzorno: Lilli Greco, enciclopedia musicale e maestro ‘invisibile’ che toglieva il superfluo dalle canzoni

Pizzorno: Lilli Greco, enciclopedia musicale e maestro ‘invisibile’ che toglieva il superfluo dalle canzoni

Italo Greco, detto Lilli, è stato musicista e produttore discografico, uno dei punti fermi di quella straordinaria “fabbrica della musica” che fu la...
Vince la tradizione musicale italiana per eccellenza: il festival di Sanremo

Vince la tradizione musicale italiana per eccellenza: il festival di Sanremo

Tiziano Ferro, in qualità di ospite, ha aperto il 67° Festival di Sanremo con “Mi sono innamorato di te”, omaggio a Luigi Tenco tragicamente...
Dopo Santa Monica, poesia e cronaca nella ricerca non solo musicale di Giampà

Dopo Santa Monica, poesia e cronaca nella ricerca non solo musicale di Giampà

Le produzioni di Beppe Giampà si distinguono per le sonorità originali e la cura con cui vengono realizzate, come nel caso della trasposizione in...

Weekly in Italian

Recent Issues