I Siti UNESCO in Italia attraverso l’obiettivo

Il centro storico di Urbino nelle Marche, uno dei centri più importanti del Rinascimento italiano, dal 1998 è patrimonio dell'umanità UNESCO

Il centro storico di Urbino nelle Marche, uno dei centri più importanti del Rinascimento italiano, dal 1998 è patrimonio dell'umanità UNESCO

 

L’Italia è il paese che nel mondo vanta ben quarantanove Siti del Patrimonio dell’Umanità riconosciuti dall’UNESCO: più di ogni altra nazione.
 
Dal mese di dicembre al Museo ItaloAmericano di San Francisco la mostra itinerante “Unescoitalia” offrirà uno scorcio di questi importanti luoghi, dalle rovine di Pompei alle antiche incisioni rupestri della Valcamonica, attraverso l’obiettivo di quattordici acclamati fotografi.
 
Nel 1979, gli antichi disegni rupestri della Valcamonica in Lombardia sono diventati il primo sito in Italia a essere designato dalla United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization (UNESCO) come sito Patrimonio dell'Umanità. Attraverso la sua lista di patrimoni mondiali UNESCO mira a proteggere e preservare il patrimonio culturale e naturale di tutto il mondo, considerato di eccezionale valore per l'umanità. Oggi l'Italia ha il numero più alto in assoluto al mondo di siti considerati Patrimonio Mondiale.
  Castel del Monte è stato inserito nell'elenco dei monumenti nazionali italiani nel 1936 e in quello dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1996

  Castel del Monte è stato inserito nell'elenco dei monumenti nazionali italiani nel 1936 e in quello dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1996

 
La mostra fotografica intinerante “Unescoitalia”, creata dal Ministero in Italia per i Beni e le Attività in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, è una raccolta di immagini dei siti Patrimonio Mondiale dell'UNESCO in Italia, visti attraverso le lenti di quattoridici importanti e contemporanei fotografi italiani: Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Giuseppina Caltagirone, Luca Campigotto, Dario Coletti, Vittore Fossati, William Guerrieri, Mimmo Jodice, Giuseppe Leone, Marc Le Simple, Raffaella Mariniello, Luciano Romano e Ferdinando Scianna.
 
In occasione del 2013: Anno della cultura italiana negli Stati Uniti, il Museo Italo Americano ha collaborato con l'Istituto Italiano di Cultura e il Consolato Generale di San Francisco per portare questa bella mostra fotografica alla Bay Area, che espone la bellezza e lo splendore dell'Italia ed evidenzia l' importanza del nostro patrimonio culturale a livello mondiale.
 
A partire dal 1979, anno del primo sito selezionata in Italia, fino all'ultimo proprio nel 2013, ecco alcuni dei più importanti luoghi inseriti nella lista completa dei beni Patrimonio Mondiale dell'Umanità:
   Le incisioni rupestri della Val Camonica costituiscono una delle più ampie collezioni di petroglifi preistorici del mondo. Sono state il primo Patrimonio dell'umanità riconosciuto dell'UNESCO in Italia (1979) 

   Le incisioni rupestri della Val Camonica costituiscono una delle più ampie collezioni di petroglifi preistorici del mondo. Sono state il primo Patrimonio dell'umanità riconosciuto dell'UNESCO in Italia (1979) 

 
Chiesa e convento domenicano di Santa Maria delle Grazie con L'ultima cena di Leonardo da Vinci, Milano (1980), Centro storico di Roma, le proprietà extraterritoriali della Santa Sede nella città e la Basilica di San Paolo fuori le mura (1980-1990), Centro storico di Firenze (1982),Venezia e la sua Laguna (1987), Piazza del Duomo di Pisa (1987), Centro storico di San Gimignano (1990), Sassi di Matera (1993), Città di Vicenza e le Ville palladiane del Veneto (1994-1996), Centro storico di Siena (1995), Centro storico di Napoli (1995), Ferrara città del Rinascimento e delta del Po con le delizie estensi (1995-1999), Castel del Monte (1996), Trulli di Alberobello (1996), Centro storico della città di Pienza (1996), Palazzo Reale del XVIII secolo di Caserta con il Parco, l'Acquedotto Carolino e il complesso di San Leucio (1997), Orto botanico di Padova (1997), Duomo, Portovenere, le Cinque Terre e le isole di Palmaria, Tino e Tinetto (1997), Costiera amalfitana (1997), Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento (1997), Centro storico di Urbino (1998), Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano con il sito archeologico di Paestum, Velia e la Certosa di Padula (1998), Villa Adriana a Tivoli (1998), Assisi, la Basilica di San Francesco e altri siti francescani (2000), Villa d'Este a Tivoli (2001), Città tardo barocche della Val di Noto (Sicilia sud-orientale) (2002), Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia (2004), Val d'Orcia (Siena) (2004), Città di Siracusa e la necropoli di Pantalica (2005), Dolomiti (2009), Antichi insediamenti sulle Alpi (2011), Monte Etna (2013), Ville e giardini medicei in Toscana (2013).
 
Questa mostra offre la possibilità unica di scoprire i segreti senza tempo dell'Italia tra città, paesaggi, siti archeologici, rilevante testimonianza di un passato ricco di storia e insieme tesoro di capolavori artistici che costituiscono la più completa e ineguagliabile espressione dell’uomo.
 
Le caratteristiche più significative della Convenzione per il patrimonio mondiale del 1972 riguardano la capacità di unire in un singolo documento i concetti di conservazione naturale e la preservazione dell' Area archeologica di Agrigento.
 
La lista del patrimonio mondiale include siti che formano parte del patrimonio culturale e naturale. La Commissione per il Patrimonio Mondiale considera che tali siti abbiano un valore universale. Tra i Beni del Patrimonio Immateriale Italiano sono annoverati: Il Canto a Tenore, l'Opera dei Pupi e la Dieta Mediterranea.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

San Francisco and Assisi honor their first 50 years as Sister Cities

San Francisco-Assisi, the first 50 years as Sister Cities

San Francisco-Assisi, first 50 years as Sister's Cities
The Staff of the Italian Consulate joined Consul General, Lorenzo Ortona, and his wife Sheila for a group photo. Ph Credits Emanuela Quaglia

From Festa della Repubblica to Matera European Capital of Culture

For the 73rd time in their history, Italy and Italians celebrated the Festa della Repubblica , with events across the globe aiming to underline the...

Leonardo’s Knots – art, mathematics or mystery?

I n honor of the 500th anniversary of Leonardo da Vinci ’s death (1452-1519), the San Francisco Bay Area will host numerous events, exhibits, and...

Lest We Forget: a homage to the memory of Holocaust by photographer Luigi Toscano

L EST WE FORGET, the message echoing around the San Francisco City Hall was clear: nobody should ever forget the Holocaust and the pain and suffer it...

Benvenuta Air Italy! Milan and San Francisco welcome back a direct flight that makes them closer than ever

“ Welcome Air Italy:” this announcement - showing on the SFO website homepage at the beginning of April - might have caught some travelers by...

Weekly in Italian

Recent Issues