Biennale internazionale di Firenze: l’arte che incanta nonostante i secoli

Gaspero Bruschi, Pietà. Da un modello di Massimiliano Soldani Benzi. Porcellana di Doccia esposta al Los Angeles County Museum of Art

Gaspero Bruschi, Pietà. Da un modello di Massimiliano Soldani Benzi. Porcellana di Doccia esposta al Los Angeles County Museum of Art

 

Settantaquattro operatori, 63 italiani e 11 stranieri, hanno allestito i loro stands nel magnifico involucro settecentesco di Palazzo Corsini, per la ventottesima edizione della Mostra Mercato biennale Internazionale di Firenze in una scenografia appositamente disegnata da Pier Luigi Pizzi. Alla manifestazione più di 25.000 visitatori. Circa 5000 opere sono state selezionate dagli espositori per la loro rarità e qualità e accuratamente vagliate dai vari comitati di specialisti per controllarne autenticità e conservazione. 
 
Per gli amatori di un genere tipicamente toscano - la porcellana di Doccia - è stata organizzata una mostra collaterale dedicata alla celebre manifattura in occasione della quale è stata esposta la Pietà di Gaspero Bruschi tratta da un modello di Massimiliano Soldani Benzi datata 1744 circa. L’opera è esposta al Lacma, il Los Angeles County Museum of art.
Molte le opere preziose inedite.
 
Fino ad ora, la Madonna con Bambino e tre Angeli di Piero di Cosimo (1461/2-1521), che risultava presente nell'illustre collezione Borromeo-Monti dal 1830, era conosciuta soltanto attraverso una fotografia di bassa qualità risalente al tardo 19° secolo. 
  Madonna con bambino di Di Cosimo

  Madonna con bambino di Di Cosimo

 
I visitatori della Biennale hanno avuto modo di essere toccati dal fascino di quest'opera, che l'artista riesce a trasmettere attraverso il legame intimo tra Madre e Figlio, esprimendolo con gesti affettuosi e uno scambio di sguardi intenso. La tenera raffigurazione dei dettagli, come il nodo del mantello sulla spalla della Vergine, il piede scalzo al suolo, la porzione di fascia che tiene in mano e con cui avvolge il Bambino, illustrano il motivo per cui Piero di Cosimo viene tenuto così altamente in considerazione.
È grazie a Le Vite degli Artisti di Vasari che possiamo ricostruire il corpus di opere dell'artista, libro nel quale Piero di Cosimo viene descritto come un personaggio eccentrico che viveva di sole uova sode "le quali cucinava mentre bolliva la sua colla, per risparmiare fuoco". 
 
Figlio di un orafo, Piero nacque a Firenze e fu scolaro di Cosimo Rosseli, dal quale deriva il suo nome popolare e che assistette durante i lavori alla Cappella Sistina nel 1481. Le sue opere sono esposte nelle collezioni di importanti musei tra cui la National Gallery di Londra, il Rijksmuseum di Amsterdam, gli Uffizi a Firenze e l'Ashmolean Museum a Oxford.
 
Lo stupefacente fondo oro raffigurante la Madonna con Bambino, Angeli e Santi è stato recentemente identificato come un'opera appartenente a Cennino Cennini (c.1370 - c.1440), famoso per essere l'autore de Il Libro dell'Arte. Quest'attribuzione fu inizialmente fatta dall'eminente storico dell'arte italiana Miklos Boskovits, e recentemente è stata confermata dallo storico Angelo Tatuferi. 
 
Poche sono le opere note di questo artista, pupillo di Agnolo Gaddi. Il testo Il Libro dell'Arte, scritto probabilmente negli ultimi anni del 1300, è un libretto pratico per l'apprendista artista e una grandissima fonte di informazioni riguardanti gli aspetti dell'arte e della tecnica in una bottega di pittura medioevale. 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Silvi, Abruzzo, ‘perla dell’Adriatico, Italian culture, Italian heritage, Italian american, Italian news, Italian traditions

Silvi, la ‘perla dell’Adriatico’ torna a splendere

Negli anni Settanta, Silvi, località balneare abruzzese in provincia di Teramo, era la “perla dell’Adriatico”. E se Rimini ha mitizzato gli anni...
Metafisici, Transavanguardia, Novecento italiano, Italian culture, Italian heritage, Italian american, Italian news, Italian traditions

Dai Metafisici alla Transavanguardia del Novecento italiano

Tornabuoni Arte rinnova il suo annuale appuntamento con la mostra antologica della sua collezione, proponendo una doppia apertura, quasi in...
buone mostre, vista l’arte a Milano, Italian culture, Italian heritage, Italian american, Italian news, Italian traditions

Buoni motivi e buone mostre per non perdere di vista l’arte a Milano

Gli amanti dell’arte che si trovano a Milano durante questo inizio di 2015 non resteranno di certo delusi di fronte alla vasta selezione di mostre...
Arazzi Medicei, Florence, Italian Art, Italian culture, Italian heritage, Italian american, Italian news, Italian traditions

The Arazzi Medicei to be reunited again after 150 years

Cosimo I de' Medici (1519 –1574) was one of the most important members of the Florentine de’ Medici family. He was the second Duke of Florence from...
Ermetismo, Venturino a Firenze, Arte Italiana, Italian culture, Italian heritage, Italian american, Italian news, Italian traditions

I volti dell’Ermetismo in 80 opere di Venturino a Firenze

Sulla falsariga di uno spiritualismo di matrice cattolica e di un atteggiamento vagamente esistenzialista, alla metà degli anni Trenta si era...

Weekly in Italian

Recent Issues