Il Chiostrino dei Voti della SS.Annunziata di Firenze restaurato con i Friends of Florence
Un restauro di quattro anni e un vero gioiello torna alla luce: è il Chiostrino dei Voti della basilica di Santissima Annunziata di Firenze.  Realizzato su disegno di Michelozzo a partire dal 1447 deve il suo nome agli ex-voto alla Vergine Annunziata che un tempo erano donati ed esposti proprio qui. Il gruppo pittorico è costituito da dodici lunette affrescate realizzate da alcuni dei più importanti artisti attivi a Firenze fra Quattro e Cinquecento: in particolare, oltre ad Alessio Baldovinetti che realizzò nel 1460 l’Adorazione dei Pastori, vi lavorarono Pontormo, Rosso Fiorentino e il loro maestro Andrea del Sarto.
Tra le decorazioni dell’ambiente (stemmi, griglie e grottesche eseguita tra il 1510 e il 1514 da Andrea Feltrin) anche il bassorilievo della Madonna della Neve (attribuito a Luca della Robbia) e il busto di Andrea del Sarto.
Il restauro è stato complesso perché il chiostro è stato molto frequentato dai fedeli e quindi era molto usurato. Con pazienza e metodo i restauratori delle imprese Gioia Germani, Cristiana Conti e Alessandra Popple si sono dedicati alla ripulitura di superfici ed opere, togliendo strati di incrostazioni e riportando alla luce i colori delle opere.
L’intervento sugli affreschi e le decorazioni, realizzato dal 2013 al 2017, è stato reso possibile grazie a una donazione di 467.000 euro da parte di Friends of Florence.
Receive more stories like this in your inbox