Agosto resta il mese preferito per le vacanze degli italiani e i turisti Usa raggiungono i 2,6 milioni di arrivi

Agosto si conferma il mese leader delle ferie italiane, con il 57,6% dei connazionali che lo scelgono per le vacanze principali, anche se si registra un calo rispetto allo scorso anno (60,3%), a tutto vantaggio del mese di luglio, che ha fatto registrare uno stimato 18,4% di presenze, rispetto al 12,5% del 2018.

Risulta complessivamente in lieve aumento il numero degli italiani che hanno trascorso o trascorreranno una vacanza fuori casa durante il periodo estivo tra giugno e settembre, dormendo almeno una notte fuori casa. Nel complesso, l’incremento rispetto all’estate 2018 è pari al +0,3%. Circa il 57,1% della popolazione, pari a 34,6 milioni di persone, tra maggiorenni (26,0 milioni) e minorenni (8,6 milioni), ha già fatto una vacanza nel mese di giugno o si appresta a farla nei mesi di luglio, agosto e di settembre.

Il 48,8% degli italiani ha prenotato o prenoterà l’alloggio per le proprie vacanze rivolgendosi direttamente all’albergo, rispettivamente mediante il sito internet della struttura (24,5%) o contattandola mediante telefono, mail o altro mezzo (24,3%). Il 25,8% sceglierà la struttura utilizzando un portale di prenotazione, mentre il 20,4% si recherà presso l’agenzia di viaggi tradizionale e il 5,7% si rivolgerà a un tour operator.

Se durante l’estate, le imprese italiane del turismo risultano dare lavoro a più di un milione 400mila lavoratori dipendenti, con una quota che supera il 23% del totale delle 1.150mila assunzioni mediamente effettuate dalle imprese di tutti i settori nel medesimo periodo, sono i turisti stranieri coloro che generano più del 51,6 degli arrivi estivi.
La quota di mercato si è sensibilmente ampliata negli ultimi anni (era il 46% nel 2010).

La Germania risulta di gran lunga il nostro principale mercato, con 7,3 milioni di arrivi e 39,2 milioni di presenze durante l’estate, seguita da Stati Uniti (2,6 mln di arrivi e 6,6 mln di presenze) e Francia (2,3 mln di arrivi e 7,9 mln di presenze.
L’indagine, che riguarda tutti i tipi di vacanza, non solo quella in albergo, è stata realizzata da Federalberghi.

Receive more stories like this in your inbox