Sulle pendici del vulcano più grande d’Europa, a bordo del Treno dei Vini dell’Etna

Sulle pendici del vulcano più grande d’Europa, a bordo del Treno dei Vini dell’Etna

Avete mai pensato di percorrere le pendici dell’Etna, il vulcano più grande d’Europa, a bordo di un treno? Soprattutto, sapevate che a bordo di un’automotrice a scartamento ridotto della Ferrovia Circumetnea, si possono scoprire le strade ferrate del vino siciliano?

Il Treno dei Vini dell’Etna è un modo unico al mondo di vivere la vendemmia e il tempo autunnale, in un luogo unico al mondo.

L’iniziativa partita in aprile, si ripete con cadenza settimanale fino al primo fine settimana di dicembre: il treno fino a settembre partirà dalla stazione di Piedimonte Etneo,poi dalla stazione di Riposto per inoltrarsi poi, con il Wine Bus, (passerà ogni due ore da tutte le fermate) nelle Strade del Vino dell’Etna in modo da scoprire le più belle cantine dell’Etna.

A bordo del treno che percorre da centovent’anni questi luoghi si viaggia al ritmo della montagna, per capire gli ingredienti che danno vita alla vocazione vitivinicola di questa terra: luce, lava, sole, mare, la passione e la gente che abita questa magnifica area dell’isola dalla storia millenaria.

Mentre gli accompagnatori del Treno dei Vini dell’Etna vi raccontano (l'accompagnamento è disponibile in lingua italiana e inglese) gli intrecci culturali, sociali, storici, dal livello del mare si sale sempre più su, dentro i territori del Parco dell’Etna e del Parco Fluviale dell’Alcantara. A destra i Nebrodi, a sinistra il panorama del maestoso versante nord dell’Etna mantre la linea ferrata vi accompagna in un vero paradiso che la vendemmia rende spettacolare.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Lasciatevi incantare dalla Spiaggia delle due sorelle lungo l’affascinante promontorio marchigiano del Conero

Lasciatevi incantare dalla Spiaggia delle due sorelle lungo l’affascinante promontorio marchigiano del Conero

L’Italia è ricca di coste per questo non mancano luoghi dove poter godere del mare soprattutto durante la bella stagione. C’è chi ama le spiagge...
Il fascino del golfo, un promontorio roccioso, fresche pinete spiagge sabbiose e acque cristalline: eccoci a Talamone

Il fascino del golfo, un promontorio roccioso, fresche pinete spiagge sabbiose e acque cristalline: eccoci a Talamone

Se parliamo di Toscana e di borghi ci vengono in mente sicuramente i tanti paesi che punteggiano le colline, ma esistono anche una serie di paesi...
Liguria magica: nel piccolo borgo di Triora dove nel ‘500 si tenne la più grossa caccia alle streghe d’Italia

Liguria magica: nel piccolo borgo di Triora dove nel ‘500 si tenne la più grossa caccia alle streghe d’Italia

Arroccata nel suo nome breve e compatto, stretta nella forza aspra delle sue sillabe, Triora evoca fortezze inespugnabili, castelli e feritoie,...
Molise, dove la guerriera Giuditta cambiò il corso degli eventi

Molise, dove la guerriera Giuditta cambiò il corso degli eventi

In età preromana il Molise era parte del Sannio, un territorio abitato dai Sanniti. Venne in seguito conquistato dai Romani. Nel periodo tardo-antico...
Verona ha il balcone di Giulietta, Venezia l’affascinante leggenda del ‘cuore di mattoni’ di Orio e Melusina

Verona ha il balcone di Giulietta, Venezia l’affascinante leggenda del ‘cuore di mattoni’ di Orio e Melusina

C’era una volta Orio, un giovane pescatore che nel corso dell’ennesima nottata passata al largo, tra le sue reti, trovò una sirena di nome Melusina...

Weekly in Italian

Recent Issues