I maccheroni Mamma Mia, la fortuna degli aquilani D’Amico e Petrarca

I maccheroni Mamma Mia, la fortuna degli aquilani D’Amico e Petrarca

Gaetano D’Amico e Giacinta Petrarca negli Stati Uniti furono, per lunghi anni, con il marchio “Mamma Mia” i veri “re della pasta”. I fondatori della “G. D’Amico Macaroni Company” erano entrambi nati a Castel di Sangro in provincia di L’Aquila. 

Gaetano D’Amico nacque a Castel di Sangro (AQ), il 10 agosto del 1861, da Aurelio e Carolina Petrarca. Sposò, nel 1882, Irene Gasbarro che purtroppo morì nel 1884. L’anno successivo, il 17 gennaio del 1885, si risposò con Giacinta Petrarca. Quest’ultima era nata sempre a Castel di Sangro, l’11 settembre del 1865,  dal “bettoliere” Domenico e da Concordia Fiocca.

Quattro anni dopo, nel 1889, Gaetano e Giacinta emigrarono per gli Stati Uniti. Inizialmente Gaetano trovò lavoro in una miniera e subito dopo nella costruzione di una ferrovia nel Missouri. Successivamente, nel 1892, trovò lavoro presso la “Inland Steel Company” (lavorazione e produzione acciaio) a Chicago in Illinois. Nel 1895 la famiglia D’Amico andò a vivere nella vicinissima Chicago Heights  (area metropolitana di Chicago).

Sette anni dopo decisero di aprire un negozio di alimentari nel cuore del quartiere commerciale. Gaetano continuò a lavorare alla “Inland Steel Company”. Intanto gli affari commerciali cominciarono, da subito, ad andare per il meglio. Il successo dell’attività portò un notevole incremento di capitali. Fu allora che Gaetano e Giacinta decisero di fare un ulteriore passo.

Nacque così l’idea di produrre “maccheroni” con il marchio “Mamma Mia” (sulle confezioni apparve il volto di Giacinta). Nel breve arrivarono ordini da ogni parte e anche fuori dallo stesso Illinois. Nel 1928 i locali di Chicago Heights divennero troppo piccoli. Allora decisero, dopo aver trovato il terreno adatto, di costruire una nuovo pastificio a Steger, sempre in Illinois, a soli 50 km da Chicago.

Nacque così la “G. D’Amico Macaroni Company”. Arrivarono a produrre 75 diversi tipi di prodotto che veniva poi distribuito a tutte le più importanti catene di negozi, ai grandi grossisti e ai migliori ristoranti. Si arrivò a lavorare alla “G. D’Amico Macaroni Company” diversi milioni di grano. Fu, per questo, necessario importarlo anche dalla Russia, oltre che dal Minnesota, dal Nord Dakota, dal Missouri, dallo Iowa e naturalmente dall’Italia.

Il fatturato divenne di diversi milioni di dollari. L’azienda investì moltissimo in pubblicità con lo slogan “Known From Coast to Coast” a significare che i maccheroni e gli spaghetti di “Mamma Mia” arrivavano in ogni angolo d’America. L’azienda arrivò ad occupare oltre 300 operai. Successivamente a Gaetano (morì intorno al 1955) e Giacinta (morì nel 1939) subentrarono nella gestione aziendale due dei loro figli Carl e William. Solo molti anni dopo l’azienda fu venduta ad una potente multinazionale.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Il cuore non è forestiero: l'emigrazione e la canzone napoletana

Il cuore non è forestiero: l'emigrazione e la canzone napoletana

L’emigrazione italiana rappresenta una pagina buia e terribile della storia d’Italia: non c’è paese al mondo che si sia liberato di così tanti figli...
Affondano nel Medioevo le origini italiane che il presidente Kennedy rivelò nel 1962

Affondano nel Medioevo le origini italiane che il presidente Kennedy rivelò nel 1962

Era un’Italia intrisa di campanilismo e faziosità quella che un membro della famiglia Gherardini lasciò intorno alla fine dell’anno 1100. Erano i...
Emigrazione abruzzese: la sfortunata e tragica storia di Leonardo Persichetti

Emigrazione abruzzese: la sfortunata e tragica storia di Leonardo Persichetti

Leonardo Persichetti morì per l’irresponsabile sottovalutazione delle sue condizioni di salute da parte dei medici militari statunitensi, durante l’...
Dal sindaco al capo della polizia: a Philadelphia per barba e capelli tutti dal ‘barbiere abruzzese’

Dal sindaco al capo della polizia: a Philadelphia per barba e capelli tutti dal ‘barbiere abruzzese’

Celestino Ambrosini, uno dei più grandi barbieri di Philadelphia, era abruzzese. Nacque a Chieti nel 1858 (un’altra fonte colloca la sua data di...
Cento anni fa la Grande Guerra. Storia di Francesco Rossi, Medaglia d’Oro

Cento anni fa la Grande Guerra. Storia di Francesco Rossi, Medaglia d’Oro

Si è tenuta l’11 novembre a Paganica, presentando il volume “Cento anni fa la Grande Guerra – Il contributo reso dai cittadini in armi del Comune di...

Weekly in Italian

Recent Issues