Pasta con la broccola, pasta with cauliflower

A while back, we were invited to Windsor, Ontario, to meet Nonna Gina and her family who were gracious enough to share a couple of family favourite recipes with us here, at Nonna’s Way. At first we were told the name, pasta con la broccola - pasta with broccoli. Ok, we’ve both heard of that, as I’m sure many of you have, but this - mark my words - is not the pasta with broccoli that we were thinking of. After discussing the origins of Gina’s family and hearing about the changes to this recipe over the years, we noticed that Nonna Gina was washing cauliflower not broccoli. When we asked for clarification, she said that that is what they call broccola. And so, staying true to Nonna Gina’s family  recipe, this is called pasta con la broccola but is actually pasta with cauliflower. There are certain varieties of broccoli in Italy, such as broccolo Romanesco, which is also referred to as cauliflower so this explains how names can quite easily get interchanged.

Creamy  and decadent, but with half the guilt, this is pasta con la broccola for you. Photo: Nonna’s Way

Sicilian cuisine owes much of its fame to the many cultures that have existed on this strategic Mediterranean island over time. Each era of rule over the island brought its own flavors, foods, and traditions that were enhanced further by the nutrient rich volcanic soil, and the way local people embraced and intensified all the cultural influences into a wonderful melting-pot cuisine.

And Italian cuisine is, indeed, a melting-pot of flavors and ingredients: durum wheat and sea salt from the Phoenicians; cheese and fish from the Greeks; wine and bread from the Romans;  citrus, spices, coffee,nuts, and dried pasta from the Arabs; livestock from the Normans; herbs from the Germans  and - last but not least - chocolate, vanilla, and the TOMATO from the Spanish. I mean, where would Italian food be without all these major injections of flavors and know-how?  

The biggest thing to remember is leaving enough water in the pot when draining the pasta. Photo: Nonna’s Way

Gina’s family comes from a small town close to the southern shores of Sicily in the province of Agrigento, called Aragona. Her mother, Nonna Marianna, was born and raised here. Sicily was victim to immense bombing and devastation during the war, leaving resources and food supplies very low. Nonna Marianna had a large family to feed and started to experiment with her pasta dishes. Every pasta dish centred around homemade pasta noodles, fettuccine being her favourite, with the addition of a sauce or vegetables. Nonna Marianna experimented with numerous locally grown and in-season vegetables. After many unique dishes, pasta con la broccola was a hit and became a family favourite. This family recipe has been passed down from generation to  generation. After moving to Canada, Nonna Marianna's daughter, the now Nonna Gina, experimented by adding mozzarella cheese to the dish, which gave it a new flare and added richness. This new variation became her daughters’ and granddaughters’ most requested pasta dish.

There are certain varieties of broccoli in Italy, such as broccolo Romanesco, which is also referred to as cauliflower so this explains how names can quite easily get interchanged

Whether or not you think you like cauliflower, I am telling you - you’ve got to try this! We sat down to eat what I fully expected to be a vegetable pasta dish but if I didn’t see it being made with my own eyes so chock full of cauliflower, I would have sworn it was a rich Alfredo sauce! Even knowing very well that we had to leave room for the schiacciata coming out of the oven we all had seconds. The biggest thing to remember is leaving enough water in the pot when draining the pasta. And, of course, fresh pasta works best! Take the time to try this, you won’t be disappointed!

Pasta con la broccola - Pasta with cauliflower
Ingredients

● 1 large or 2 small cauliflower, quartered
● 1 kg fettuccine noodles, fresh noodles work best
● Salt to season
● ½ cup grated Parmesan cheese
● ½ cup extra virgin olive oil
● Cracked black pepper, to taste
● 2 cups grated mozzarella cheese

Instructions
1. Wash and cut the cauliflower into quarters.

2. Bring a large pot of water to boil and salt well to taste. Make sure there is enough water to cover the cauliflower.

3. Cook until tender and soft enough to mash with a fork.

4. Remove the cauliflower from the water with a slotted spoon. DO NOT discard the water.

5. Mash the cauliflower with a fork. Set aside.

6. Bring the pot of water back to a boil and add the pasta noodles.  

7. Cook the pasta only to “very” al dente as they are going to cook further with the mashed cauliflower and cheese.

8. Remove the pot from the heat and start to remove the water with a ladle. Set aside 2-3 cups of the water. You want enough water to remain with the noodles in the pot so that the water level is about ¼ of the way up the height of the al dente noodles.

9. Add the mashed cauliflower to the noodles.

10. Add the parmesan cheese and return to the heat.

11. Add the olive oil to the pot.

12. Let this all simmer slowly in order to melt the cheese.

13. Add some cracked black pepper to your liking.

14. After about 5 minutes when the sauce has thickened a bit, add 2 cups grated mozzarella cheese a little at a time and stir continuously.

15. Add in a bit of the reserved pasta water if you find it is getting a dry.

It will be finished about 2 minutes after adding the mozzarella.

Serve immediately while hot. Add some hot peppers! Enjoy!

Tempo fa, siamo state invitate a Windsor, Ontario, per incontrare Nonna Gina e la sua famiglia che sono state così gentili da condividere con noi un paio di ricette amate in famiglia, alla maniera di Nonna. All'inizio ci fu detto il nome, pasta con la broccola - pasta con broccoli. Ok, abbiamo entrambe sentito parlare di questo, e sono sicura che molti di voi ne hanno sentito parlare, ma questa - ricordate le mie parole - non è la pasta con i broccoli a cui stavamo pensando. Dopo aver discusso le origini della famiglia di Gina e sentito parlare dei cambiamenti di questa ricetta nel corso degli anni, abbiamo notato che Nonna Gina stava lavando il cavolfiore e non il broccolo. Quando abbiamo chiesto chiarimenti, lei ha detto che quello è ciò che loro chiamano broccola. E così, rimanendo fedeli alla ricetta della famiglia di Nonna Gina, questa si chiama pasta con la broccola ma è in realtà pasta con cavolfiore. Esistono alcune varietà di broccoli in Italia, come il Broccolo Romanesco, che si chiama anche cavolfiore, questo spiega come i nomi possono facilmente essere scambiati.

La cucina siciliana deve molto della sua fama alle molte culture che nel tempo sono esistite su questa isola strategica del Mediterraneo. Ogni epoca di dominazione sull'isola ha portato i propri sapori, cibi e tradizioni che sono stati ulteriormente rafforzati dal nutriente ricco suolo vulcanico e dal modo in cui le persone del posto abbracciarono e rafforzarono tutte le influenze culturali in una meravigliosa cucina di fusione.  

E la cucina italiana è in effetti un crogiolo di sapori e ingredienti: grano duro e sale marino dai Fenici; formaggio e pesce dai Greci; vino e pane dai Romani; agrumi, spezie, caffè, noci e pasta secca dagli Arabi; bestiame dai Normanni; erbe dai Germanici e - ultimo ma non meno importante - cioccolato, vaniglia e pomodoro dagli Spagnoli. Voglio dire, cosa sarebbe il cibo italiano senza tutte queste grandi iniezioni di sapori e know-how?

La famiglia di Gina proviene da una piccola cittadina sulle sponde meridionali della Sicilia, in provincia di Agrigento, chiamata Aragona. Sua madre, Nonna Marianna, è nata e cresciuta qui. La Sicilia è stata vittima di enormi bombardamenti e devastazioni durante la guerra, che ridussero molto le risorse e i rifornimenti alimentari. Nonna Marianna aveva una grande famiglia da nutrire e cominciò a sperimentare i suoi piatti di pasta. Ogni piatto di pasta era basato su tagliatelle di pasta fatta in casa, le fettuccine erano le sue preferite, con l'aggiunta di una salsa o di verdure. Nonna Marianna ha sperimentato numerose verdure locali e di stagione.

Dopo molti piatti unici, la pasta con la broccola era un successo e divenne un piatto preferito della famiglia. Questa ricetta di famiglia è stata tramandata di generazione in generazione. Dopo essersi trasferita in Canada, la figlia di Nonna Marianna, la Nonna Gina di oggi, ha sperimentato l'aggiunta di mozzarella al piatto, che dà nuova luce e aggiunge ricchezza. Questa nuova variazione lo ha reso il piatto di pasta più richiesto dalle sue figlie e dalle nipoti.

Se amate o meno il cavolfiore, ve lo dico - dovete provarla! Ci siamo sedute a mangiare quello che mi aspettavo fosse un piatto di pasta con le verdure ma, se non l'avessi visto fare con i miei occhi così pieno zeppo di cavolfiore, avrei giurato che fosse una ricca salsa Alfredo!  

Anche se sapevamo molto bene che dovevamo lasciare spazio alla schiacciata che stava uscendo dal forno abbiamo fatto tutti il bis. La cosa più importante da ricordare è di lasciare abbastanza acqua nella pentola quando si scola la pasta. E, naturalmente, la pasta fresca funziona meglio! Concedetevi il tempo di provare questo piatto, non rimarrete delusi!

Pasta con la broccola - Pasta con cavolfiore
Ingredienti:

● 1 cavolfiore grande o 2 piccoli, tagliati
● 1 kg di fettuccine, le tagliatelle fresche funzionano meglio  
● ½ tazza di parmigiano grattugiato  
● ½ tazza di olio extra vergine di oliva  
● Pepe nero macinato, a piacere
● Sale per condire  
● 2 tazze di mozzarella grattugiata

Istruzioni
1. Lavare e tagliare il cavolfiore in quarti. Portare una grande pentola d'acqua a bollire e salare bene a piacere. Assicurarsi che ci sia abbastanza acqua da coprire il cavolfiore. Cuocerlo fino a che sia tenero e abbastanza morbido da schiacciarsi con una forchetta. Togliere il cavolfiore dall'acqua con un cucchiaio bucato. NON buttare l'acqua. Mescolare il cavolfiore con una forchetta.

2. Portare di nuovo la pentola d'acqua a bollire e aggiungere le tagliatelle di pasta. Cuocere la pasta finchè sarà "molto" al dente mentre perchè dovrà cuocere ulteriormente con il cavolfiore schiacciato e il formaggio.  

3. Rimuovere il tegame dal calore e iniziare a togliere l'acqua con un mestolo. Mettere da parte 2-3 tazze d'acqua. Tenere abbastanza acqua perchè ne resti con le tagliatelle nella pentola in modo che il livello dell'acqua sia di circa ¼ dell’acqua per le tagliatelle al dente.  

4. Aggiungere il cavolfiore schiacciato alle tagliatelle. Aggiungere il formaggio parmigiano e rimettere sul fuoco. Aggiungere l’olio d’oliva alla pentola.

5. Lasciate cuocere lentamente per sciogliere il formaggio. Aggiungere un po’ di pepe nero macinato a piacere. Dopo circa 5 minuti, quando la salsa si sarà addensata un po', aggiungere due tazze di mozzarella grattugiata un po' alla volta e mescolare continuamente. Aggiungere un po’ dell'acqua della pasta messa da parte, se si vede che sta diventando asciutto. Sarà pronto circa 2 minuti dopo aver aggiunto la mozzarella. Servire immediatamente mentre è ancora caldo. Aggiungere peperoncino!  

Buon Appetito!

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Nduja Style salami

Nduja, pronounced “an-du-ra” or “an-du-ya” depending where you are in Italy, originates from a Calabrian village called Spilinga, the original home...

Bagna Cauda Day, where everything is allowed

This is a day when you are not ashamed to smell like garlic: you’re, in fact, almost proud of it. This is the day when you are allowed to go to work...

Fall in love with farro

When I first started making farro, I would have to make a special trip to our not-so-local Italian market to purchase it. It was a labor of love...

A Little “Eataly” in Los Angeles: Italy's most notorious food hall lands on the West Coast

Eataly has officially opened the doors of its first West Coast location in Los Angeles, inside the Westfield Century City Mall, near Beverly Hills...

Cacio e Pepe Los Angeles (via Rome)

Cacio e Pepe is probably the most famous, simplest, and most controversial dish of Rome's cuisine. I've seen numerous recipes claiming to be the...

Weekly in Italian

Recent Issues